Diario di un curato di campagna

Voto medio di 576
| 67 contributi totali di cui 61 recensioni , 5 citazioni , 1 immagine , 0 note , 0 video
SunDance
Ha scritto il 30/12/17
Se non fosse per la campagna francese ...
Diario di un pretino di una (gretta e convenzionale, quasi ancestrale) campagna francese. Questo il contesto storico in cui il romanzo si sviluppa. Lettura (personalmente) di estremo impegno (diversamente dicasi: pesante), per le lunghe riflessioni,...Continua
Giuliano Palumbo
Ha scritto il 04/02/17
Dimenticarsi è una grazia, ma la grazia delle grazie sarebbe amare se stessi umilmente
Bernanos rientra appieno nella schiera dei grandi scrittori dimenticati, osannati in vita e immeritatamente dimenticati dopo. L'aggravante è quella di essere uno scrittore cattolico, che parla di fede cristiana escludendo l'unica categoria che renda...Continua
M
Ha scritto il 24/12/16
Triste, noioso e deprimente

Qualche spunto interessante dopo le prime noiosissime cento pagine e poi... noia, noia per altre cento...

Hedrock
Ha scritto il 16/11/16

Dopo sei anni ho riletto con piacere questo bel romanzo di Bernanos, dove ci descrive la vita e i turbamenti di un povero prete di campagna ammalato.

val_cas
Ha scritto il 12/11/16
La solitudine del Curato
Libro per me estremamente faticoso, l'ho comunque voluto leggere fino in fondo. Descrizioni lucide, spietate e ancora attuali dell'ambiente "umano" della campagna (ma la si potrebbe chiamare provincia) si alternano a lunghe pagine introspettive, dens...Continua

SunDance
Ha scritto il Dec 30, 2017, 06:42
Il vuoto affascina coloro che non osano guardarlo in faccia, vi si buttano per paura di cadervi.
Pag. 131
SunDance
Ha scritto il Dec 30, 2017, 06:41
Il capo non sarà giudicato sulle intenzioni: avendo assunto l'incarico, rimane responsabile dei risultati. [...] Il rischio d'un capo è il rischio di tutti.
Pag. 120
SunDance
Ha scritto il Dec 30, 2017, 06:40
Mentre mi credevo ancora sulla soglia di questo piccolo mondo, vi ero già penetrato molto avanti, solo - e la via del ritorno era chiusa dietro di me - senza nessuna possibilità di ritirata.
Pag. 79
ekkekkaspita
Ha scritto il Jul 24, 2015, 16:00
Per aver bussato qualche volta a caso, con la punta delle dita, sui tasti d'un pianoforte, un uomo sensato si crede forse autorizzato a giudicare altezzosamente la musica? E se una data sinfonia di Beethoven o una data fuga di Bach lo lasciano freddo...Continua
Pag. 89
Casa sull'albero
Ha scritto il Nov 09, 2011, 23:09
“Odiarsi è più facile di quanto non si creda. La grazia consiste nel dimenticarsi. Ma se in noi fosse morto ogni orgoglio, la grazia delle grazie sarebbe di amare umilmente se stessi, allo stesso modo di qualunque altro membro sofferente di Gesù Cris...Continua
Pag. 272

Urlich
Ha scritto il Nov 07, 2017, 08:34

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi