Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Die Familie.

By Mario Puzo

(0)

| Others | 9783548258591

Like Die Familie. ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

23 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Allora, l'ho finito dopo averlo abbandonato e poi ripreso perché l'inizio - Puzo non me ne voglia dall'altro mondo - è lento, eh! Sicuramente la seconda parte è più scorrevole ma non so quanto ci sia lo zampino della Carol dato che nei commenti final ...(continue)

    Allora, l'ho finito dopo averlo abbandonato e poi ripreso perché l'inizio - Puzo non me ne voglia dall'altro mondo - è lento, eh! Sicuramente la seconda parte è più scorrevole ma non so quanto ci sia lo zampino della Carol dato che nei commenti finali ha detto che il marito le consegnò il capitolo finale O_O
    Saltando questi dettagli, devo dire che sono stata felice di aver letto finalmente il libro che Neil Jordan sbandiera a destra e a manca come ispiratore della serie TV (e penso che sia l'unico che abbia mai letto sull'argomento, visto come parla).
    Per quanto riguarda la caratterizzazione dei pg, siamo di fronte ai Borgia della serie TV, non c'è che dire, almeno con quanto abbiamo visto nella prima serie (sta diventando quasi un confronto, ma è quello che ho fatto durante tutta la lettura o almeno fino a quando gli eventi combaciavano), quindi abbiamo un Rodrigo che mi piace nonostante tutto, molto toccante la parte riguardante la sua morte, un Goffredo che sinceramente credo non sia né in cielo né in terra, una Lucrezia abbastanza sciapa diversa dalla latte&miele che vediamo portata sullo schermo da Holly ed un Cesare che - lasciatemelo dire - è un santo.
    Allora, questo libro sicuramente è totalmente o quasi incentrato su Cesare che tenta sempre di fare la cosa giusta, mentre la prima parte era dedicata a dire quanto fosse bello, figo, intelligente, sensuale ed INNOCENTE nel suo amore per la sorella la seconda parte è volta a metterlo in luce come uomo dalla coscienza di ferro - nonostante si tenti strenuamente di farlo apparire come uno stronzo per poi far vedere per quale motivo si comporti così - tant'è vero che sviluppa addirittura nei confronti di Caterina Sforza una sorta di sentimento che io proprio... mah.
    Un appunto ai personaggi: Duarte Brandao. Ora, va bene che ci vogliono i pg nuovi e tutto quanto, ma questo? Allora, sappiamo di Rodrigo come un accentratore del potere ed una persona molto chiusa per quanto riguardava gli affari e all'improvviso spunta fuori questo come il suo più grande confidente, compagno di merende, che in realtà muoveva tutta la baracca con queste illuminazioni mistiche alla Giacobbo. Pessimo, davvero.
    Sorvolo su Alfonso d'Aragona che fa la figura del citrullo, as always.
    Le libertà storiche e stilistiche sono passate più o meno sottobanco, nel senso che man mano che leggevo non prendevo appunti mentali per riutilizzare NULLA di questo libro, anzi volevo dimenticarlo in fretta per non farmi influenza come per esempio il Lago d'Argento... WTH?
    Questa tenuta immaginaria, in cui Cesare e Lucrezia si riuniscono ogni tre per due, compicciano come due conigli e non c'è nemmeno un processo psicologico a 'sto benedetto incesto.
    Io sono un'incester incallita ma la scena in cui Rodrigo guarda i due a letto mi ha lasciata a bocca aperta, cioè ... O.o
    Non è un libro che si sofferma sulle questioni politiche e storiche e per chi come me le trova leggermente noiose è anche piacevole come lettura, ecco, se si sorvola sugli aspetti descriti sopra, e si basa moltissimo sulle relazioni interpersonali .
    Ho dato tre stelline, una sorta di sufficienza perché alla fin fine non è così male, naturalmente non è un saggio ma per quel che costa it's worth it.

    Is this helpful?

    Lucrezia nelle nuvole said on Jun 2, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'inizio è un po' lento, poi la storia riesce, faticosamente, ad avviarsi, ed a quel punto appassiona. E' un romanzo comunque poco fluido, non mi ha entusiasmata.

    Is this helpful?

    Isotta said on May 8, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    3,5

    Puzo romanza esageratamente la storia dei Borgia, influenzando pesantemente la caratterizzazione dei personaggi sulla base delle sue opinioni a riguardo, inventando o ipotizzando molte cose.
    A volte un po' forzato, è tuttavia molto accurato e sicuram ...(continue)

    Puzo romanza esageratamente la storia dei Borgia, influenzando pesantemente la caratterizzazione dei personaggi sulla base delle sue opinioni a riguardo, inventando o ipotizzando molte cose.
    A volte un po' forzato, è tuttavia molto accurato e sicuramente una lettura interessante e piacevole. Se voleste conoscere meglio la storia di questa famiglia, questo sarebbe un ottimo modo per soddisfare la vostra curiosità.

    Is this helpful?

    nenetm said on Apr 18, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Acompañé el sufrimiento de Lucrecia en cada página... Que final! un final que toca lo más profundo del corazón...

    Is this helpful?

    Merariguevara said on Feb 25, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Pro: Da metà in poi, quando Cesare depone la porpora, il libro procede spedito e riesce a coinvolgere il lettore particolarmente negli ultimi capitoli. Alcuni personaggi, sempre nella seconda parte, sono ben riusciti.
    Contro: L'inizio è ...(continue)

    Pro: Da metà in poi, quando Cesare depone la porpora, il libro procede spedito e riesce a coinvolgere il lettore particolarmente negli ultimi capitoli. Alcuni personaggi, sempre nella seconda parte, sono ben riusciti.
    Contro: L'inizio è un po' lento ed è meglio non aspettarsi troppa esattezza dal punto di vista storico. Vari capri espiatori sono presentati all'altare per salvare la fama di Cesare; lo stesso Alessandro VI non è ritratto bene che alla fine.

    Is this helpful?

    theborgiasITA said on Jul 10, 2011 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book