Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Dire Fare L'Amore

Racconti post-erotici

Di

Editore: Selfpublishing

4.0
(72)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 160 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000160417 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Ti piace Dire Fare L'Amore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
I racconti post-erotici di Inachis Io nascono su direfarelamore.it Ecco i commenti dei lettori: Bello, intenso, scritto divinamente. Guai a te se smetti di deliziarci! Stupendo... sono fin commossa. Scorrevole e intrigante. Non scivola nel volgare, ma smuove delicatamente l'eccitazione. Piacevole, sorprendente perché scritto da un uomo che ha capito le donne. Bello parlare di sesso in questo modo. In un'epoca di "sesso facile" come questa... Hai saputo legare le emozioni a parole semplici e dirette. Ho percepito il respiro dell'eros che inebria… È passione! La cosa più bella è che sia stato un uomo a scriverlo pensando e immaginando con l'animo di una donna. Notevole.
Ordina per
  • 4

    Raccolta di una quindicina di brevi racconti, ho trovato questo libro davvero carino. Non si tratta dei soliti racconti erotici, dove manca totalmente la trama a favore di pure e semplici scene di ...continua

    Raccolta di una quindicina di brevi racconti, ho trovato questo libro davvero carino. Non si tratta dei soliti racconti erotici, dove manca totalmente la trama a favore di pure e semplici scene di sesso fine a se stesso, anzi... si tratta di racconti “post-erotici” come dice l’autore stesso, cioè storie di vario tipo che mostrano ritagli di vita quotidiana in cui tutti possono riconoscersi. I racconti sono di diverso genere, ci sono quelli sulla quotidianità, ma anche quelli un po’ surreali, ci sono le storie divertenti ed ironiche e quelle che invece fanno riflettere. I racconti sono espliciti ed eccitanti senza mai essere volgari, inoltre è notevole la bravura dell’autore nell’immedesimarsi nell’animo femminile: i racconti narrati dalle donne, infatti, sembrano davvero siano scritti da una donna e non da un uomo!

    ha scritto il 

  • 4

    I racconti “post-erotici” di Inachis Io: bisogna leggerli.

    “Basta, sono stufo di questo sesso esibito, gonfiato, sparato in loop nelle orecchie e negli occhi. E molto spesso non praticato. O fatto per tristezza davanti a uno specchio immaginario. O ...continua

    “Basta, sono stufo di questo sesso esibito, gonfiato, sparato in loop nelle orecchie e negli occhi. E molto spesso non praticato. O fatto per tristezza davanti a uno specchio immaginario. O raccontato con la banalità di un film porno messo a verbale da un solerte appuntato”: basterebbe già per capire il senso di questi racconti “post-erotici”.

    Però bisogna leggerli per accorgersi di quanta sensualità ci possa essere nel quotidiano.

    Bisogna leggerli per ricordarsi quanto piacere possa nascere da un semplice gesto o da un odore. O perfino dal silenzio.

    Bisogna leggerli per apprezzare l’ironia dove non te l’aspetti.

    Bisogna leggerli per scoprire quanto può essere intenso l’erotismo emotivo là dove apparentemente non accade nulla. (Provate a chiedervi di cosa parla “Solo un senso, il sesto”.)

    BISOGNA leggerli questi racconti: anche solo per ritrovare un po’ di sé e dei propri segreti, senza sentirsi giudicati.

    ha scritto il 

  • 4

    Poche volte ho letto parole così giuste, calzanti, evocative, carezzevoli, credibili, esatte, intime e appassionate per parlare di sesso, di erotismo e di amore (spesso nello schema amore ...continua

    Poche volte ho letto parole così giuste, calzanti, evocative, carezzevoli, credibili, esatte, intime e appassionate per parlare di sesso, di erotismo e di amore (spesso nello schema amore coniugale/tradimento). Senza volgarità, compiacimento, ostentazione o ricerca di stupore, questa raccolta di brevi racconti celebra ciò che promette.

    ha scritto il 

  • 4

    Eccitazione: singolare, femminile.

    Non leggo letteratura erotica. Ho forse letto in tutta la vita due o tre libri di questo genere. Uno era Le età di Lulù, uscito quando ero appena adolescente. Ricordo che, nonostante fossi ...continua

    Non leggo letteratura erotica. Ho forse letto in tutta la vita due o tre libri di questo genere. Uno era Le età di Lulù, uscito quando ero appena adolescente. Ricordo che, nonostante fossi adolescente, non avevo trovato in quel romanzo le tinte fort i e piene del sesso. Insomma mancava qualcosa: c'era, in quel libro, per come lo ricordo, quindici anni dopo averlo letto, una grande descrizione minuziosa dei corpi, delle parti anatomiche. Nella mia mente adolescente il sesso descritto era meccanico, freddo, impersonale. Ripeto, non ho esperienza di letture erotiche, però non sono più adolescente. Quello che ho trovato nei racconti che mi ha gentilmente regalato l'autore sono state storie di vita reale, personaggi vivi, vibranti di emozioni corporee e sentimentali. Le storie, alcune più riuscite di altre,mi hanno colpito per l'intensità con cui l'autore descrive i pensieri delle donne, alcuni meccanismi di eccitazione femminile, alcuni pensieri che favoriscono o inibiscono il sesso. C'è del cuore in questo libro. L'unica parte che cambierei è l'introduzione: il taglio distintivo del testo potrebbe essere spiegato meglio.

    ha scritto il 

  • 4

    "Basta, sono stufo di questo sesso esibito, gonfiato, sparato in loop nelle orecchie e negli occhi. E molto spesso non praticato. O fatto per tristezza davanti a uno specchio immaginario. Raccontato ...continua

    "Basta, sono stufo di questo sesso esibito, gonfiato, sparato in loop nelle orecchie e negli occhi. E molto spesso non praticato. O fatto per tristezza davanti a uno specchio immaginario. Raccontato con la banalità di un film porno messo a verbale da un solerte appuntato. Torno alle radici. Torno al post-erotico. Voglio fare l’amore. Voglio dire, fare l’amore".

