Dizionario affettivo della lingua italiana

di | Editore: Fandango Libri
Voto medio di 99
| 40 contributi totali di cui 28 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Valentina
Ha scritto il 02/01/15
Leggere
«La mia parola preferita è leggere. Perché leggere ha dentro ascoltare e non parlare, ha dentro chiedere e trovare [...]; perché le storie sono le cose più belle del mondo e anche perché - aggiungendo un segnetto piccolo piccolo sulla seconda "e" - è...Continua
Hoppípolla...
Ha scritto il 23/06/12
OGGI (23.06.2012) Io, oggi, se mi dicono di scegliere una parola, scelgo oggi. Perché oggi, è un giorno che ho conosciuto delle persone belle, fuori e dentro, che si sono ritrovate per una iniziativa a favore dei terremotati dell'Emilia. E in questa...Continua
  • 2 mi piace
Sarah
Ha scritto il 17/06/12
"Poco riesce a stimolare l'immaginazione come un buon dizionario" (J. Cortázar). Questo è un prezioso librino, da tenere in borsa - per i ritagli di tempo, le code - di cui si riesce a gustare appieno la ricchezza proprio nel leggere una voce o due,...Continua
  • 3 mi piace
  • 1 commento
i
Ha scritto il 30/06/11
comignolo, lanterna, verdura, rotondo, grondaia, solaio, soffiare. (e granturco, certo)
Di questa stagione succede questa cosa straordinaria. Due punti e a capo. Tipo che te ne vai in giro in macchina o in bicicletta o quel che è, per le strade di sempre-sempre, quelle che fai tutti i giorni da settimane, da mesi, perfino da anni, che p...Continua
  • 13 mi piace
  • 3 commenti
Asclepiade
Ha scritto il 15/03/11
Si tratta di prose ora brevissime ora di respiro un po’ più ampio, redatte con impegno e stile molto varî: si va dai pezzi poetici a quelli frettolosi o insignificanti; da un’impresa collettiva che ciascuno degli autori che vi hanno aderito interpret...Continua

Maira
Ha scritto il Oct 10, 2009, 11:34
Silenzio: (...) E' una connotazione personale, ce l'hai dentro - inciso nel DNA - o non ce l'hai. E se ce l'hai, lo riconosci anche negli altri. E' una pausa. Tra parola e parola, tra gesto e gesto. Per sentire, devi stare in silenzio. Non ascoltare....Continua
Pag. 178
Maira
Ha scritto il Oct 10, 2009, 11:29
Molcere: (...) Questo suono mi richiama la malinconia, la macerazione in un dolore a cui si è in fondo affezionati, è l'immagine di giardini autunnali nebbiosi, di un maglione stretto addosso che ti dona quel caldo minimo che ti consente di fare qual...Continua
Pag. 133
Maira
Ha scritto il Oct 10, 2009, 11:26
Memoria: (...)non avere ricordi significa perdere quello che sei stato e che ti ha portato fin qui. Significa non avere un futuro, quando anche questo non sarò che un ricordo. E un giorno potrebbero farci credere, o far credere ai nostri figli, che...Continua
Pag. 130
  • 1 commento
Maira
Ha scritto il Oct 10, 2009, 11:23
Maschera: perché, delle parole, poco è il valore, se non san fingere la verità. (Giuseppe Goisis)
Pag. 126
Maira
Ha scritto il Oct 10, 2009, 11:22
Inquietudine: parola di sei sillabe che descrive un percorso dell'anima che mi appartiene. (Enrico Remmert)
Pag. 105

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi