Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Diary

A Novel

By

Publisher: Anchor

3.7
(2323)

Language:English | Number of Pages: 272 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Italian , French

Isbn-10: 1400032814 | Isbn-13: 9781400032815 | Publish date:  | Edition Reprint

Also available as: Audio CD , Hardcover , Audio Cassette , Softcover and Stapled , Library Binding , eBook , Others

Category: Art, Architecture & Photography , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Diary ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Misty Wilmot has had it. Once a promising young artist, she’s now stuck on an island ruined by tourism, drinking too much and working as a waitress in a hotel. Her husband, a contractor, is in a coma after a suicide attempt, but that doesn’t stop his clients from threatening Misty with lawsuits over a series of vile messages they’ve found on the walls of houses he remodeled.

Suddenly, though, Misty finds her artistic talent returning as she begins a period of compulsive painting. Inspired but confused by this burst of creativity, she soon finds herself a pawn in a larger conspiracy that threatens to cost hundreds of lives. What unfolds is a dark, hilarious story from America’s most inventive nihilist, and Palahniuk’s most impressive work to date.
Sorting by
  • 4

    Ottimo lo spunto di partenza: i “doppi diari”, destinati a essere scambiati, che anticamente tenevano i marinai e le loro mogli, per mantenere l’altro informato sugli avvenimenti accaduti in sua assenza. Questo, come si può immaginare, è un diario anomalo: Misty lo tiene mentre il marito è in com ...continue

    Ottimo lo spunto di partenza: i “doppi diari”, destinati a essere scambiati, che anticamente tenevano i marinai e le loro mogli, per mantenere l’altro informato sugli avvenimenti accaduti in sua assenza. Questo, come si può immaginare, è un diario anomalo: Misty lo tiene mentre il marito è in coma, con tutta probabilità irreversibile. Attraverso le sue pagine si dipana una storia pazzesca con una sorprendente componente paranormale.

    Come sempre lo stile di Palahniuk lascia il segno. Ho trovato la trama molto diversa da quella delle sue altre opere, ma il mio giudizio è comunque molto positivo.

    said on 

  • 3

    non mi ha convinto

    lo stile è quello di Palahniuk, questo si, quindi se piace lo si può leggere. Altrimenti non un granché, deboluccia la storia, non lascia il segno.

    said on 

  • 4

    Strano..

    c'è poco da dire...o lo Ami o lo Odi! Il modo di scrivere di Palahniuk è sicuramente fuori dal comune e le sue storie sembrano puntate di ai confini della realtà! Straordinario.

    said on 

  • 4

    Non il migliore, non il più disturbante. Comunque schizoide, sghembo, con protagonisti che sarebbero impresentabili nei romanzi di quasi qualsiasi altro autore. Insomma...Palaniuk.

    said on 

  • 5

    Genio...

    Il libro avrebbe meritato le cinque stelle solo per il secondo capitolo: scritto in maniera fantastica e folle.
    In quel capitolo c'è il libro e anche se tocca lontanamente la storia, la contiene tutta.

    Un libro folle che si scopre piano piano anche se non si svela mai.
    Uno scri ...continue

    Il libro avrebbe meritato le cinque stelle solo per il secondo capitolo: scritto in maniera fantastica e folle.
    In quel capitolo c'è il libro e anche se tocca lontanamente la storia, la contiene tutta.

    Un libro folle che si scopre piano piano anche se non si svela mai.
    Uno scrittore infinito.

    said on 

  • 4

    Palahniuk è come Cassius Clay!!!

    Spinto dall'istinto mi ritrovo in mano Diary di Chuck Palahniuk, scrittore americano. Il suo esordio fu il fortunato Fight Club, da cui è stato tratto un film di successo. Lì si parlava di incontri clandestini, di pugni ed altro. Ecco. Non ha smesso di menare le mani. Quando scrive lo fa con una ...continue

    Spinto dall'istinto mi ritrovo in mano Diary di Chuck Palahniuk, scrittore americano. Il suo esordio fu il fortunato Fight Club, da cui è stato tratto un film di successo. Lì si parlava di incontri clandestini, di pugni ed altro. Ecco. Non ha smesso di menare le mani. Quando scrive lo fa con una rudezza, e semplicità disarmante. E' capace di creare delle situazioni assurde e farle credere più reali che mai. Diary è una di queste situazioni assurde.
    Parla di una donna ridotta con le spalle al muro, costretta a sbattersi come cameriera per mantenere la figlia, costretta a sorbirsi la suocera e un marito, ridotto allo stato vegetativo per il suo fallito suicidio. Ma soprattutto deve sorbirsi la follia pre-suicidio del marito, la pazzia costante della suocera e la sua indomabile fobia di non farcela. Di lei, Misty, dicono che sia un'artista ancora in erba. Il paese ovvero l'isola dove vive, la suocera e la figlia dicono che lei è una pittrice capace di fama internazionale, se riprende la tavolozza in mano. Lei non ci crede. La spingono. Lei evita, ma non si può evitare un destino già scritto. E come ogni artista che trasfigura la sua sofferenza in arte, anche Misty, da una sofferenza forte e imprevista come un pugno allo stomaco, si ricrede. Il flusso artistico s'accende, non si ferma, continua, ininterrottamente Misty esegue la sua opera d'arte.....Per chi vuole scoprire Palahniuk, Diary è il romanzo ideale.

    said on 

  • 4

    Mi piace quando autori uomini si immedesimano in personaggi femminili. Il pensiero di una protagonista creato da un autore uomo non è mai completamente 'femmina' e rivela come lo scrittore vede la donna. Mi piace la donna di Palahniuk. E' ovviamente folle come lui ma più dolce, e artista, e forte ...continue

    Mi piace quando autori uomini si immedesimano in personaggi femminili. Il pensiero di una protagonista creato da un autore uomo non è mai completamente 'femmina' e rivela come lo scrittore vede la donna. Mi piace la donna di Palahniuk. E' ovviamente folle come lui ma più dolce, e artista, e forte....
    E non parlo solo di Misty. Anche di Grace...e di Tabbi....

    said on 

Sorting by