Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Digiunare, divorare

By Anita Desai

(3)

| Hardcover

Like Digiunare, divorare ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

14 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Fasting, Feasting (1999)

    Avevo aspettative altissime per questo libro, forse perché lo cercavo da parecchio nell'usato. Invece ho trovato storia e soprattutto personaggi sconsolanti, per cui non c'è azione, speranza, nemmeno un finale

    Is this helpful?

    Yuugure said on Sep 15, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Offre interessanti spunti di riflessione sul tema, ma la storia sembra non voler mai decollare. Peccato.

    Is this helpful?

    Camilla said on Jul 19, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Uma, non bella, non più giovane e non molto brillante trascina una vita monotona e soffocante in un villaggio della pianura del Gange, schiava di due genitori che, dietro l'apparenza dell'amorevolezza, frustrano ogni suo tentativo di emancipazione o ...(continue)

    Uma, non bella, non più giovane e non molto brillante trascina una vita monotona e soffocante in un villaggio della pianura del Gange, schiava di due genitori che, dietro l'apparenza dell'amorevolezza, frustrano ogni suo tentativo di emancipazione o anche solo di allargare gli orizzonti del mondo angusto in cui è costretta a muoversi.
    Arun, il fratello più piccolo, arrivato quando nessuno più immaginava che il grembo di sua madre potesse ospitare una vita, unico maschio della famiglia, diventa il depositario di tutte le aspettative dei genitori, in particolare del padre, che non esita un istante a programmargli la vita e a mandarlo a studiare in America.
    Qui il ragazzo si confronta con la sua incapacità di stringere legami con i suoi coetanei e si ritrova, suo malgrado, ospite di una conoscente, imprigionato in una vita famigliare che lui stesso avrebbe voluto fuggire e che rieccheggia, pur con modalità diverse, le stesse atmosfere della famiglia d'origine.
    Un libro diviso in due parti, forse un pò sbilanciato, con una prima parte che scorre pacata, ricca di atmosfera e dei ritmi languidi di un villaggio indiano, anche se , dietro la apparentemente idilliaca facciata di una famiglia all'antica, non fatica a trasparire la violenza che le tradizioni e i rapporti sociali possono esercitare, in particolare sulle donne (basti leggere le pagine relative al matrimonio di Uma o alla morte della cugina).
    Nella seconda parte, che vede da vicino una estate della vita da studente di Arun, l'atmosfera si fa subito più cupa e oppressiva, con punte di pura angoscia nelle pagine che descrivono le incursioni ai centri commerciali. Viviamo la solitudine di Arun e il suo imbarazzo nel vivere da spettatore (tale lo rendono la sua incapacità a farsi coinvolgere dalle persone, ma anche la sua rigida educazione)il disfacimento dei rapporti famigliari e interpersonali in un mondo dove, forse, lui è il meno solo.

    Is this helpful?

    Panirobbi said on Apr 15, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Scritto bene. Interessante perché descrive in maniera non folcloristica un mondo (India) per noi lontano, geograficamente e culturalmente, ma in realta' vicino nei sentimenti dei personaggi.

    Is this helpful?

    Alegna said on Jan 31, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Scritto bene; irritante però l'atteggimento della protagonista.

    Is this helpful?

    Mati said on Jul 8, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un romanzo davvero bello e non stereotipato sull'india. Un romanzo carico di tristezza, di angoscia e di peso, in cui ci viene presentata l'india delle tradizioni più ferree, più retrograde e più rigide, in un racconto che, se da un lato scorre lento ...(continue)

    Un romanzo davvero bello e non stereotipato sull'india. Un romanzo carico di tristezza, di angoscia e di peso, in cui ci viene presentata l'india delle tradizioni più ferree, più retrograde e più rigide, in un racconto che, se da un lato scorre lento, dall'altro sembra quasi soffocarti. Due sorelle e un fratello, trattati con una disparità allarmante dai loro genitori, un'unica incombente entità definita mammaepapà, in modo da non tenere in assoluta considerazione desideri e attitudini. Tre figli che crescono iondifferenti, o onfelici, o insoddisfatti. Un romanzo in cui il cibo è la metafora perfetta per descrivere l'affetto ossessivo e negativo, la frustrazione, il desiderio di uscire fuori da sé. La seconda parte del romanzo è ambientata negli USA, dove il figlio maschio è stato mandato a studiare, creando un parallelo tra il vuoto familiare americano e il fin troppo pieno indiano. Un romanzo duro e lucido, scritto con uno stile secco e asciutto, un romanzo che io ho divorato finoa sentirmene oppressa.

    Is this helpful?

    ardid79 said on Feb 17, 2010 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (3)
  • Hardcover 220 Pages
  • Publisher: Mondolibri
  • Publish date: 2001-01-01
  • Also available as: Others
Improve_data of this book

Groups with this in collection