Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Dilbert

The joy of work

By

Publisher: Boxtree

4.0
(106)

Language:English | Number of Pages: 272 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 0752272225 | Isbn-13: 9780752272221 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio Cassette

Category: Comics & Graphic Novels , Computer & Technology , Humor

Do you like Dilbert ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 0

    "Nel tuo cubicolo puoi produrre una colonna sonora in grado di far impazzire i colleghi. Può essere un’esperienza esilarante. Ogni collega è diverso, quindi potranno essere necessari alcuni esperimenti per determinare i suoni più molesti per il tuo vicino di cubicolo. Ma ne vale la pena.


    U ...continue

    "Nel tuo cubicolo puoi produrre una colonna sonora in grado di far impazzire i colleghi. Può essere un’esperienza esilarante. Ogni collega è diverso, quindi potranno essere necessari alcuni esperimenti per determinare i suoni più molesti per il tuo vicino di cubicolo. Ma ne vale la pena.

    Un messaggio da Scott Adams
    A mio parere, la prossima moda del design per uffici si applicherà a eliminare l’ultimo nemico della produttività: la tua felicità. La felicità non è un oggetto fisico, come una porta o una parete. Ma è legata alle condizioni materiali. I manager lo questo: se riescono a eliminare ogni traccia di felicità, i dipendenti non si preoccuperanno più del loro ambiente di lavoro. Una volta che ti hanno affossato nella più completa infelicità, non ti darà più fastidio essere trattato come uno straccio per pavimenti e vegetare in una scatola da scarpe.
    Nel momento in cui ho avvertito questa nuova inquietante minaccia alla felicità lavorativa, ho avviato un’indagine e ho scoperto che il progetto non riguarda solo l’ambiente di lavoro. In questi mesi le aziende stanno lanciando una grande offensiva, su tutti i fronti, contro la felicità dei dipendenti. Avevo un’unica possibilità per oppormi a questo orrore.
    Scrivere un altro libro di Dilbert.
    Può sembrare un’esagerazione, ma ritengo sia un mio dovere nei confronti della società. Me l’hanno detto in molti: era giunto il momento di “dare qualcosa alla comunità”. La faccenda mi ha inquietato, finché non mi sono accorto di una cosa: nessuno arreda casa mia con panchine da giardino e segnali stradali. Così ho dedotto che nel mio caso “dare qualcosa alla comunità” è una specie di appello a scrivere questo libro, e poi far pagare la comunità perché se lo legga.
    Nella prima parte di questo libro spiego come trovare la felicità a spese dei colleghi, dei dirigenti, dei clienti e – soprattutto – a spese di quei fannulloni degli azionisti. Nella seconda parte illustro il mio metodo per ricavare un sacco di risate dalle situazioni quotidiane – insomma, per prendere in giro i molestatori che vi circondano. La terza parte è fatta di pagine assolutamente invisibili. Ecco perché questo libro vi sembra più pesante di quello che è.

    said on 

  • 4

    La parte centrale dei consigli l'ho trovata un po pesante. Per il resto del libro ci sono cose veramente irresistibili come la battuta su Boutros Boutros Ghali!

    said on 

  • 3

    Ironico e talvolta così triste perchè in fondo in fondo maledettamente vero: lo spauracchio del cubicolo, la gente del marketing (che vivendo di soli party crede che il PC sia un microonde), i manager incompetenti.
    Fantastiche le mail vere di "corredo" ai principi esposti dall'autore. ...continue

    Ironico e talvolta così triste perchè in fondo in fondo maledettamente vero: lo spauracchio del cubicolo, la gente del marketing (che vivendo di soli party crede che il PC sia un microonde), i manager incompetenti.
    Fantastiche le mail vere di "corredo" ai principi esposti dall'autore.

    Geniale l'idea di dormire per terra nel proprio ufficio dissimulando il fatto fingendo di cercare qualcosa di caduto.

    said on 

  • 4

    Geniale e divertentissimo

    Un misto di sarcasmo e satira a livelli altissimi. Si ride davvero tanto. Proprio bello. Il lato negativo é dato dal fatto che quello che c'é scritto é "maledettamente" vero.

    said on