Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Dimagrire senza dieta

Di

Editore: A. Mondadori (Ingrandimenti)

3.2
(46)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 142 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804613858 | Isbn-13: 9788804613855 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Ti piace Dimagrire senza dieta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Da alcuni anni osservo nel mio studio l'anima di chi ingrassa. Più di tutto mi colpisce la lotta, la battaglia di moltissime persone per ritrovare la linea. "Devo farcela, voglio farcela...", si ripetono. Compiono sforzi indicibili, provano diete di tutti i tipi, quasi sempre fallimentari. Naturalmente quando trasgrediscono il senso di colpa è grande. Più il senso di colpa aumenta, più il senso di sconfitta si accresce e più si torna a mangiare. Questo libro è dedicato a coloro che vogliono uscire da questo frustrante circolo vizioso. Non potremo eliminare i chili in più diventando dei docili soldatini che, a orari cadenzati, mangiano la mela, la fettina di fesa, il petto di pollo... Non è possibile dimagrire, se prima non abbiamo risvegliato una passione, un desiderio, un interesse che magari avevamo sopito per anni e anni. Spesso il grasso copre e nasconde le nostre aspirazioni più profonde, la nostra voglia di provare piacere." Mettendo insieme la sua esperienza di psicoterapeuta, le sue conoscenze mediche e la sua visione filosofica, Raffaele Morelli ribalta molti dei luoghi comuni sulle diete e propone un metodo tanto semplice quanto rivoluzionario. Un approccio psicosomatico, che pone la nostra mente al centro di tutto, e senza sacrifici ci fa ritrovare la linea e la gioia di vivere.
Ordina per
  • 1

    Soldi buttati, per fortuna non miei ergo come sprecare carta, tempo, soldi ed inchiostro

    Nella mia modesta opinione, questo libro è una raccolta di frasi che dovrebbero fare effetto ma a me personalmente fanno solo innervosire. Il mio percorso accademico mi ha portata, e mi porta, ad approfondire tematiche relative alla nutrizione, e leggere cose del genere "L'educazione alimentare d ...continua

    Nella mia modesta opinione, questo libro è una raccolta di frasi che dovrebbero fare effetto ma a me personalmente fanno solo innervosire. Il mio percorso accademico mi ha portata, e mi porta, ad approfondire tematiche relative alla nutrizione, e leggere cose del genere "L'educazione alimentare di tanti nutrizionisti è utile, ma l'unica cosa che conta davvero, per dimagrire, è ricordarsi della nostra originalità, dell'Immagine unica che abita in ciascuno di noi", della serie che mi è servito a fare studiare se poi per aiutare i miei pazienti a perdere peso basta che gli ricordo che hanno una propria "Immagine unica" ? tanto vale che gli do direttamente una fotocopia della pagina di questo libro.
    Il bello che non ho ancora letto neanche un quarto del libro ma mi sta facendo diventare una bestia.
    SEMPLICEMENTE INSULSO

    ha scritto il 

  • 3

    L'idea che sta alla base del libro è condivisibile, poi mettere in pratica e fare scaturire da ciò i decantati risultati non mi sembra così facile come Raffaele Morelli vuole farlo apparire. Comunque, si poteva dire tutto in metà delle pagine!

    ha scritto il 

  • 2

    Il potere della mente

    Un metodo psicosomatico per dimagrire? Basta imporsi che dobbiamo mangiare meno per perdere peso?
    Morelli ha scoperto l’uovo di Colombo: se invece di pensare a mangiare, ti trovi un hobby vedrai che dimagrirai.. Grazie genio!
    Ma secondo te se una povera casalinga mezza disperata con u ...continua

    Un metodo psicosomatico per dimagrire? Basta imporsi che dobbiamo mangiare meno per perdere peso?
    Morelli ha scoperto l’uovo di Colombo: se invece di pensare a mangiare, ti trovi un hobby vedrai che dimagrirai.. Grazie genio!
    Ma secondo te se una povera casalinga mezza disperata con una nidiata di bambini e un marito che non l’aiuta si rifugia nel cibo e mette su venti kg, ci vuole che le suggerisci tu di trovarsi una passione per aiutarla? Lo sa anche lei penso.. Il problema è che in quel momento quella persona vede che la sua unica passione sono le brioche che compra al forno quando compra il pane o la nutella compresa di cucchiaino incastrato nel barattolo!!
    Ho preso il libro in biblioteca per curiosità, non l’avrei mai comprato. Ero curiosa di sapere quale metodo rivoluzionario suggerisse questa volta il Morelli. Ma che delusione.. Quanti frasi fatte, quante banalità.. E’ ovvio che spesso chi ingrassa è insoddisfatto per qualcosa, ma può essere anche che prevalga il lato epicureo e godereccio del mangiare.. Per quanto mi riguarda io metto su qualche kg proprio quando faccio cose nuove (quelle che l’autore suggerisce invece per perdere peso), tipo quando vado in vacanza e assaggio tutte le novità del posto, o quando faccio cene con persone con cui mi trovo perfettamente a mio agio. Non è sempre vero che nel cibo si affogano i dolori, per me è un’esaltazione dei piaceri!!!

    ha scritto il 

  • 2

    Riuscirò mai a dimagrire? ;-)

    Non ho molta stima per quegli psicologi e psicoterapeuti che, perennemente presenti nei salotti televisivi, sono proposti come veri e propri "guru" della loro professione. Anche Morelli non si sottrae a questo pregiudizio...


    Tuttavia ho acquistato questo libro nella speranza di trovare qua ...continua

    Non ho molta stima per quegli psicologi e psicoterapeuti che, perennemente presenti nei salotti televisivi, sono proposti come veri e propri "guru" della loro professione. Anche Morelli non si sottrae a questo pregiudizio...

    Tuttavia ho acquistato questo libro nella speranza di trovare qualche suggerimento per sostenere il mio desiderio di perdere definitivamente qualche chilo.

    Il testo, che si legge velocemente ed è a tratti interessante, non propone però nulla di nuovo. Che mantenere un regime alimentare adeguato fosse una questione di "testa" e di "benessere interiore" non è in fondo una gran novità!

    Scrive Morelli nelle conclusioni al suo libro: "L'unica regola a cui mi attengo e che consiglio ai miei pazienti [...] è quella che mi ha insegnato un vecchio contadino molti anni fa. 'Il primo [segreto] è quello di non mangiare le cose che ti mettono sete'. Vuoi dimagrire davvero? Elimina subito zuccheri e cibi salati [...]. Il secondo segreto invece di natura psicosomatica. Sentite cosa mi ha detto il contadino: ' Dimagrire è prima di tutto una questione di testa' [...]. Ho scoperto che si ingrassa soprattutto quando ci si sente spenti, senza entusiasmo, quando si cova un senso di inadeguatezza e, soprattutto, di rassegnazione".

    Le rimanenti centoquaranta pagine non aggiungono nulla di più.

    ha scritto il 

  • 2

    Sempre gli stessi concetti: si mangia per colmare un vuoto, non si guarisce se non dopo aver trovato fonti diverse di interesse, c'è una persona magra dentro di noi che aspetta solo di essere liberata.
    A ciò si aggiungono direttive che hanno in sé il gene della follia: “pensa di essere un f ...continua

    Sempre gli stessi concetti: si mangia per colmare un vuoto, non si guarisce se non dopo aver trovato fonti diverse di interesse, c'è una persona magra dentro di noi che aspetta solo di essere liberata.
    A ciò si aggiungono direttive che hanno in sé il gene della follia: “pensa di essere un fiore (sic!)” su tutte. Insomma, il solito libro per grassi scritto da un uomo normopeso: può affascinare e magari farsi divorare, ma non risolve alcunché.

    ha scritto il