Die Reisen des Mr. Leary.

By

Verleger: Fischer (Tb.), Frankfurt

3.8
(435)

Language: Deutsch | Number of Seiten: 368 | Format: Others | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , Italian , Spanish

Isbn-10: 3596157331 | Isbn-13: 9783596157334 | Publish date:  | Edition 2., Aufl.

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like Die Reisen des Mr. Leary. ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 3

    Temi importanti come il dolore, la famiglia, l'amore si celano dietro ad un racconto solo in apparenza banale. I personaggi sono ben delineati , ognuno con le proprie particolarità.

    gesagt am 

  • 4

    Ottimo rimedio per quei periodi in cui si è un po’ giù di corda, la vita scorre monotona e ci si sente impantanati. La vita resterà la stessa ma si può almeno sognare di stravolgerla.

    gesagt am 

  • 3

    I personaggi sono un po' forzati e la storia degli opposti che si attraggono è già letta e straletta, ma nel complesso è un buon libro "da weekend" o "da viaggio in treno", senza grandi pretese. Pecca ...weiter

    I personaggi sono un po' forzati e la storia degli opposti che si attraggono è già letta e straletta, ma nel complesso è un buon libro "da weekend" o "da viaggio in treno", senza grandi pretese. Peccato per la traduzione che ogni tanto riporta strafalcioni (mitica la "maglietta a T" per T-shirt)

    gesagt am 

  • 1

    scritto male e tradotto peggio

    Non so perchè mi ostino a leggere libri della Tyler. Devo proprio smettere. Visto che questo era abbastanza ben recensito ho deciso di ripriovarci, ma mi sono tovata davanti a personaggi antipatici, m ...weiter

    Non so perchè mi ostino a leggere libri della Tyler. Devo proprio smettere. Visto che questo era abbastanza ben recensito ho deciso di ripriovarci, ma mi sono tovata davanti a personaggi antipatici, malcostruiti, e ad una storia triste, grigia, sterile, in cui il ragazzo morto è il pretesto per non si sa cosa. Di certo non per l'approfondimento di una qualsivoglia elaborazione del lutto. La famosa storia degli opposti che si attraggono è talmente scontata da non venir nemmeno sviluppata con convinzione. Il piccolo Alexander mi fa pena, per non dire del cane. E la traduzione... mamma mia, fatta da un eremita venuto dal 1800... "una maglietta a T" (per T-shirt), "una conversione a U" (guidava una suora?). Insomma, mai più, mi dispiace.

    gesagt am 

  • 4

    Secondo romanzo che leggo di Anne Tyler.....e sicuramente ne leggerò altri.
    Questa scrittrice non ama giocare molto con le parole,la sua scrittura è fluida e si legge molto agevolmente.Le sue storie, ...weiter

    Secondo romanzo che leggo di Anne Tyler.....e sicuramente ne leggerò altri.
    Questa scrittrice non ama giocare molto con le parole,la sua scrittura è fluida e si legge molto agevolmente.Le sue storie, banali solo apparentemente,danno spunto a riflessioni e ragionamenti sulla condotta della vita.

    gesagt am 

  • *** Dieser Kommentar enthält Spoiler! ***

    3

    Macon proviene da un tran tran familista, e si è creato un tran tran piccolo borghese anche nel suo matrimonio. Di lavoro scrive guide turistiche che aiutano i commessi viaggiatori a mantenere il tran ...weiter

    Macon proviene da un tran tran familista, e si è creato un tran tran piccolo borghese anche nel suo matrimonio. Di lavoro scrive guide turistiche che aiutano i commessi viaggiatori a mantenere il tran tran durante le missioni all'estero- Il figlio Ethan però muore. L'irruzione dell'imprevisto incrina il tran tran. Macon, lasciato dalla moglie, si innamora di una squinzia precaria e frivola. Il turista per caso (in altri quartieri di Baltimora, in altre classi sociali) stavolta è lui.
    Inferiore agli altri libri di Tyler che ho letto. Ma la qualità della scrittura, soprattutto nell'uso del dettaglio quotidiano, sono sempre garantiti. Un utile complemento alla serie Hbo "The Wire", ambientata a Baltimora come i romanzi di Tyler.

    gesagt am 

  • 4

    e mezza

    Di tutti i bei romanzi di Anne Tyler questo rimane probabilmente il più bello. I personaggi, come sempre, escono dalle pagine straordinariamente vivi e reali, con tutti i loro difetti, le loro stranez ...weiter

    Di tutti i bei romanzi di Anne Tyler questo rimane probabilmente il più bello. I personaggi, come sempre, escono dalle pagine straordinariamente vivi e reali, con tutti i loro difetti, le loro stranezze e le loro originali qualità: escono dal libro e siedono, parlano e vivono accanto a noi, come fossero nostri amici o parenti; una specialità che non trovo in nessun altro scrittore contemporaneo. Sempre in miracoloso equilibrio fra malinconia, ottimismo, disperazione e allegria, le storie e i personaggi della Tyler danno a noi lettori la forza di andare avanti e di sperare per il meglio, senz’ombra di retorica o melensaggine, semplicemente affrontando la vita come si affronta un lavoro molto duro e spesso complicato ma che può valere la pena e dare soddisfazioni.
    Qui abbiamo un uomo terribilmente triste, un cane indisciplinato, una ragazza coraggiosa ma un po’ troppo esuberante, un matrimonio imprevisto e bizzarro, un bambino sempre malaticcio, una moglie insofferente, un paio di incidenti drammatici, una sorella nata per aiutare gli altri, anziani genitori eccentrici: ne esce un album di foto indimenticabili, e una bellissima storia d’amore, improbabile e dagli esiti incerti, ma appunto per questo bellissima.

    gesagt am