Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Dio non è grande

Come la religione avvelena ogni cosa

By Christopher Hitchens

(794)

| Paperback | 9788806183370

Like Dio non è grande ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"La fede religiosa è inestirpabile, appunto perché siamo creature ancora in evoluzione. Non si estinguerà mai, o almeno non si estinguerà finché non vinceremo la paura della morte, del buio, dell'ignoranza e degli altri". Questa la tesi da cui parte Continue

"La fede religiosa è inestirpabile, appunto perché siamo creature ancora in evoluzione. Non si estinguerà mai, o almeno non si estinguerà finché non vinceremo la paura della morte, del buio, dell'ignoranza e degli altri". Questa la tesi da cui parte "Dio non è grande". Muovendosi tra l'analisi dei testi di fondazione delle grandi religioni (Bibbia e Corano sopra tutti) e la riflessione sull'attualità politica e sullo scontro di civiltà in atto, Hitchens costruisce un implacabile atto di accusa contro le follie cui l'uomo si abbandona nel nome di una fede: oscurantismo, superstizione, intolleranza, senso di colpa, terrore verso la sessualità, anti-secolarismo. Contro questi non-valori, e memore della grande tradizione laica anglosassone, Hitchens reclama un ritorno alle idee dell'illuminismo, intessendo un elogio arguto e a tratti commovente della ragione umana. Un saggio che senza mai rinunciare alle armi dell'ironia e del paradosso, costringe faziosamente il lettore a schierarsi.

112 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    si necesitas una razon para librarte de la religion, empieza a leer este libro. si necesitas dos razones, sigue leyendo, si necesitas 3, continua, y si necesitas 652 sigue y sigue leyendo porque hay incontables razones en este libro para ello.

    Is this helpful?

    bookkanero said on Jan 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    【宗教的是與非】


    這樣的書名大概會惹惱基督徒,引來拒讀風波,
    不過我也是基督徒,卻不會為了這樣的書名大動肝火。
    閱讀本身沒有不對,再說宗教是人類創造的,但上帝本身卻是自有永有的,兩者並無衝突。
    只要是基督徒 人手一本《聖經》翻看第一章便知,起初人創造天地的來歷,並沒有說祂創造宗教;
    祂以聖經留世,不過是期待人們能更認識祂,
    了解真理並非人們口中宗教那樣呆板,看看大自然 有哪一樣受造物不是活靈活現,充滿生氣?!

    宗教本身並無法使人徹底從惡性中悔改,除非生命遭遇非常事,身心皆受極大的調整 (敗壞之先, ...(continue)


    這樣的書名大概會惹惱基督徒,引來拒讀風波,
    不過我也是基督徒,卻不會為了這樣的書名大動肝火。
    閱讀本身沒有不對,再說宗教是人類創造的,但上帝本身卻是自有永有的,兩者並無衝突。
    只要是基督徒 人手一本《聖經》翻看第一章便知,起初人創造天地的來歷,並沒有說祂創造宗教;
    祂以聖經留世,不過是期待人們能更認識祂,
    了解真理並非人們口中宗教那樣呆板,看看大自然 有哪一樣受造物不是活靈活現,充滿生氣?!

    宗教本身並無法使人徹底從惡性中悔改,除非生命遭遇非常事,身心皆受極大的調整 (敗壞之先,人心驕傲;尊榮以前,必有謙卑。)
    神就是愛。神可沒說神祂就是宗教,有些人誤以為不信上帝就下地獄,
    若真是這樣,那我們每個人應該早被打入地獄,何苦會生在世上。
    愛神是人因受神感召,
    神愛人,透過生命受建造的關,會愈來愈緊密,如同呼吸。
    人不能不呼吸,照樣神愛人的心也同樣,祂愛人便愛到底。

    世上宗教百百款,有人因宗教受害是不爭的事實,更有人以宗教斂財,更是罪無可赦。
    神可沒允許人們自作主張,以宗教之名,行惡欲之實,
    真該要被批判的是人性裡的卑劣,竟想以宗教來遮掩惡行,萬萬不該 !

    如果要探討神學,聖經是最佳的參考指南。
    而這書只是把人們利用宗教包裝神話,以謊言敗壞人心,這才是為人所詬病之所在。
    作者也有基督信仰的背景,對聖經知之甚詳,他提出的論點在我讀來頗有趣。

    Is this helpful?

    阿伯伯 said on Nov 12, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dio non è grande
    L'ego di Hitchens, in compenso, è smisurato.
    Se ce ne fosse ancora bisogno le sue argomentazioni contro metafisica e dogmi sono davvero eccellenti.

    Is this helpful?

    Moma77 said on Nov 7, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    A truly good read with a bit of a clunky ending

    Hitchen's 'God is not Great' is a good read and I recommend it to anyone who is interested in reading an eloquent rebuttal of religion. Hitchens sure seems to know what he is talking about.
    The last two chapters, however, are a bit clunky and hasty a ...(continue)

    Hitchen's 'God is not Great' is a good read and I recommend it to anyone who is interested in reading an eloquent rebuttal of religion. Hitchens sure seems to know what he is talking about.
    The last two chapters, however, are a bit clunky and hasty and it feels as if Hitchens is writing outside his area of expertise (or maybe it was the translation, since I read the Dutch version).
    But on the whole it is a good and interesting read.

    Is this helpful?

    Corstin said on Oct 28, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    一直很想問這本書封面設計怎麼了。
    作者對於回教與天主 / 基督教的批判很棒,但對於佛教 / 印度教等東方宗教的著墨則略顯不足,導致不足以說服我這些看起來較為溫和的宗教也如同西方主流宗教那般邪惡,期望他之後能有新作剖析一下(或華文地區作者有類似作品)。

    Is this helpful?

    八角刺 said on Sep 8, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Il manifesto della ragione e del laicismo...

    …ovvero, come godere della lettura di un testo nel quale ci riconosciamo totalmente e che avremmo voluto scrivere personalmente, se avessimo avuto gli strumenti, le conoscenze e lo stile di Christopher Hitchens.
    Un libro importante – per non dire fon ...(continue)

    …ovvero, come godere della lettura di un testo nel quale ci riconosciamo totalmente e che avremmo voluto scrivere personalmente, se avessimo avuto gli strumenti, le conoscenze e lo stile di Christopher Hitchens.
    Un libro importante – per non dire fondamentale, a rischio di risultare enfatico – che fa serenamente giustizia di tutte le castronerie che per secoli le varie confessioni religiose hanno propinato agli umani, tenendoli sotto la sferza di anatemi, interdetti, superstizioni, se non addirittura di vere e proprie misure “corporali”, come impararono (e imparano) a proprie spese tutti coloro che hanno osato solo dubitare della “verità rivelata” di turno.
    In questo, Hitchens è equanime: ce n’è per tutti. Cristiani, musulmani, ebrei, buddisti, indù e perfino quelli che si presentano con il fascino dei culti orientali, così gioiosamente rivestiti di arancione, e profumano di incensi vari al suono di lievi campanellini risonanti.
    La verità è che non esiste (e non è mai esistita) una religione che, non solo fosse della benché minima utilità per gli uomini e le donne che l’hanno abbracciata, ma che non abbia portato danni, divisioni, devastazioni, lutti. Anzi, qualcuno che se ne è avvantaggiato c’è: chi se ne è posto a capo e nel nome di un dio di cui si è autoproclamato erede o successore o rappresentante ha imposto il suo potere e le regole a lui e ai suoi pari più convenienti.
    Non v’è dubbio che, messe tutte in fila, fanno non poca impressione le favole su cui si sono andate costruendo le religioni tuttora in “esercizio” sul nostro pianeta e ci si domanda sgomenti come sia possibile che milioni di persone vi prestino fede e, in alcuni casi (troppi, purtroppo), siano addirittura pronti a morire e a uccidere per vederne trionfare i principi.
    Le argomentazioni di Hitchens sono fondate su ragionevolezza, tolleranza, umanesimo, buon senso e sembra davvero difficile confutarle. Ma noi sappiamo bene come spesso le religioni non abbiano bisogno di confutare le tesi che le contrastano: hanno strumenti ben più “persuasivi” per confermare se stesse e i loro incredibili fondamenti.
    Il libro contiene parti involontariamente comiche, come il capitolo dedicato ai mormoni, altre che fanno rabbrividire, come il rapporto tra il nazismo e la chiesa di Roma, altre sorprendenti, come tutte le volte che vengono evidenziate sospette alleanze tra culti altrimenti ostili, in nome del principio “cane non mangia cane”.
    Ho deciso. Ne acquisterò almeno una decina di copie e le regalerò a tutti quelli che mi sembra siano ancora in grado di fare un po’ di pulizia interiore e rendere il proprio cervello un tantino permeabile alla critica e al libero pensiero.
    E’ da quando ero studente e scoprii La storia della filosofia occidentale di Bertrand Russell che non mi entusiasmavo tanto. Provare per “credere”…sempre con cautela, naturalmente.
    29/08/13

    Is this helpful?

    Ludwig said on Aug 29, 2013 | 2 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book