Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Suchen Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Die Bibel nach Biff

By

Verleger: Goldmann

4.1
(2235)

Language:Deutsch | Number of Seiten: 572 | Format: Mass Market Paperback | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , French , Polish , Italian , Portuguese , Spanish

Isbn-10: 3442541824 | Isbn-13: 9783442541829 | Publish date: 

Auch verfügbar als: Others

Category: Fiction & Literature , Humor , Religion & Spirituality

Do you like Die Bibel nach Biff ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 5

    E' senz'altro il miglior libro dell'estate 2015, anzi, è uno dei libri migliori che abbia letto negli ultimi anni. Fa morire dal ridere ma offre anche moltissimi spunti di riflessione sulle religioni. ...weiter

    E' senz'altro il miglior libro dell'estate 2015, anzi, è uno dei libri migliori che abbia letto negli ultimi anni. Fa morire dal ridere ma offre anche moltissimi spunti di riflessione sulle religioni. Intelligente, ironico, accurato e un po' dissacrante.

    gesagt am 

  • 4

    san arcimboldo

    Adolescenza e giovinezza, non facciamo che parlare e riparlare di quelle esperienze di noi, che mantengono vivo il nostro presente.
    Ai tempi di Gesù non esistevano queste età di mezzo, si passava dire ...weiter

    Adolescenza e giovinezza, non facciamo che parlare e riparlare di quelle esperienze di noi, che mantengono vivo il nostro presente.
    Ai tempi di Gesù non esistevano queste età di mezzo, si passava direttamente da bambino ad adulto a maturo.
    Ecco, è il Gesù adulto che ci manca completamente negli scritti, come se si fosse nascosto nella vita modesta di apprendista falegname, trattenuto negli affetti con una Magdì del paese, e tenuto in disparte dalla vita sociale del villaggio.
    Moore non lo crede.
    Il carattere forte e spigoloso che di Gesù emerge dai Vangeli non nasce all'improvviso come il singhiozzo.
    La risposta alle nostre curiosità viene attraverso la fedele amicizia di Biff, detto Levi, un coetaneo che con le armi del sarcasmo e dell'ironia ne proteggerà l'evoluzione fino al compimento del volere divino.
    Biff accompagnerà Gesù in un viaggio iniziatico, mistico e materiale, a vivere l'esperienza diretta delle religioni già praticate.
    Anche se Gesù è promosso a pieni voti all'Università dei Profeti, con progetti Erasmus e Socrates. a non tutte le domande è facile dare risposta:
    ai poveri viene promesso il paradiso,
    ai beati?
    un cesto di frutta

    gesagt am 

  • 5

    Dalla penna di Christopher Moore, autore satirico statunitense da milioni di copie, questo romanzo è divertentissimo ma malinconico.
    A duemila anni dalla morte di Gesù un angelo riporta in vita il suo ...weiter

    Dalla penna di Christopher Moore, autore satirico statunitense da milioni di copie, questo romanzo è divertentissimo ma malinconico.
    A duemila anni dalla morte di Gesù un angelo riporta in vita il suo migliore amico, Levi detto Biff, affinchè scriva un nuovo Vangelo in cui si riporti tutto ciò che è accaduto dalla nascita ai trent'anni del Cristo, periodo che i Vangeli Canonici tralasciano.
    Si tratta di un viaggio in Oriente alla ricerca dei magi e della ricetta per diventare il Messia, un viaggio tra demoni, concubine cinesi, monaci tibetani, kung fu, santoni indiani ed elefanti che fanno yoga.
    Vale lo stesso avvertimento che va fatto a proposito di tutti i libri che rivedono la vita di Gesù, sopratutto quelli satirici: se siete estremamente religiosi e non avete né senso critico né senso dell'umorismo lasciate perdere.
    Se invece la figura di Gesù vi affascina leggetelo pure. Tanto il Cristo esce benissimo da questo romanzo.
    E' Biff l'uomo inferiore, quello che ha un'insana passione per il sesso, quello che uccide e trama.
    Così descritto Biff sembrerebbe incarnare il peggio dell'umanità, e invece no, perché in realtà Biff è il meglio dell'umanità.
    Un personaggio straordinario che dà vita a un romanzo che, più che di Gesù, parla dell'amicizia.
    Insomma, quanti di voi se il vostro migliore amico d'infanzia vi avesse detto: "Credo di essere il Messia ma non so come si fa" lo avrebbero accompagnato in Oriente per anni, alla ricerca dei Magi, sottoponendosi a duri allenamenti ascetici?
    E se fosse stati il miglire amico di Gesù, come vi sareste comportati con Giuda?
    Questo romanzo è divertentissimo nelle prime parti, poi vira decisamente verso la malinconia (e infatti, dopo averlo divorato, ho dovuto abbandonarlo per un giorno perché sapevo in che direzione si stava avviando. Del resto, non è un mistero la fine di Gesù).
    Profondo e consigliatissimo.

    gesagt am 

  • 4

    In questo libro si ride. Tutto è scritto con grande ironia, e la lingua tagliente di Biff, unita con la stupidità tipicamente umana sua e di molti dei personaggi che incontreranno, ci strapperanno fio ...weiter

    In questo libro si ride. Tutto è scritto con grande ironia, e la lingua tagliente di Biff, unita con la stupidità tipicamente umana sua e di molti dei personaggi che incontreranno, ci strapperanno fior di sorrisi quando non aperte risate. Si ride, ma anche si pensa, grazie a spunti filosofici notevoli. Non sembra così improbabile che la formazione di Gesù sia stata davvero simile a quella raccontata qui. E non è neppure minimamente blasfemo, almeno non sembra.

