Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Dogwalker

By Arthur Bradford

(70)

| Paperback | 9788806164003

Like Dogwalker ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Muovendosi tra gli esclusi, rendendo protagonisti dell'azione disabili, ciechi, cani mutilati, mutanti e una famiglia di circensi con i tratti del viso simili a quelli dei gatti, Arthur Bradford scrive dodici racconti caratterizzati da un narratore i Continue

Muovendosi tra gli esclusi, rendendo protagonisti dell'azione disabili, ciechi, cani mutilati, mutanti e una famiglia di circensi con i tratti del viso simili a quelli dei gatti, Arthur Bradford scrive dodici racconti caratterizzati da un narratore in prima persona, dall'occhio curioso dei cani e soprattutto da un sentimento di gioia, di divertimento a prima vista impossibile. Invece, se eliminiamo da queste vite la superficie di emarginazione e miseria, scopriamo un mondo di sorprendente gentilezza, a suo modo pieno di grazia, compassione e incertezza.

7 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Dogwalker è la singolare opera prima dell’ennesima grande promessa della letteratura americana.
    Il libro è una raccolta di racconti, che oltre ad essere tenuti insieme dal filo comune che è il rapporto umano/cane, rappresenta anche un inconsueto aff ...(continue)

    Dogwalker è la singolare opera prima dell’ennesima grande promessa della letteratura americana.
    Il libro è una raccolta di racconti, che oltre ad essere tenuti insieme dal filo comune che è il rapporto umano/cane, rappresenta anche un inconsueto affresco generale di una parte sgangherata, magica e inquietante dell’america del XXI secolo.
    Quello che colpisce a primo acchito di questo breve libro è la grazia della prosa con la quale l’autore racconta in maniera pacata e quasi dimessa semplici storie di vite ai margini (freak, libertini, disabili, personaggi vagamente squilibrati e alla deriva) sempre maneggiate con discrezione e affetto, senza avvicinarsi in nessun modo alla denuncia sociale, o al ritratto psicologico o esistenziale. Bradford sfiora appena queste vite singolari in modo quasi tenero e distaccato, come se i suoi racconti fossero filastrocche sgangherate che parlano di uno dei cuori dell’America.
    Ed è in questa tenerezza, nella semplicità nel leggere queste storie che, improvvisamente, si presenta un’inquietudine, un dolore dal quale si vorrebbe distogliere gli occhi. Un dolore semplice e tremendo, improvviso, figlio forse delle paure più profonde e banali, istintive. Come nei film di David Lync, la presenza di personaggi deformi e mostruosi, o solo atipici e inconsueti, spaventosi proprio perché fanno riferimento a paure ataviche e sedimentate nella parte più profonda e costituente della nostra umanità, paure terribilmente fisiche e allo stesso tempo irrazionali, così, improvvisamente, nei racconti di Bredford compare la deformità, innocua ma brutale, e ancora più violenta e improvvisa perché all’interno della tenera fiaba si presenta la deformità, semplice e indifesa, ma per questo non meno terribile. E’ questa sensazione poi che rimane per tutto il libro.
    Ed è la presenza del diverso, del deforme e del mostruoso che diventa un elemento centrale in tutto il libro, e il modo con il quale i personaggi con esso si rapportano.
    Queste tematiche, probabilmente, sono riconducibili alle esperienze lavorative che l’autore ha fatto prima e durante la stesura del libro (educatore con disabili e portatori di handicap) ma, come detto in precedenza, anche su queste tematiche lo sguardo, e la prosa quindi, non sono ne patetiche e ne desiderose di fare un ritratto sociologico o di denuncia sociale. Bredford racconta semplicemente e con una grazia sorprendente la vita di alcuni personaggi dove le deformità sono una caratteristica piuttosto che una menomazione, e in questo percorso la definizione di normalità o anormalità perde di significato e senso. Rimane semplicemente la vita e le esistenze di questi personaggi che si sviluppano senza un senso apparente, proprio perché nessuna esistenza ce l’ha. Ma non c’è fatalismo o un senso di drammaticità e perdita ultima, ma piuttosto si intuisce nei personaggi del libro la semplice ricerca di felicità e gioia messe in atto attraverso azioni, probabilmente inadeguate e impotenti, dettate principalmente dal desiderio – forse incosciente - di comunanza e solidarietà anch’esse costituenti della nostra umanità.

    Is this helpful?

    B Riccardo said on Dec 17, 2011 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Cani, e cani & cani.
    Possibilmente a tre zampe. Di sicuro l'Autore vive circondato da cani di tutte le razze. Cani ed esseri umani anomali, però ; freaks o reietti della società, anche. Sono racconti delicati come le dita di un bimbo, fragili come u ...(continue)

    Cani, e cani & cani.
    Possibilmente a tre zampe. Di sicuro l'Autore vive circondato da cani di tutte le razze. Cani ed esseri umani anomali, però ; freaks o reietti della società, anche. Sono racconti delicati come le dita di un bimbo, fragili come un biscotto intinto nel latte.

    Is this helpful?

    Jacopo Dino said on Sep 22, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Assolutamente assurdo, allucinato, comico. Letto tutto d'un fiato in due delle ore più divertenti che mi ricordi di aver passato.

    Is this helpful?

    Ortens84 said on Sep 1, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    dogs

    sono indeciso se l'animale ripreso dal titolo sia più appropriato per l'autore o per il recensore.

    Is this helpful?

    Pelote said on Jan 12, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Così Così.
    Né bene né male.
    Ho apprezzato le atmosfere da fumetto, ma alla fine della lettura sono rimasta un po' con la sensazione "...e quindi?!".
    Comunque vale la pena leggerlo, non si fa fatica ed è molto breve.

    Is this helpful?

    Sara B. said on Jan 2, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (70)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 149 Pages
  • ISBN-10: 8806164007
  • ISBN-13: 9788806164003
  • Publisher: Einaudi (L'arcipelago, 12)
  • Publish date: 2002-10-xx
  • In other languages: other languages English Books
Improve_data of this book

Groups with this in collection