Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Diary of a Provincial Lady

(Prion Humour Classics)

By ,

Publisher: Prion Books Ltd (formerly Multimedia Books Ltd)

3.1
(135)

Language:English | Number of Pages: 192 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 1853753688 | Isbn-13: 9781853753688 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Audio Cassette

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Humor

Do you like Diary of a Provincial Lady ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
The Provincial Lady has a nice house, a nice husband (usually asleep behind The Times) and nice children. In fact, maintaining Niceness is the Provincial Lady’s goal in life — her raison d'être. She never raises her voice, rarely ventures outside Devon (why would she?), only occasionally allows herself to become vexed by the ongoing servant problem, and would be truly appalled by the confessional mode that has gripped the late 20th century. The Provincial Lady, after all, is part of what made Britain great.
Sorting by
  • 4

    Sorridere, ridere ma anche sbellicarsi

    Si, ok, a molti dei lettori non ha fatto effetto, ci sono degli "avallamenti" etc.... ma ogni tanto la risata ci sta, ogni tanto l'assurdo delle situazioni che vive la portagonista con un aplomb tutto ...continue

    Si, ok, a molti dei lettori non ha fatto effetto, ci sono degli "avallamenti" etc.... ma ogni tanto la risata ci sta, ogni tanto l'assurdo delle situazioni che vive la portagonista con un aplomb tutto inglese appunto, supera ogni ragione... e allora me lo sono goduto, questo libro, e lo rileggerò volentieri in giorni grigi e piovosi.

    said on 

  • 3

    Della protagonista non conosciamo il nome, sappiamo solo che vive intorno agli anni Trenta, nella campagna inglese, col marito, due figli, la tata francese, una cuoca e una cameriera. Sappiamo che ha ...continue

    Della protagonista non conosciamo il nome, sappiamo solo che vive intorno agli anni Trenta, nella campagna inglese, col marito, due figli, la tata francese, una cuoca e una cameriera. Sappiamo che ha problemi economici che maschera impegnando i gioielli di famiglia, che ama la moda, che fa parte dell'associazione femminile e che detesta la Lady del luogo.

    Attratta dal titolo e dalle recensioni entusiaste in quarta di copertina, mi sono lasciata ingannare. È carino, si sorride, ma giuro che mi sfugge come lo si possa leggere nove volte.

    said on 

  • 4

    delizioso. viaggio in un mondo a parte, con lo humor protagonista nel tratteggiare le situazioni e lo spirito di un'epoca. di gusto femminile, certo, ma da non lasciarsi sfuggire.

    said on 

  • 0

    Letto il primo volume
    http://www.anobii.com/books/Diario_di_una_lady_di_provincia/9788854504424/011dd34f22b66c49ee/
    Letto il secondo volume
    http://www.anobii.com/books/The_provincial_lady_goes_further ...continue

    Letto il primo volume
    http://www.anobii.com/books/Diario_di_una_lady_di_provincia/9788854504424/011dd34f22b66c49ee/
    Letto il secondo volume
    http://www.anobii.com/books/The_provincial_lady_goes_further/9780706610383/0139742f6152001c61/
    Letto il terzo volume

    said on 

  • 3

    E' divertente quando segue il flusso della conversazione, gli argomenti in campagna e in città. Interessante il rapporto della borghesia inglese con i figli. Ma, fondamentalmente, è noioso.

    said on 

  • 2

    E quindi? India Knight l’avrebbe letto nove volte sbellicandosi dalle risate. Fatemi un favore se mi venisse in mente di rileggerlo, abbattetemi.

    said on 

  • 2

    Può essere considerato un libro interessante (?) e ironico. Ma di una ironia e di una staticità che basta leggere 30 pagine per farsi un'idea dell'intero libro. O almeno penso. Non l'ho finito. ...continue

    Può essere considerato un libro interessante (?) e ironico. Ma di una ironia e di una staticità che basta leggere 30 pagine per farsi un'idea dell'intero libro. O almeno penso. Non l'ho finito.

    said on