Disputa su Dio e dintorni

Voto medio di 560
| 118 contributi totali di cui 112 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In queste pagine il non credente Corrado Augias e il credente Vito Mancuso si sfidano in una sorta di disputa d'altri tempi.
Alessandro Soprani
Ha scritto il 05/03/16
Saggio molto interessante. La visione puramente laica di Augias, sempre lucida e chiara, e quella religiosa di Mancuso, che però propone un cattolicesimo molto suo personale, slegato da e spesso in contrasto con quello ufficiale. Dicono entrambi cose...Continua
Svalbard
Ha scritto il 24/06/14
Che bello leggere il civile dialogo tra due persone competenti, informate e convinte di quello che dicono. Certo è che Augias in questo caso s'è scelto un avversario alla sua (non piccola) altezza. Se si fosse trovato a dibattere con uno di quegli sq...Continua
Ferminadaza
Ha scritto il 03/06/14
un confronto intenso, profondo, con giusti riferimenti da entrambi le parti per poter approfondire le argomentazioni di entrambi i punti di vista. per nulla polemico, persino a volte ironico e sentimentale: I contendenti rimangono sempre cortesi e ri...Continua
Diana
Ha scritto il 02/05/14
Un argomento difficile, che ancora mi confonde, ma questo libro è stata una lettura molto interessante e coinvolgente. Certo, come ha scritto Augias alla fine, ognuno è rimasto nelle sue posizioni, ma è altrettanto vero che gli spunti su cui riflette...Continua
Andrea
Ha scritto il 08/12/13
Scritto a quattro mani dal non credente Augias e dal teologo credente Vito Mancuso offre un vivace dialogo tra i due su molteplici temi: evoluzione, senso della vita, accanimento terapeutico, eutanasia, influenze della Chiesa sulla politica, natura d...Continua

Elly
Ha scritto il Nov 08, 2010, 13:09
Il senso del mondo dev'essere fuori di esso, vale a dire che per l'indagine sul senso complessivo del mondo è necessario attingere un punto di vista esterno rispetto al mondo, cosa a cui le religioni e le filosofie si ritengono capaci, ma che le port...Continua
Pag. 135
Elly
Ha scritto il Nov 08, 2010, 13:06
Kant ospita nel suo pensiero un autentico senso del sacro. Per lui il vertice è dato dalla dimensione etica, nel senso che ciò che contrassegna il valore ultimo di un uomo non è ciò che egli sa, ma ciò che fa; anzi, ancora di più, il perché lo fa. Il...Continua
Pag. 116
Polenta e Computer
Ha scritto il Sep 19, 2009, 12:11
Per questo quando si è giusti, cioè in una relazione ordinata con gli altri, si è anche più felici: perchè si compie la logica che ci costituisce. Per questo il bene produce benessere e dà quella lieta disposizione dell'anima verso sè e verso gli alt...Continua
Pag. 218
Polenta e Computer
Ha scritto il Sep 19, 2009, 12:11
Sarebbe questa una colpa tale da perpetuare nei secoli il peccato di Adamo? Mi lasci dire che mi sembra una follia. A meno di non voler insinuare che Dio ha sbaglaito nel creare la nostra specie, e ogni altra specie animale, spingendola con tali mezz...Continua
Pag. 208
Polenta e Computer
Ha scritto il Sep 19, 2009, 12:10
[...] ingoiare la vera carne e il vero sangue di Dio (miracolo della transustanziazione che si ripete a ogni messa) significa, al termine del ciclo digestivo, espellere un residuo di quel Dio insieme alle feci. Aspetto sul quale mi risulta intollerab...Continua
Pag. 203

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi