Diceria dell'untore

Voto medio di 1389
| 251 contributi totali di cui 228 recensioni , 23 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In occasione dei 40 anni dalla fondazione di questa casa editrice ci piace riproporre alcuni titoli che, a nostro giudizio, hanno rappresentato dei punti cruciali della nostra storia editoriale.Nel 1946, in un sanatorio della Conca d’oro – ...Continua
Ha scritto il 10/12/17
Diceria...
Un autore che non conoscevo e di cui mi sono innamorato dopo poche pagine. Una prosa lirica, ricercata, che riesce ad affascinare il lettore grazie alle possibilità e alla forza espressiva che offre la lingua italiana.La vicenda è toccante, ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 27/09/17
null
Avrei dovuto leggerlo molti anni fa, ma forse non l'avrei capito e anche una lingua così anticheggiante mi avrebbe infastidito. Un libro bellissimo.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 22/08/17
Una tresca di amore e morte
Era veramente divenuto un gioco, alla Rocca, volere o disvolere morire, in quell'estate del quarantasei, nella camera sette bis, dove ero giunto da molto lontano, con un lobo di polmone sconciato dalla fame e dal freddo, dopo essermi trascinata ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 29/04/17
IL DIAVOLO, L'AMORE, LA MORTE E L'INVERSO
Storia ambientata in un sanatorio, prevalentemente. Incuriosisce subito la coincidenza e tematica e cronologica con altre due opere, la prima- che coinvolge anche l’altro rimando- ci riporta a “La montagna incantata”, la seconda a “La ...Continua
  • 5 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 15/02/17
Questo libro è un continuo esercizio di stile, voluto o spontaneo non so... ma c'è dell'altro.....L'ho trovato molto bello, non di facilissima lettura - questo è vero- (non mi vergogno ad ammettere che ho cercato un paio di parole sul ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Feb 15, 2017, 08:52
ma fra noi vivi che ci scriviamo, le parole servono forse di più?Ed è poi sicuro che sia suono la vita e silenzio la morte, e non invece il contrario?
Ha scritto il Feb 15, 2017, 08:52
-----Dove ritrovare il me stesso ragazzo, come sanarlo di quell'infezione: l'ingresso dell'idea di morte nell'intimità di un cuore innocente?Un peculio incalcolabile d'anni, se il medico non mentiva, si sarebbe aggiunto ai magri centesimi che ...Continua
Ha scritto il Apr 27, 2016, 19:37
In ogni esistenza, anche la meno offerta, si nasconde un germe di finzione e d'allegoria.
Ha scritto il Apr 22, 2016, 06:06
Qualunque cosa faccia, dovunque vada, un pensiero mi conforta: sono un uomo involontario, dunque sono un uomo innocente.
Pag. 31
Ha scritto il Apr 20, 2016, 06:04
La morte è un paravento di fumo fra i vivi e gli altri. Basta affondarci la mano per passare dall'altra parte e trovare le solidali dita di chi ci ama.
Pag. 19

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi