Dieci piccoli indiani

Di

Editore: A. Mondadori (Oscar scrittori moderni)

4.4
(14555)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 182 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Francese , Catalano , Svedese , Ceco , Greco , Olandese , Portoghese

Isbn-10: 8804507594 | Isbn-13: 9788804507598 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Beata Della Frattina ; Prefazione: Alex R. Falzon ; Postfazione: Alex R. Falzon

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , CD audio , eBook

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Dieci piccoli indiani?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dieci persone estranee l’una all’altra sono state invitate a soggiornare in una splendida villa a Nigger Island senza sapere il nome del generoso ospite. Eppure, chi per curiosità , chi per bisogno, chi per opportunità , hanno accettato l’invito. E ora sono lì su quell’isola che sorge dal mare simile a una gigantesca testa di negro che fa rabbrividire soltanto a vederla. Non hanno trovato il padrone di casa ad aspettarli; hanno trovato invece una poesia incorniciata e appesa sopra il caminetto della loro camera. E una voce inumana e penetrante che li accusa di essere tutti assassini. Per gli ospiti intrappolati è l’inizio di un interminabile incubo.
Ordina per
  • 5

    Non avevo mai letto nulla di Agatha Christie e volevo assolutamente leggere qualcosa. Ho scelto questo romanzo sia perchè è uno dei più conosciuti sia perchè quello che mi ispirava di più. Davvero un ...continua

    Non avevo mai letto nulla di Agatha Christie e volevo assolutamente leggere qualcosa. Ho scelto questo romanzo sia perchè è uno dei più conosciuti sia perchè quello che mi ispirava di più. Davvero un giallo ben pensato e scritto, sfido chiunque a predire la fine prima delle ultime pagine (l'autrice è bravissima a farti sospettare dei personaggi innocenti per distogliere l'attenzione dal vero colpevole).

    ha scritto il 

  • 4

    Perché non ho letto prima Dieci piccoli indiani della magistrale Agatha Christie?! È sempre stato lì, nella mia libreria, in attesa...
    Finalmente un giallo come si deve. Nessuna digressione inutile, a ...continua

    Perché non ho letto prima Dieci piccoli indiani della magistrale Agatha Christie?! È sempre stato lì, nella mia libreria, in attesa...
    Finalmente un giallo come si deve. Nessuna digressione inutile, anche se in alcuni punti avrei preferito una maggiore descrizione sia dei personaggi che degli eventi in generale, ma credo che ciò avrebbe compromesso l'aspetto essenziale di questo piccolo capolavoro.
    La trama segue un meccanismo ben calcolato, in modo tale che tutto si focalizza su un punto centrale: la ricerca dell'assassino, considerando che tutti possono essere sospettati finché non dimostrano la loro innocenza.
    Le domande ricorrenti sono semplici: chi è il signor Owen? Come avvengono gli omicidi? E tutto trova risposta alla fine (finale assolutamente inaspettato).

    ha scritto il 

  • 3

    Nononono, bellissima l'ambientazione sull'isola, bella l'idea delle dieci persone con lo scheletro nell'armadio ma...un giallo senza neanche un briciolo di indizi per capire da soli chi è l'assassino ...continua

    Nononono, bellissima l'ambientazione sull'isola, bella l'idea delle dieci persone con lo scheletro nell'armadio ma...un giallo senza neanche un briciolo di indizi per capire da soli chi è l'assassino proprio non lo posso accettare!

    ha scritto il 

  • 4

    A qualcuno è mai capitato di scorrere le pagine in avanti, giusto per vedere quante ne mancano alla fine del capitolo? Magari siete stanchi, a letto, gli occhi si stanno per chiudere, ma c'è ancora un ...continua

    A qualcuno è mai capitato di scorrere le pagine in avanti, giusto per vedere quante ne mancano alla fine del capitolo? Magari siete stanchi, a letto, gli occhi si stanno per chiudere, ma c'è ancora una briciola di lucidità intellettiva che vi spinge a dire che se mancano due, tre pagine al prossimo capitolo, forse è fattibile leggerle prima di morire addormentati. Ecco, a me è successo leggendo Dieci piccoli indiani, e ovviamente mi sono spoilerata da sola il chi della situazione. Lo sapevo che non lo dovevo fare, lo sapevo lo giuro, però è stato più forte di me: volevo dormire ma volevo ancora leggere. Con i gialli però è un'autospoileramento telefonato, dovevo e dovrò starci più attenta.

    Imprecazioni sussurrate sotto le coperte alle due di notte a parte, me lo sono goduto questo giallo a “isola chiusa” della Christona. Come tutte le sue narrazioni anche questa scorre davvero bene, e da signora del Giallo quale lei era e sarà per sempre, la curiosità di capire chi, cosa e come è costantemente stimolata, tant'è che credo siano pochi quelli che non si sono bevuti in un sorso questa bella storia di morte e morti mezza degenerata.

    Che poi, son dell'idea che i gialli della Christie andrebbero letti sempre due volte: la prima per lasciarsi trasportare da quella abitudinaria scia di morte che culmina nella scoperta dell'assassino ( senza che in tutto questo ci si capisca poco più di una mazza); la seconda per rivivere tutto col senno di poi, assaporando quel pizzico di superbia che finalmente ci distingue da quei poveri inetti e ignari personaggi.

    Comunque, devo ammettere con onestà che preferisco i casi di Miss Marple e Poirot sopra tutti; considero Dieci piccoli indiani un testo leggermente sopravvalutato tra la sconfinata produzione di capolavori della Signora, ma questo è una mia opinione personale. Però, narrazione di genere sempre valida e godibile, dal gusto retrò che mai stanca. Proverò a rileggerlo in lingua originale, prima o poi.

    ha scritto il 

  • 4

    Wow

    E' il primo libro di Agatha Christie che leggo e devo dire che mi ha lasciata a bocca aperta fino all'ultima pagina... Non vi preoccupate, non vi svelerò nulla dell'assassino e sul suo modo di agire c ...continua

    E' il primo libro di Agatha Christie che leggo e devo dire che mi ha lasciata a bocca aperta fino all'ultima pagina... Non vi preoccupate, non vi svelerò nulla dell'assassino e sul suo modo di agire con astuzia e furbizia. Si tratta di un libro ricco di dettagli e minuziose descrizioni dei vari personaggi coinvolti. Una lettura piacevole.

    ha scritto il 

  • 5

    Labirintico

    L'autrice di gialli più famosa di sempre mostra tutta la sua abilità nel creare labirintici intrecci narrativi, proprio perché in questo caso mette le carte subito in tavola e le scopre man mano facen ...continua

    L'autrice di gialli più famosa di sempre mostra tutta la sua abilità nel creare labirintici intrecci narrativi, proprio perché in questo caso mette le carte subito in tavola e le scopre man mano facendoci assaporare tutta la sospance degna dei migliori thriller.

    ha scritto il 

  • 4

    Il giallo per antonomasia. L'ansia palpabile, la sfiducia nell'altro che pagina dopo pagina porta il lettore ad un epilogo inaspettato.
    Consigliato anche ad un pubblico giovane che si avvicina per la ...continua

    Il giallo per antonomasia. L'ansia palpabile, la sfiducia nell'altro che pagina dopo pagina porta il lettore ad un epilogo inaspettato.
    Consigliato anche ad un pubblico giovane che si avvicina per la prima al genere.

    ha scritto il 

  • 5

    E’ uno dei pochi libri, come “Assassinio sull’Orient Express”, che ti fa “scervellare” e ti prende con sé come se fossi tu uno dei protagonisti.
    In alcuni momenti fa pure paura …
    Angelica - prima med ...continua

    E’ uno dei pochi libri, come “Assassinio sull’Orient Express”, che ti fa “scervellare” e ti prende con sé come se fossi tu uno dei protagonisti.
    In alcuni momenti fa pure paura …
    Angelica - prima media

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per