Nel 1941, dopo aver donato alla letteratura del Novecento alcune delle sue opere più memorabili, da “La signora Dalloway” a “Gita al faro” a “Le ore”, Virginia Woolf si toglie tragicamente la vita. Nel 1953, Leonard Woolf decide di ...Continua
Ha scritto il 11/07/17
Il mio amore incondizionato per la Woolf
mi ha portato a comprare questo libro trovato sulla bancarella del centro di una città che, di solito, non ha bancarelle. Comprato di getto, senza neanche sfogliarlo, tanto sapevo sarei andata sul sicuro. Per anni, per me, lei è stata l'unica ...Continua
  • 9 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 14/06/17
Guarda per l’ultima volta tutto ciò che è bello
Ho in programma un'estate woolfiana; trovo che i tempi siano maturi per l'esplorazione di una scrittrice che ho tanto amato in passato e che poi ho perso per strada. Faccio ritorno nei suoi luoghi col cuore gonfio, ritrovando le cose esattamente come ...Continua
  • 16 mi piace
  • 9 commenti
Ha scritto il 04/12/16
Molto interessante, indispensabile per comprendere il processo creativo di un artista e della Woolf in particolare. Mi ha colpito quanto fosse insicura. Una scrittrice straordinaria.
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 22/08/16
L'essenzialità!
Tralasciando il fatto che apprezzo in modo particolare leggere i diari personali dei grandi scrittori, poiché permettono di comprendere al meglio il loro pensiero e operato, questo di Virginia Woolf lo considero assolutamente essenziale, ancor più ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 26/05/16
Virginia amica mia (magari)
Sulla povera Virginia ha sempre pesato un lapidario giudizio di mia madre, che me ne ha tenuta lontana per parecchio tempo. Poi, siccome mi sono "femministizzata", ho letto Una stanza tutta per sè e ho iniziato un lento percorso di approdo a V., di ...Continua
  • 3 mi piace
  • 1 commento

Ha scritto il Jun 28, 2012, 05:30
I personaggi non devono essere altro che punti di vista: bisogna evitare la personalità a qualunque costo. Sono certa che questo me l'ha insegnato la mia avventura con Conrad. Appena specifica l'età, i capelli ecc., s'insinua nel libro qualcosa di ...Continua
Pag. 99
Ha scritto il Jun 13, 2012, 15:55
Ma, nel complesso, vedo dove voglio arrivare; sento che questa volta l'occasione era buona e ho fatto del mio meglio; sicché posso essere filosofica e prendermela con Dio
Pag. 48
Ha scritto il Jun 03, 2012, 08:22
Mi chiedo: sarò mai capace di rileggerlo? Verrà mai un tempo in cui reggerò alla lettura di uno scritto stampato senza arrossire, senza rabbrividire, senza provare il bisogno di cercare riparo?
Pag. 38
Ha scritto il Jun 03, 2012, 08:20
E tuttavia se non fosse scritto anche più in fretta della più veloce battitura a macchina, se io mi fermassi a pensarci sopra, non verrebbe mai scritto;
Pag. 34
Ha scritto il Apr 04, 2012, 09:22
Verrà mai un tempo in cui reggerò alla lettura di un mio scritto stampato senza arrossire, senza rabbrividire, senza provare il bisogno di cercare riparo?
Pag. 38

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 18, 2016, 15:53
823.9 WOO 16402 Letteratura Inglese

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi