Divergent

Una scelta può cambiare il tuo destino

Di

Editore: De Agostini

4.0
(3466)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 480 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Catalano , Spagnolo , Olandese , Tedesco , Francese , Portoghese , Chi tradizionale

Isbn-10: 8841871423 | Isbn-13: 9788841871423 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Adolescenti

Ti piace Divergent?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dopo la firma della Grande Pace, Chicago è suddivisa in cinque fazioni consacrate ognuna a un valore: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l'amicizia per i Pacifici, l'altruismo per gli Abneganti e l'onestà per i Candidi. Beatrice deve scegliere a quale unirsi, con il rischio di rinunciare alla propria famiglia. Prendere una decisione non è facile e il test che dovrebbe indirizzarla verso l'unica strada a lei adatta, escludendo tutte le altre, si rivela inconcludente: in lei non c'è un solo tratto dominante ma addirittura tre! Beatrice è una Divergente, e il suo segreto - se reso pubblico - le costerebbe la vita. Non sopportando più le rigide regole degli Abneganti, la ragazza sceglie gli Intrepidi: l'addestramento però si rivela duro e violento, e i posti disponibili per entrare davvero a far parte della nuova fazione bastano solo per la metà dei candidati. Come se non bastasse, Quattro, il suo tenebroso e protettivo istruttore, inizia ad avere dei sospetti sulla sua Divergenza...
Ordina per
  • 3

    Ennesima distopia post-apocalittica per young adult sulla scia di Hunger Games cui è stato paragonato, ma di Hunger Games non ha né il pathos né l'adrenalina né i meravigliosi scenari. Quanto alla sud ...continua

    Ennesima distopia post-apocalittica per young adult sulla scia di Hunger Games cui è stato paragonato, ma di Hunger Games non ha né il pathos né l'adrenalina né i meravigliosi scenari. Quanto alla suddivisione degli esseri umani in 5 fazioni basate sul carattere predominante (Abneganti, Intrepidi, Eruditi, Pacifici, Candidi) è decisamente inverosimile: quale uomo o donna può dirsi solo l'uno o l'altra cosa? Fortunatamente siamo un caleidoscopio di emozioni/sentimenti che tra l'altro variano con l'età, il contesto, le persone che ci circondano... mi chiedo se Veronica Roth abbia mai sentito parlare di Pirandello e della sua teoria sull'uno, nessuno e centomila! Cmq nel complesso è un bel romanzo che si lascia leggere velocemente ed ovviamente ti lascia l'acquolina in bocca per il seguito.

    ha scritto il 

  • 4

    Pensavo molto peggio e pensavo male: invece mi è piaciuto!
    E' stata davvero una bella lettura, mi ha colpito per le frasi ironiche e ad effetto, per lo stile fluido e dinamico e per la protagonista, T ...continua

    Pensavo molto peggio e pensavo male: invece mi è piaciuto!
    E' stata davvero una bella lettura, mi ha colpito per le frasi ironiche e ad effetto, per lo stile fluido e dinamico e per la protagonista, Tris, che opera una vera e propria crescita interiore.
    Peccato che io sappia già come andrà a finire la saga... Ma forse è meglio così xD In ogni caso, gli spoiler derivati dagli amici e dal film non mi hanno rovinato il piacere di leggere.

    ha scritto il 

  • 2

    Meglio il film

    Eh, già. A differenza di Hunger Games, che non riesce a rendere a pieno l'orrore ma anche la forza del romanzo, qui mi trovo davanti al caso in cui il film mi è piaciuto parecchio mentre il libro mi r ...continua

    Eh, già. A differenza di Hunger Games, che non riesce a rendere a pieno l'orrore ma anche la forza del romanzo, qui mi trovo davanti al caso in cui il film mi è piaciuto parecchio mentre il libro mi risulta piuttosto insipido. Lo stile dell'autrice è troppo acerbo, ed anche se l'idea è buona, onestamente manca di potenza e forza narrativa.
    Non credo che leggerò i romanzi successivi. Mi accontenterò dei film
    A mai più rivederci Veronica. Senza rancore

    ha scritto il 

Ordina per