Diosa

El despertar, 3

By

Publisher: Roca

3.9
(375)

Language: Español | Number of Pages: 304 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian

Isbn-10: 8499186351 | Isbn-13: 9788499186351 | Publish date: 

Category: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Do you like Diosa ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Después de que Helena liberara accidentalmente a los dioses cautivos en el Olimpo, tiene que encontrar la manera de devolverlos a su cautiverio sin que ello suponga comenzar una guerra devastadora. Pero los dioses están enfadados y su sed de sangre ya ha empezado a causar las primeras víctimas. Para empeorar las cosas, el Oráculo revela que un tirano diabólico se oculta entre ellos, lo que abre una brecha en el sólido grupo de amigos. Mientras los dioses utilizan a los vástagos como armas para enfrentarse entre ellos, la vida de Lucas pende de un hilo y Helena -que aún no está completamente segura de si le ama o no- debe tomar una decisión, porque la guerra está a punto de llegar a las orillas de la isla. En esta fascinante conclusión a la trilogía El despertar de Josephine Angelini, una diosa tiene que tomar el mando para cambiar el destino escrito en las estrellas. Mundos que se crean y destruyen con la misma rapidez; amor y guerra; una batalla que no dejará preguntas sin respuestas ni corazones intactos…
Sorting by
  • 4

    Ribadisco il fatto di essere rimasta soddisfatta da questa trilogia!! Forse il finale un po scontato... Ma mi è piaciuto lo stesso!! 😍 la scrittrice si poteva "dilungare" un po di più sulla battaglia ...continue

    Ribadisco il fatto di essere rimasta soddisfatta da questa trilogia!! Forse il finale un po scontato... Ma mi è piaciuto lo stesso!! 😍 la scrittrice si poteva "dilungare" un po di più sulla battaglia finale tra Helen e Zeus...è stata un po troppo semplicistica... Ma va bene lo stesso... La consiglio!!

    said on 

  • 5

    Ultimo libro della serie The Awakening. Ricco di colpi di scena, tutto viene rivelato nel suo corso, un mix di emozioni che mi hanno travolta per tutti e tre i libri. L'unica pecca che può avere è il ...continue

    Ultimo libro della serie The Awakening. Ricco di colpi di scena, tutto viene rivelato nel suo corso, un mix di emozioni che mi hanno travolta per tutti e tre i libri. L'unica pecca che può avere è il fatto che nelle ultime pagine e nell'epilogo i protagonisti non avendo chiuso definitivamente la guerra con gli dei, danno l'ipotesi di un ulteriore scontro futuro, che però non ci sarà, in quanto questa sia una triologia e questo l'ultimo libro. Un vero peccato avrei aspettato il quarto con ansia. 😢

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Recensione unica della trilogia

    Meglio della media di quel che si trova nel genere. Il triangolo c'è, ma almeno ci è risparmiato il "oh mio dio non so chi scegliere per futilissimi motivi", certo l'imparentamento non è una novità, e ...continue

    Meglio della media di quel che si trova nel genere. Il triangolo c'è, ma almeno ci è risparmiato il "oh mio dio non so chi scegliere per futilissimi motivi", certo l'imparentamento non è una novità, ed era telefonato che i due non erano cugini, ma si apprezza il tentativo e, per altro, l'indecisione è appena abbozzata. La storia scorre e lascia in pace i soliti noti (vampiri, angeli e mannari) e il finale è, lieto ovviamente, ma con qualche nota stonata che fa solo bene. Poi i problemi non mancano, reazioni inadatte a rivelazioni che dovrebbero far tremare i polsi, dialoghi e situazioni non sempre delle migliori, ma, appunto, in giro c'è molto di peggio.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    0

    Recensione di tutta la trilogia, che non sono mica qui a pettinare le bambole.

    Doverosa premessa: ogni estate, quando vado al mare, mi concedo sempre almeno una saga bimbominkia e quest’anno è toccato alla trilogia di J. Angelini.
    Purtroppo l’unica cosa veramente originale della ...continue

    Doverosa premessa: ogni estate, quando vado al mare, mi concedo sempre almeno una saga bimbominkia e quest’anno è toccato alla trilogia di J. Angelini.
    Purtroppo l’unica cosa veramente originale della trilogia sono gli dei dell’Olimpo *contro* i discendenti dei protagonisti della guerra di Troia. Per il resto è tutto un miscuglio di già visto (altre saghe a caso, nominatene una…c’è) condito dai soliti, casti, Primi Bollori (se si potesse imprigionare l’energia dei PB non avremmo nemmeno più bisogno del petrolio).
    La protagonista femminile (cresciuta, come al solito, solo col magnifico comprensivo spiritosissimo premurosissimo papà) è la solita bellissima scemetta maldestra con nessun istinto pratico. Se la storia del libro succedesse nella realtà probabilmente sarebbe già morta a pag.20 (e nessuno ne sentirebbe la mancanza).
    Il protagonista maschile invece è il solito figodiddio bellissimo fortissimo geloso ma comprensivo protettivo ma non assillante con una meravigliosa sterminata famiglia allegra e caciarona ma responsabile e seria piena di superpoteri e buone intenzioni.
    E RICCHISSIMA.
    Alcune situazioni della storia sono telefonatissime, altre invece molto intriganti (come ad esempio la discesa negli inferi o gli incontri con Ade e Morfeo). La fine invece è un MEH grandissimo: non riesco proprio a capire perché in questi libri il mondo debba essere sempre ereditato dalle scemette col fidanzato figo.
    Poteva il mondo fare a meno di questa trilogia? SI
    Mi sono comunque divertita a leggere questa storia sotto l’ombrellone tra un bagno e un ice coffee frappé? Ancora SI.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    3.5

    Dopo centinaia di anni, finalmente mi sono convinta a leggere l’ultimo romanzo di questa trilogia. Lo ammetto, non è che mi faceva molta voglia. Il primo era stato abbastanza “Nì”, il secondo “Mah pro ...continue

    Dopo centinaia di anni, finalmente mi sono convinta a leggere l’ultimo romanzo di questa trilogia. Lo ammetto, non è che mi faceva molta voglia. Il primo era stato abbastanza “Nì”, il secondo “Mah proviamo” e il terzo “Ma che minkia, finiscila”.
    Tuttavia, nel corso della lettura, sono stata piacevolmente sorpresa.
    In Goddess ogni domanda trova una risposta e la Angelini ci spiega finalmente tutti i retroscena della sua storia. A partire da Elena e Paride.
    E, grazie al cielo, tutto iniziava ad avere un senso logico.
    Certo, il triangolo amoroso tra Orion, Helen e Lucas è stato a prescindere un calcio nei maroni di cui avrei fatto volentieri a meno, specie perché Lucas continua a prendere sempre le decisioni sbagliate e a fare l’emo di turno. Inutile dire che preferisco Orion XD
    Grazie al legame di sangue creato dai tre durante la battaglia contro Ares, gli dei hanno lasciato l’Olimpo e iniziano a creare disastri sulla terra. In genere catastrofi naturali o stupri. Che strano.
    Per impedire la loro avanzata, Helen e gli altri decidono di fare una riunione con le altre Case, che ovviamente finisce quasi in tragedia.
    Infatti, grazie al tempestoso intervento di Helen che frigge Lucas, tutto iniziano a sospettare che sia lei il Tiranno… e infatti hanno ragione.
    Non che ci volesse un genio a capirlo, dato che Helen ha più poteri di tutti gli dei messi assieme e diventa una Creatrice di mondi.
    Si succedono così una serie di tradimenti, parenti che uccidono parenti, coppie che scoppiano, coppie che si formano, ma alla fine tutto finisce nei migliori dei modi.
    Come sempre del resto.
    Ok, forse non tanto per Ariadne, visto che Matt è un tantino morto e a nessuno importa niente… Comunque sono felice che Orion riesca a ottenere ciò che merita, ovvero non la piglia in culo di Helen u.u
    Ma veniamo ai punti di forza di questo romanzo:

    - Le varie spiegazioni e scelte logiche che descrivono il cambiamento di Helen e i suoi poteri e come riesce a salvare tutti nonostante ciò che accade sia colpa sua
    - Hector, che finalmente ha un po’ più di spazio e trova l’am-m-more.
    - Orion e Cassandra, che nonostante la differenza di età sono troppo carini e li adoro.
    - Ogniterra

    Cosa non mi va giù:

    - Lucas, spero che ora sarà meno rincoglionito visto che può scoparsi Helen
    - Helen che diventa super power… fin troppo.
    - I flashback delle vite passate. Da una parte sono interessanti, ma i drammi amorosi passati mi fanno venire voglia di tagliarmi le vene.
    - Daphne, o mio dio uccidetela.
    - Gli dei… Che essenzialmente sono inutili.
    - Come la battaglia si risolve in un battito di ciglia.

    Comunque, questa trilogia per me è un grande nì. Da una parte mi è piaciuta, ma più il tempo passava, meno avevo voglia di leggerla. È un po’ come Twilight: se lo leggi a 15 anni ti piace, se lo leggi dopo i 20 ti vien voglia di ammazzare qualcuno.
    Ad ogni modo, se vi piace il mondo classico e la mitologia greca, non è poi così male

    said on 

  • 5

    L'amore vince sempre

    Finalmente Helen e Lucas possono vivere felici senza aver paura di toccarsi visto che Daphne aveva mentito solo per liberare Ajax dagli inferi ora è morta anche lei così potrano vivere insieme per sem ...continue

    Finalmente Helen e Lucas possono vivere felici senza aver paura di toccarsi visto che Daphne aveva mentito solo per liberare Ajax dagli inferi ora è morta anche lei così potrano vivere insieme per sempre, in questa trilogia non mi sono staccata gli occhi di dosso fino all'ultima pagina mi mancheranno tanto questi meravigliosi personaggi saranno per nel mio cuore soprattutto Lucas e Helen, Andy e Hector, Cassandra e Orion, Claire e Jason e Ariadne sono stati i miei personaggi preferiti.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Fantastica!!

    Ritengo che il questo libro sia epico, il più intenso di tutta la trilogia. Fin dalla metà del secondo avevo iniziato a sospettare su chi fosse il Tiranno e avevo scoperto la sua identità. Sono d'acco ...continue

    Ritengo che il questo libro sia epico, il più intenso di tutta la trilogia. Fin dalla metà del secondo avevo iniziato a sospettare su chi fosse il Tiranno e avevo scoperto la sua identità. Sono d'accordo che l'amore tra Helen e Lucas fosse stabilito dal destino, ma credo che se si fosse messa con Orion sarebbe stato meglio. Però così si mantengono i ruoli nel "teatro del destino". Mi è dispiaciuto molto per Matt, ma d'altronde qualcuno doveva pur avere il ruolo di Achille. Ho adorato la coppia tra Matt e Aderline anche se, purtroppo, non è nata. Anche se Daphne ha causato tanto dolore alla figlia Helen, credo che alla fine si sia riscattata come un eroina.

    Lo scontro epico sta per avere inizio. La guerra di Troia sta per ripetersi con conseguenze devastanti. Riuscirà Helen, la Creatrice di mondi a fermarla sconfiggendo i dèi dell'Olimpo. I Discendenti sono costretti dal destino a spodestare gli dèi dell'Olimpo per sopravvivere. La maledizione si sta per scatenare con un esercito di creature marine, guidate da Poseidone, i Mirmidoni e gli altri dèi dell'Olimpo contro i Discendenti e il gruppo di Helen e i suoi campioni. Molti cambieranno schieramento convinti di essere nel giusto per sconfiggere il Tiranno. L'intrigo del destino finalmente sarà svelato. Riusciranno Helen e Lucas a stare insieme?

    said on 

  • 3

    i migliore della trilogia.

    Questo libro mi ha stupita in positivo. Non mi ha annoiata come i primi due ed è pieno di colpi di scena rispetto agli altri. Il finale forse è scontato, ma comunque rimane un libro interessante e mol ...continue

    Questo libro mi ha stupita in positivo. Non mi ha annoiata come i primi due ed è pieno di colpi di scena rispetto agli altri. Il finale forse è scontato, ma comunque rimane un libro interessante e molto scorrevole per la lettura. La saga in generale non mi ha colpita piacevolvente. Mi aspettavo molto di più e a tratti mi è risultata noiosa e troppo adolescenziale. Probabilmente non avessi comprato tutti e tre insieme i libri non avrei continuato la trilogia, ma tutto sommato questo ultimo capitolo è risultato il più avvincente. Comunque la mia opinione di questa saga resta confermata: un mega minestrone di mitologia. Troppe cose mescolate la tra loro, che spesso lo rendono lento e che solo nelle ultime duecento pagine se ne capisce il senso.

    said on