Diario di un gatto con gli stivali

Voto medio di 290
| 61 contributi totali di cui 54 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un "contastorie" spunta fuori dal ventre della notte al centro di una piazza einizia a raccontare ai bambini del villaggio delle favole. Parla di lupi neiboschi, di principi azzurri, di piante di fagioli che bucano il cielo; c'èBianc ...Continua
Ha scritto il 03/09/15
SPOILER ALERT
Per Amore solo Per Amore
Ho sempre avuto il timore di leggere un libro scritto da un "cantautore", nella paura di rimanere deluso, e la mia stima verso esso decurtata. Ma, complice una (bellissima) presentazione del suo ultimo libro, ho acquistato questo piccolo gioiello, c ...Continua
Ha scritto il 10/07/15
Un'opera di testa e non di cuore
"Io nelle mie canzoni ho sempre tentato di scrivere storie al contrario, laterali o oblique. [...] Cosí, quasi per gioco, ho voluto applicare alle favole il senso del dubbio, il gusto del contrario che uso in canzone, ipotizzando interpretazioni d ...Continua
Ha scritto il 14/03/13
Ah se avessi letto queste favole e non quelle "originali" chissà forse oggi vivrei meglio :)
Ha scritto il 06/03/13
Geniale!
Una serie di racconti visti da un ottica così particolare, divertente e profonda da conquistarti completamente
Ha scritto il 25/02/13
E' un (anche discreto) esercizio di stile quello di Roberto Vecchioni, alle prese con le favole più classiche, cui l'autore regala - talvolta proprio nelle ultimissime battute - uno sviluppo inatteso, un finale a sopresa, un tocco di modernità, un ri ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Nov 11, 2011, 21:26
Com'è facile l'assenza, Marian, penso spesso. Com'è semplice far credere che se ci fossi stato tu, in quel posto, sarebbe cambiato tutto, Che grande ipocrita, vanesio, insopportabile innamorato di sè è stato Riccardo cuor di leone. Che grande strateg ...Continua
Pag. 49
Ha scritto il Nov 11, 2011, 21:26
Forse non dovrebbero esistere i re, Marian, forse non sarebbero mai dovuti esistere. Come i popoli non vedono davanti, dietro, prima e dopo, così i re non capiscono mai il presente, l'attimo in cui sono calati: per loro tutto è immortale ed eterno, e ...Continua
Pag. 48
Ha scritto il Nov 11, 2011, 21:25
Lui [il soldatino di stagno] sapeva di essere un ussaro e non un marinaio o un pellerossa, e con quella divisa era come se gli si fossero appiccicati addosso l'onore e il coraggio. Ma quella sera, dal davanzale, non togliendo un attimo gli occhi dall ...Continua
Pag. 42
Ha scritto il Jun 28, 2010, 15:20
Io non l'amo. Ho seguito soltanto un impulso della mia natura principesca: l'ho baciata e risvcegliata perchè una canzone, una favola mi han spinto a farlo, ma era come se recitassi una parte e bruciassi tutta la mia infanzia in quell'attimo d'avvent ...Continua
Pag. 61
Ha scritto il Jun 28, 2010, 15:18
Com'è facile l'assenza, Marian, penso spesso. Com'è semplice far credere che se ci fossi stato tu, in quel posto, sarebbe cambiato tutto, Che grande ipocrita, vanesio, insopportabile innamorato di sè è stato Riccardo cuor di leone. Che grande strateg ...Continua
Pag. 49

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
  • 44
  • 117
  • 92
  • 31
  • 6
Aggiungi