    E' per questo che i libri erotici che ho letto fino ad ora mi hanno sempre delusa. I racconti di Dire fare l’amore sono davvero diversi, divertenti, mai banali e soprattutto mancano di quella sorta di autocompiacimento dell' autore per ciò che ha scritto. Il primo racconto comincia con una mousse di fragole, l’ultimo termina con una frase d’amore e ad unirli c’è un filo di leggerezza che pervade tutte le storie e che non credevo possibile in questo genere di libri. Il sesso non è mai fine a se stesso ma cela storie di uomini e donne che amano, tradiscono, ricordano, dubitano, ci ripensano… difficile non riconoscersi in almeno uno di loro.

    ha scritto il 

  • 3

    3 stelle!

    E' scritto veramente bene. E' il primo romanzo erotico che leggo in vita mia quindi non saprei come rapportarlo ad altri. Non ho dato quattro stelle ma tre perchè tra i vari racconti ce ne sono 3 o ...continua

    E' scritto veramente bene. E' il primo romanzo erotico che leggo in vita mia quindi non saprei come rapportarlo ad altri. Non ho dato quattro stelle ma tre perchè tra i vari racconti ce ne sono 3 o 4 che cadono sul volgare. Comunque molto bravo!

    ha scritto il 

  • 4

    delicato come un sussurro un po' osceno

    Questo "Dire fare l'amore" mi è piaciuto molto. Ho trovato nei racconti - quotidiani e straordinari allo stesso tempo - le complicata semplicità umana. Sembrava, mentre leggevo, che le parole, i ...continua

    Questo "Dire fare l'amore" mi è piaciuto molto. Ho trovato nei racconti - quotidiani e straordinari allo stesso tempo - le complicata semplicità umana. Sembrava, mentre leggevo, che le parole, i racconti, semplici e sinceri, volessero dire e lasciassero intuire, qualcosa di più del loro significato letterale. Qualcosa - una vibrazione, un sussurro - di impercettibile, che ti entra dentro. E riesce a toccarti.

    ha scritto il 

  • 4

    Catena di lettura "dire fare l'amore"

    ecco il link se volete aggregarvi: http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3161112#new_thread

    Allora...genere un po' nuovo per me, mi sto cimentando da poco in letture di questo tipo, ed ho ...continua

    ecco il link se volete aggregarvi: http://www.anobii.com/forum_thread?topicId=3161112#new_thread

    Allora...genere un po' nuovo per me, mi sto cimentando da poco in letture di questo tipo, ed ho cominciato trovando alcune "situazioni" in libri urban fantasy e young adults... comunque che dire?! mi è piaciuto molto! Devo ammettere che più si legge più si apprezza, alcuni racconti mi hanno stupita, alcuni mi sono piaciuti più di altri, ma nel complesso è davvero una raccolta che merita. Scene d'amore e di sessualità mai banali e/o volgari, molta sensualità, un pizzico di fantasia, uno d'ironia e la ricetta è completa. Interessante, poi, il fatto che sia un uomo a descrivere sensazioni, fantasie e piaceri che riguardano LA donna (in generale). Complimenti all'autore! ;) LIBRO BREVE MA INTENSO!

    ha scritto il 

  • 3

    Ogni uomo ha un segreto inconfessabile

    "Progetti per il futuro: non sottovalutare le conseguenze dell'amore" scrive Toni Servillo su un pezzo di carta in una scena di un meraviglioso film, mentre guarda dalla sua poltrona nella hall di un ...continua

    "Progetti per il futuro: non sottovalutare le conseguenze dell'amore" scrive Toni Servillo su un pezzo di carta in una scena di un meraviglioso film, mentre guarda dalla sua poltrona nella hall di un hotel la cameriera cambiarsi alla fine del suo turno di lavoro. E con lo stesso occhio che spia mi sembra di entrare nei racconti di questo libro, dove l'amore scritto si dice e si fa. E io mi sento intrusa nelle vite private dei protagonisti, ma con lo stesso gioco di matrioske il mio vicino di sedile in metropolitana cerca di sbirciare tra le righe del libro che sto leggendo io. E sento i suoi sorrisi nascosti, e sento i suoi pensieri che corrono anche troppo veloci. Ed è così per 16 fermate, lo spazio fisico tra casa mia e il mio lavoro, che oggi si riempie di occhi indiscreti che guardano me che guardo nel libro le vite di altri che si guardano. Prima di scendere alla mia fermata chiudo il libro, guardo l'uomo seduto accanto a me, gli sorrido e scendo. Ora siamo anche noi complici dell'amore che si consuma tra le pagine. Centocinquantasei pagine, milioni di parole, ma soprattutto punteggiatura, pause tra le azioni e tra i pensieri; virgole veloci e punti infiniti. E così, un racconto dopo l'altro entro tra i segreti di mogli e mariti, amanti, sconosciuti, puntini di sospensione e parentesi tra prede e predatori. E capisco che l'amore ti mette sottosopra, ad ogni età, anzi, capisco che tutta la vita è l'età per dire e fare l'amore.

    ha scritto il 

Ordina per