Nel 1898 Rainer Maria Rilke si recò a Firenze su suggerimento della sua amante e protettrice Lou Andreas-Salomé, che voleva che il giovane poeta eliminasse, con un tuffo nel mondo mediterraneo, un provincialismo e delle lacune culturali da lei giudi ...Continua
Ha scritto il 15/04/12
...era così indifferente che Botticelli dipingesse Venere o la Madonna: si trattava sempre e solo della sua nostalgia ferita, gonfia di pianto. La ragione per cui si rovinò, fu che prese a cercare uno scopo fuori di sé. Si smarrì in una solitaria e b ...Continua
Ha scritto il 14/03/10
Das Florenzer Tagenbuch 1898
RCS Rizzoli Libri, prima edizione 1981. BUR Classici, prima edizione luglio 1990. Terza edizione febbraio 2004. Traduzione e prefazione di Giorgio Zampa. Testo originale a fronte.

<< La prima sera mi rallegrò la consapevolezza che il m
...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 11/03/10
Parole che animano...
tutto ciò che d'immobile l'occhio scorge, guarda e osserva.
E girovagare sottobraccio a Rilke per la Città della Rinascenza, la Città del Giglio -come lui ama chiamarla- è quasi come "vederla" per la prima volta.
L'invito a prendersi tempo,
...Continua
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 01/11/09
Nel mio viaggio alla scoperta della poesia sono inciampata in Rilke per una serie di incroci e coincidenze che, alla luce di questa lettura, definirei fortunate. Anche se questo non è un libro di poesia. Nasce come un diario, il diario che Rilke tien ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Oct 29, 2012, 13:32
Il cammino che porta al valore autentico di tutte le opere passa attraverso la solitudine. chiudersi per due o tre giorni con un libro, un quadro, con un Lied, imparare a conoscere le loro abitudini, seguirli nelle loro singolarità, avere fidu ...Continua
Pag. 147
Ha scritto il Mar 11, 2010, 09:07
Sappiate che l'arte è: il mezzo dell'Unico, del Solitario, per adempiere se stesso. Quello che Napoleone fu esteriormente, ogni artista è intimamente. Di vittoria in vittoria sale come di gradino in gradino. Ma Napoleone vinse mai per compiacere al p ...Continua
Pag. 69
Ha scritto il Mar 11, 2010, 09:05
Perché la bellezza è il gesto involontario proprio di una personalità. Tanto più essa diventa perfetta, quanto più è libera da fretta e timore.
Pag. 65
Ha scritto il Mar 11, 2010, 09:03
un approfondimento amoroso può rendere una bellezza più intimamente vicina e più intellegibile; ma nessuna sensazione oltrepassa la pienezza di quel primo godimento, la parola rapida sarà la più giusta, premettendo sempre che racchiuderà e darà solo ...Continua
Pag. 64
Ha scritto il Mar 11, 2010, 07:13
In vasi di pietra davanti a questi muri si sono destate molte viole del pensiero, che come caldi, vigili occhi seguono l'attività e il riposo delle mie giornate. Vorrei essere sempre tale che quelle non abbiano a stupire di me e che almeno nelle mie ...Continua
Pag. 50

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi