Diario di Sunita

La scuola è una pizza ma io ci vado lo stesso

di | Editore: Rizzoli
Voto medio di 7
| 6 contributi totali di cui 4 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Sunita ha dieci anni. La sua famiglia vive in una baracca in mezzo a una pineta, senza corrente elettrica e servizi igienici. A Sunita questa vita non basta. Lei ha un sogno: finire le elementari e andare alle medie. Così, da sola, si affida a una co ...Continua
Sognodime...
Ha scritto il 28/03/17
Cosa sappiamo dei rom? E dei bambini rom, più nel dettaglio? Raramente li incontriamo tra i banchi di scuola, ma qualche caso fortunato c'è. Un sinto della mia città una volta mi ha detto che alle feste di compleanno di sua figlia, quando abitavano n...Continua
Chiara
Ha scritto il 06/12/16
Ho conosciuto questo libro grazie alla sua presentazione...e subito mi è stato chiaro che avrei dovuto leggerlo. Il Diario di Sunita, non è solo un piacevole racconto ma è anche un libro di denuncia. Siamo nel XXI secolo e ancora ci sono situazioni s...Continua
Giulia 06
Ha scritto il 23/08/16
Super Sunita
Io ho letto il diario di Sunita in due giorni: non avevo mai letto un libro così velocemente. Il punto è che la sua storia é la più bella che abbia mai letto fin ora. Mi ha colpito molto. Io di solito leggo libri di questo genere ma nessuno è stato p...Continua
ranocchia
Ha scritto il 02/07/16
Frizzante e profondo
Sunita è una bambina rom che vive per un anno a casa dei gadzé (non rom) per poter frequentare la scuola. Questo è il racconto del suo anno: dei suoi successi, delle sue difficoltà, delle sue relazioni con le sorelle, i genitori in prestito e i compa...Continua

ranocchia
Ha scritto il Jul 02, 2016, 15:15
Allora io ho detto: “Ma se vengo a casa vostra ci posso andare, a scuola”. Io lo dicevo sempre, quando venivano a trovarci. Loro rispondevano sempre: “Ci verresti davvero?” E io dicevo di sì. Però non è che poi succedeva davvero. Invece quella volta,...Continua
Pag. 149
ranocchia
Ha scritto il Jul 02, 2016, 15:13
Secondo me il mio nome è, senza offesa, il più bello di tutti. E' un nome indiano, perché i rom sono indiani di tanto tempo fa. Io lo scrivo dappertutto. Su questo diario l'ho scritto un sacco di volte dall'inizio. Però lo scrivo anche in altri post...Continua
Pag. 13

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi