Dio non è grande

Come la religione avvelena ogni cosa

Di

Editore: Mondolibri (su licenza Einaudi)

4.0
(616)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 271 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Chi tradizionale , Francese , Olandese

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Mario Marchetti

Disponibile anche come: eBook

Genere: Filosofia , Religione & Spiritualità , Scienze Sociali

Ti piace Dio non è grande?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"La fede religiosa è inestirpabile, appunto perché siamo creature ancora inevoluzione. Non si estinguerà mai, o almeno non si estinguerà finché nonvinceremo la paura della morte, del buio, dell'ignoranza e degli altri".Questa la tesi da cui parte "Dio non è grande". Muovendosi tra l'analisi deitesti di fondazione delle grandi religioni (Bibbia e Corano sopra tutti) e lariflessione sull'attualità politica e sullo scontro di civiltà in atto, Hitchens costruisce un implacabile atto di accusa contro le follie cui l'uomosi abbandona nel nome di una fede: oscurantismo, superstizione, intolleranza,senso di colpa, terrore verso la sessualità, anti-secolarismo. Contro questi non-valori, e memore della grande tradizione laica anglosassone, Hitchens reclama un ritorno alle idee dell'illuminismo, intessendo un elogio arguto e atratti commovente della ragione umana. Un saggio che senza mai rinunciare allearmi dell'ironia e del paradosso, costringe faziosamente il lettore a schierarsi.
Ordina per
  • 1

    Ho avuto occasione di discutere di questo libro qualche tempo fa, con un mio amico ateo quanto me e sicuramente più mangiapreti. Ci siamo trovati dello stesso parere.

    Più che un motivo di indignazione ...continua

    Ho avuto occasione di discutere di questo libro qualche tempo fa, con un mio amico ateo quanto me e sicuramente più mangiapreti. Ci siamo trovati dello stesso parere.

    Più che un motivo di indignazione per i credenti, una motivo di imbarazzo per i laici.

    Imbarazzante che un'ampia fetta dell'intelligencia mondiale lo consideri una delle massime espressioni del pensiero laico odierno.
    Imbarazzante la trattazione dei testi sacri condotta senza un abbozzo di criterio metodologico.
    Imbarazzante lo stile da polemica da bar, con provocazioni che vanno dal becero all'infantile, pietosamente mascherata da satira.
    Imbarazzante la generalizzazione indiscriminata che viene compiuta nei confronti di religioni che, oggettivamente, presentano al loro interno una molteplicità di correnti tra loro sensibilmente discordanti - vedi l'Islam, è così difficile ricordarsi che il Wahabismo ( a cui fanno capo Bin Laden, i Talibani e l'Isis) è una componente minoritaria all'interno dell'universo musulmano ?
    Imbarazzante la descrizione iniziale della società utopica fatta di hipster razionalisti - l'equivalente italiano ce lo vedo nel grillino imborghesito - che trascorrono l'idilliaca esistenza tra apericene , gallerie d'arte e freddure su quanto faccia pena la religione.

    Come critica alla religione positiva manca di qualsiasi obiettività e coerenza, come critica all'essenza della religione non va più in là di un vago ed immaturo positivismo per scientisti dell'ultim'ora.

    Ah, l'amico di cui parlavo lo lesse ai tempi del ginnasio e lo piazzò sul banco per scandalizzare un professore cattolico narcisista, bigotto e insopportabile. Credo che sia l'unico scopo sensato concepibile per questo presunto saggio. A parte ovviamente utilizzarne la carta per fare ostie.

    Questo invece è come la penso io sull'identità laica dell'Occidente e il ruolo storico del monoteismo

    http://saltuarioaldebaran.com/2014/08/27/unnuovo/#more-135

    ha scritto il 

  • 4

    Sottoscrivo tutto

    29.08.2015 Secondo me il classico livre de chevet, anche perchè leggerlo tutto in un colpo è un po' faticoso, sia per l'argomento che per la scrittura, però sì, ho trovato qualcuno che usa le parole p ...continua

    29.08.2015 Secondo me il classico livre de chevet, anche perchè leggerlo tutto in un colpo è un po' faticoso, sia per l'argomento che per la scrittura, però sì, ho trovato qualcuno che usa le parole per dire quello che penso e non ho mai saputo esprimere.
    Comunque la domanda delle cento pistole è: perchè i fanatici religiosi non riescono a lasciare che ognuno la pensi come vuole senza costringere a convertirsi o uccidere chi non crede nel loro dio?
    22.09.2015 Bello ma un po' ostico. Ne leggo solo un capitolo alla volta e poi mi lascio qualche giorno per rifletterci. Anche la sua scrittura non aiuta, non è propriamente lo stile giornalistico. Quasi sempre devo rileggere i paragrafi due volte per capire cosa intende e quando cita passi da libri specialistici o di autori dei secoli scorsi o brani dei vari predicatori, beh, anche lì la ridondanza non aiuta. Però sono sempre più d'accordo con quello che dice.
    11.10.2015 Risottoscrivo tutto. Il mio ateismo dubbioso ora lo è molto meno. Fatico a dichiararmi atea per via della istruzione religiosa che ho avuto, anni di martellamento nell'infanzia qualcosa lasciano, ma questo libro mi ha aperto ancora più gli occhi e detto le parole che non sapevo esprimere. Da rileggere assolutamente.

    ha scritto il 

  • 2

    Pur partendo da una tesi di fondo che personalmente condivido appieno, leggendo il libro si fatica a vedere un discorso unitario e approfondito: se, infatti, la domanda o l'argomento che si pone all' ...continua

    Pur partendo da una tesi di fondo che personalmente condivido appieno, leggendo il libro si fatica a vedere un discorso unitario e approfondito: se, infatti, la domanda o l'argomento che si pone all'inizio di ogni capitolo viene trattato attraverso episodi concreti, da questi episodi non si arriva mai a trarre le fila del discorso. Il punto è che trattare il tema religioso senza un minimo di analisi sociologica rischia di diventare sterile e fine a se stesso. Può compiacere il lettore che condivide la tesi dello scrittore circa la stupidità intrinseca delle religioni, ma il risultato è innocuo. Peccato.

    ha scritto il 

  • 5

    9

    Increible recopilacion de motivos para que la religion desaparezca de nuestras vidas de una vez por todas, ya que no solo es un cuento creado por el hombre para sus intereses personales y espirituales ...continua

    Increible recopilacion de motivos para que la religion desaparezca de nuestras vidas de una vez por todas, ya que no solo es un cuento creado por el hombre para sus intereses personales y espirituales, ademas es un cuento de terror que nunca se acaba.
    Muy grande Christopher Hitchens.

    ha scritto il 

  • 0

    When Dr. Samuel Johnson had completed the first real dictionary of the English language, he was visited by a delegation of respectable old ladies who wished to congratulate him for not including any i ...continua

    When Dr. Samuel Johnson had completed the first real dictionary of the English language, he was visited by a delegation of respectable old ladies who wished to congratulate him for not including any indecent words. His response—which was that he was interested to see that the ladies had been looking them up—contains almost all that needs to be said on this point.

    ha scritto il 

  • 5

    si necesitas una razon para librarte de la religion, empieza a leer este libro. si necesitas dos razones, sigue leyendo, si necesitas 3, continua, y si necesitas 652 sigue y sigue leyendo porque hay i ...continua

    si necesitas una razon para librarte de la religion, empieza a leer este libro. si necesitas dos razones, sigue leyendo, si necesitas 3, continua, y si necesitas 652 sigue y sigue leyendo porque hay incontables razones en este libro para ello.

    ha scritto il 

  • 4

    【宗教的是與非】

    這樣的書名大概會惹惱基督徒,引來拒讀風波,
    不過我也是基督徒,卻不會為了這樣的書名大動肝火。
    閱讀本身沒有不對,再說宗教是人類創造的,但上帝本身卻是自有永有的,兩者並無衝突。
    只要是基督徒 人手一本《聖經》翻看第一章便知,起初人創造天地的來歷,並沒有說祂創造宗教;
    祂以聖經留世,不過是期待人們能更認識祂,
    了解真理並非人們口中宗教那樣呆板,看看大自然 有哪一樣受造物不是活靈活現,充滿生氣 ...continua

    這樣的書名大概會惹惱基督徒,引來拒讀風波,
    不過我也是基督徒,卻不會為了這樣的書名大動肝火。
    閱讀本身沒有不對,再說宗教是人類創造的,但上帝本身卻是自有永有的,兩者並無衝突。
    只要是基督徒 人手一本《聖經》翻看第一章便知,起初人創造天地的來歷,並沒有說祂創造宗教;
    祂以聖經留世,不過是期待人們能更認識祂,
    了解真理並非人們口中宗教那樣呆板,看看大自然 有哪一樣受造物不是活靈活現,充滿生氣?!

    宗教本身並無法使人徹底從惡性中悔改,除非生命遭遇非常事,身心皆受極大的調整 (敗壞之先,人心驕傲;尊榮以前,必有謙卑。)
    神就是愛。神可沒說神祂就是宗教,有些人誤以為不信上帝就下地獄,
    若真是這樣,那我們每個人應該早被打入地獄,何苦會生在世上。
    愛神是人因受神感召,
    神愛人,透過生命受建造的關,會愈來愈緊密,如同呼吸。
    人不能不呼吸,照樣神愛人的心也同樣,祂愛人便愛到底。

    世上宗教百百款,有人因宗教受害是不爭的事實,更有人以宗教斂財,更是罪無可赦。
    神可沒允許人們自作主張,以宗教之名,行惡欲之實,
    真該要被批判的是人性裡的卑劣,竟想以宗教來遮掩惡行,萬萬不該 !

    如果要探討神學,聖經是最佳的參考指南。
    而這書只是把人們利用宗教包裝神話,以謊言敗壞人心,這才是為人所詬病之所在。
    作者也有基督信仰的背景,對聖經知之甚詳,他提出的論點在我讀來頗有趣。

    ha scritto il 

  • 4

    Dio non è grande
    L'ego di Hitchens, in compenso, è smisurato.
    Se ce ne fosse ancora bisogno le sue argomentazioni contro metafisica e dogmi sono davvero eccellenti.

    ha scritto il 

  • 4

    A truly good read with a bit of a clunky ending

    Hitchen's 'God is not Great' is a good read and I recommend it to anyone who is interested in reading an eloquent rebuttal of religion. Hitchens sure seems to know what he is talking about.
    The last t ...continua

    Hitchen's 'God is not Great' is a good read and I recommend it to anyone who is interested in reading an eloquent rebuttal of religion. Hitchens sure seems to know what he is talking about.
    The last two chapters, however, are a bit clunky and hasty and it feels as if Hitchens is writing outside his area of expertise (or maybe it was the translation, since I read the Dutch version).
    But on the whole it is a good and interesting read.

    ha scritto il 

  • 5

    一直很想問這本書封面設計怎麼了。
    作者對於回教與天主 / 基督教的批判很棒,但對於佛教 / 印度教等東方宗教的著墨則略顯不足,導致不足以說服我這些看起來較為溫和的宗教也如同西方主流宗教那般邪惡,期望他之後能有新作剖析一下(或華文地區作者有類似作品)。

    ha scritto il 

Ordina per