Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Dizionario Filosofico

By Voltaire

(70)

| Mass Market Paperback

Like Dizionario Filosofico ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

33 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Questo Dizionario è un'opera oramai immortale per merito, anche se io non riesco ad apprezzare alcune idee eccessivamente liberali di Voltaire ed alcune sue affermazioni di stima nei confronti della religione cristiana, intesa evidentemente in senso ...(continue)

    Questo Dizionario è un'opera oramai immortale per merito, anche se io non riesco ad apprezzare alcune idee eccessivamente liberali di Voltaire ed alcune sue affermazioni di stima nei confronti della religione cristiana, intesa evidentemente in senso teistico.
    Il Dizionario è un'opera chiaramente unica, ossia un blocco intero che va letto dall'inizio alla fine. Voltaire affermò, nella prefezione dell'edizione Varberg (1765), che "questo libro non esige una lettura conseguente; ma, in qualsiasi punto lo si apra, si trova di che riflettere". La seconda frase è vera così come lo è per la lettura di Nietzsche, la prima no. Ci sono, infatti, una serie di richiami all'interno del libro ad altre sezioni, così come ci sono dei concetti generali o specifici spesso ripetuti, evidentemente perché formano dei punti di base del pensiero dell'Autore (ad esempio relativamente alle piramidi si vedano i lemmi "Api" e "Resurrezione").
    Al riguardo c'è, comunque, un articolo interessante che ne dirà più di quanto possa dirne io: "Le Dictionnaire philosophique: œuvre «à part entière» ou «fatras de prose»?" in Littérales, n. 49, pagg. 21-32.
    Il Dizionario manca, come al solito per opere di questo periodo storico, di un'impronta filologica, quindi ogni citazione non è specificata; a volte viene riferita l'opera di provenienza, ma è raro e, conseguentemente, tende a mescolarsi il "sentito" al "letto", ma, come ho detto, è una caratteristica comune fino ad almeno la metà dell'Ottocento. Persino Leopardi, a volte, non era filologicamente accurato.

    Is this helpful?

    Pan said on May 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il titolo dell'opera mi ha ingannato, sebbene la colpa sia soltanto mia: filosofico mi ha fatto pensare alla logica, all'ontologia, alla gnoseologia, branche della filosofia che mi interessano in misura notevolmente maggiore rispetto alla teol ...(continue)

    Il titolo dell'opera mi ha ingannato, sebbene la colpa sia soltanto mia: filosofico mi ha fatto pensare alla logica, all'ontologia, alla gnoseologia, branche della filosofia che mi interessano in misura notevolmente maggiore rispetto alla teologia e alla filosofia della religione; tuttavia, proprio a questi due campi, insieme all'etica (malamente trattata), appartengono la maggior parte delle voci. Così, gli appassionati di religione troveranno moltissimo materiale di loro interesse, scrupolosamente documentato e giustamente intriso di opinioni dell'autore. Le affermazioni sono per lo più esenti da pregiudizi e raggiunte attraverso la sola ragione (proprio come si addice a un illuminista vero), ma non poche volte mi sono trovato in contrasto con Voltaire.
    Bisogna comunque tener conto del difficile compito richiesto dall'opera: da una parte, l'autore avrebbe dovuto presentare oggettivamente le voci attraverso una breve sintesi del loro significato e sviluppo storico; dall'altra, egli avrebbe dovuto aggiungere opinioni personali, critiche, ragionamenti in grado di stimolare il lettore alla riflessione. Devo ammettere che, nonostante siano presenti voci in cui la fusione risulta lodevole, nella maggior parte di esse Voltaire fallisce, talvolta dedicandosi a questioni secondarie all'argomento, talora trascurando sviluppi storici e confronti con altri autori e dottrine. Mi riferisco comunque alle voci non teologiche né religiose, dove, al contrario, vi è spesso una buona struttura critica e dimostrativa.
    Dunque, tralasciando un pizzico di fastidiosa arroganza voltairiana e un'ironia non sempre ben utilizzata, considerando le numerose voci che avrei preferito saltare dopo le prime righe e quelle che credevo interessanti ma poi non lo sono state, mi sento in dovere di sottolineare che l'opera può rivelarsi molto stimoltante per gli appassionati (o, almeno, per coloro che sono minimamente interessati) di religione. Per tutti gli altri resta un libro passabile.

    Is this helpful?

    Alessandro Micero said on May 19, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non sono un'appassionata di filosofia, ma devo dire che questo libro mi ha aperto le porte alla filosofia Illuminista francese! Molto preciso e a tratti interessantissimo.

    Is this helpful?

    Psicolabile. said on Dec 8, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Si può non consigliare Voltaire? No, non si può.
    Anche quando non si è d'accordo con certe sue affermazioni urticanti, con certi suoi pregiudizi (ebbene sì, anche lui ogni tanto cade in alcuni spiacevoli pregiudizi, come quelli contro i Giudei), quan ...(continue)

    Si può non consigliare Voltaire? No, non si può.
    Anche quando non si è d'accordo con certe sue affermazioni urticanti, con certi suoi pregiudizi (ebbene sì, anche lui ogni tanto cade in alcuni spiacevoli pregiudizi, come quelli contro i Giudei), quando prende a piene mani da altri (non sempre citando la fonte), quando critica, giustamente, molte affermazioni erronee, ma dà per assodate altre che per noi non lo sono (come l'antichià dei libri di ermete trimegisto, ad esempio).
    Ma basta leggere alcune voci del dizionario per essere sorpresi e divertiti dalla sua arguzia al servizio della ragione e del "buon senso" e "Che cosa si può concludere d tutto questo? Voi che leggete e pensate, concludete" (dalla voce "sensation").

    Is this helpful?

    Francolevantino said on Jun 16, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book