    gesagt am 

  • 3

    Lamb mi è sempre stato presentato come il capolavoro di Christopher Moore. Ho amato Bloodsucking Fiends e seguiti, ma sapevo che mi stavo tenendo da parte il meglio, che quello che trovavo di suo già ...weiter

    Lamb mi è sempre stato presentato come il capolavoro di Christopher Moore. Ho amato Bloodsucking Fiends e seguiti, ma sapevo che mi stavo tenendo da parte il meglio, che quello che trovavo di suo già grandioso non era che la punta dell'iceberg.
    Sapevo già che avrei amato Lamb. Mi sbagliavo.

    Per quanto trovi Moore sempre molto divertente, questa versione della storia di Gesù non è riuscita a conquistarmi. Le ragioni sono diverse:
    - A volte lo stacco tra l'umorismo e i momenti drammatici è troppo netto, specie perché in certi punti si sfiora il demenziale — di conseguenza non si sa mai bene come reagire quando le cose si fanno serie;
    - La formazione di Gesù, procedendo a tappe, è episodica, e quello che viene imparato non ha necessariamente un riscontro pratico alla fine;
    - Se da una parte si può percepire una crescita in Gesù, se non altro nel capire appieno il suo compito, nel trovare un messaggio da comunicare e nell'imparare a usare il sarcasmo, lo stesso non si può dire di Biff, che rimane identico spiccicato dall'inizio alla fine, senza mai per esempio dubitare di Gesù o anche solo desiderare ogni tanto di essere qualcosa di più della spalla del figlio di dio;
    - Ero convinto che la parte con Raziel avesse una funzione maggiore di quella di cornice (fa da prologo ed epilogo), pretesto (Biff viene riportato in vita nel ventunesimo secolo per scrivere la sua versione del vangelo) e siparietto (alcuni capitoli sono introdotti da momenti dal ventunesimo secolo), e invece no.

    Ho preferito l'inizio e la fine alla parte centrale. In generale non posso dirmi poi così deluso: è un libro carino, con belle gag e qualche colpo di genio. A giudicare dalla stragrande maggioranza delle recensioni, però, avrebbe potuto toccarmi molto di più.

    gesagt am 

  • 2

    La noia mi ha travolta

    A parte qualche battuta divertente e l'originalità nel trattare l'argomento, la verità è che dopo un buon inizio mi sono annoiata a morte. Non l'ho finito, lo ammetto, mancava poco ma non ce l'ho fatt ...weiter

    A parte qualche battuta divertente e l'originalità nel trattare l'argomento, la verità è che dopo un buon inizio mi sono annoiata a morte. Non l'ho finito, lo ammetto, mancava poco ma non ce l'ho fatta. Andavo avanti per inerzia e ho quindi deciso di desistere. Alla prossima, Moore.

    gesagt am 

  • 2

    Ironico ma estenuante vangelo alternativo

    Provare ad immaginare la vita di Gesù negli anni non coperti dai vangeli ufficiali e farla raccontare dal suo ipotetico migliore amico: questo è il succo del lungo romanzo di Christopher Moore.
    Il rac ...weiter

    Provare ad immaginare la vita di Gesù negli anni non coperti dai vangeli ufficiali e farla raccontare dal suo ipotetico migliore amico: questo è il succo del lungo romanzo di Christopher Moore.
    Il racconto parte, quindi, dagli anni dell'infanzia, sviluppandosi tra trovate divertenti, domande profane e libere rivisitazioni degli episodi più noti, per arrivare fino al noto epilogo (anch'esso arricchito con qualche licenza di fantasia).
    Ma se all'inizio lo stile moderno e ironico (che sfiora il limite dell'irriverenza, senza mai superarlo veramente) sembra la chiave giusta per un'interpretazione che oscilla tra satira e sostanziale rispetto, tra parodia e deferenza, la mole dell'opera stempera il piacere della lettura, che si rivela troppo presto un po' noiosa ed, in fin dei conti, faticosa.

    gesagt am 

  • 1

    A un certo punto, dopo scontri con mostri, allenamenti di kung fu e judo, incontro con lo yeti (cioè, signori, il noto abominevole uomo delle nevi), battute da film hollywoodiani non proprio d'autore, ...weiter

    A un certo punto, dopo scontri con mostri, allenamenti di kung fu e judo, incontro con lo yeti (cioè, signori, il noto abominevole uomo delle nevi), battute da film hollywoodiani non proprio d'autore, m'aspettavo quanto meno l'avvistamento di un ufo ... ma ci si deve accontentare.
    Per il film suggerirei Norris o, visto il livello della sceneggiatura, Seagal.

    Si salva poco, quasi nulla, mezza pagina forse.

    gesagt am 

  • 5

    Felice, anzi felicissima, di averlo incontrato per caso al BookPride di Milano. Un ottimo libro, scritto benissimo e divertente. Capace, nonostante la spiccata ironia, di portare a profonde riflession ...weiter

    Felice, anzi felicissima, di averlo incontrato per caso al BookPride di Milano. Un ottimo libro, scritto benissimo e divertente. Capace, nonostante la spiccata ironia, di portare a profonde riflessioni.

    gesagt am 

Sorting by