Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Don Giovanni in Sicilia

Di

Editore: Fabbri - RCS Libri

3.8
(823)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese , Francese

Isbn-10: 8845200922 | Isbn-13: 9788845200922 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Humor

Ti piace Don Giovanni in Sicilia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    A dominare una Catania assolata e non più espressionisticamente soffocata da uno scirocco quasi metafisico è un'altra <<malia>> che non conosce esorcismi, <<il gallismo>>: tratto caratteriale e di costume comune ai maschi del Sud, futile manifestazione esteriore, nell'eser ...continua

    A dominare una Catania assolata e non più espressionisticamente soffocata da uno scirocco quasi metafisico è un'altra <<malia>> che non conosce esorcismi, <<il gallismo>>: tratto caratteriale e di costume comune ai maschi del Sud, futile manifestazione esteriore, nell'esercizio della quale si consuma tutto l'estro vitalissimo di un gruppo umano che sembra non conoscere (e non ammettere) altre iniziative né altri discorsi che non vertano sulla donna, su avventure di piacere vissute il più delle volte frettolosamente in condizioni di precarietà, ma rivissute cento volte e con duplicata voluttà nella memoria, nell'immaginazione e soprattutto nei racconti agli e degli amici; e certamente godute anche come violazioni della radicata convenzionalità tutta meridionale dei costumi sessuali, del matrimonio, della famiglia.

    ha scritto il 

  • 2

    Di personaggi antipatici ne ho incontrati parecchi negli anni, ma questo Giovanni Percolla li batte tutti! Che l'antipatia è spesso accompagnata dal rispetto per l'intelligenza, per l'ironia, anche per la scaltrezza. Insomma, penso a quel filibustiere di Bel Ami, che non si sopporta ma non si può ...continua

    Di personaggi antipatici ne ho incontrati parecchi negli anni, ma questo Giovanni Percolla li batte tutti! Che l'antipatia è spesso accompagnata dal rispetto per l'intelligenza, per l'ironia, anche per la scaltrezza. Insomma, penso a quel filibustiere di Bel Ami, che non si sopporta ma non si può non adorare.
    Questo invece è proprio antipatico e rompiscatole e basta, esattamente, credo, come doveva venire fuori nell'intenzione dell'autore.

    ha scritto il 

  • 4

    sicuramente valido, scritto con sapiente ironia, Giovanni Percolla protagonista in una Sicilia durante la seconda guerra mondiale, si barcamena tutto il giorno, riverito ed accudito dalle tre sorelle nubili. Il suo pensiero sempre rivolto al mondo femminile, quando poi s'innamora veramente non ri ...continua

    sicuramente valido, scritto con sapiente ironia, Giovanni Percolla protagonista in una Sicilia durante la seconda guerra mondiale, si barcamena tutto il giorno, riverito ed accudito dalle tre sorelle nubili. Il suo pensiero sempre rivolto al mondo femminile, quando poi s'innamora veramente non riesce a farsi avanti nè a spiccicar parola. Soltanto una situazione d'imprevisto sblocca in parte la situazione. Due Giovannmi contrapposti, quello siciliano e quello milanese, dopo il matrimonio. Ritornato nella sua Sicilia, ritorna alla sua vita da scapolo con la compiacenza delle sorelle e la moglie Ninetta?

    ha scritto il 

  • 3

    Giovanni Percolla, scapolo catanese pigro e annoiato, si attizza soltanto per uno sguardo di donna. Ma quando ha la bella Ninetta tutta per sé, e vive con lei nella fredda Milano, è alquanto stranito: un poco si adegua, e prende vigore, ma in realtà è un pesce fuor d'acqua che rimpiange il passat ...continua

    Giovanni Percolla, scapolo catanese pigro e annoiato, si attizza soltanto per uno sguardo di donna. Ma quando ha la bella Ninetta tutta per sé, e vive con lei nella fredda Milano, è alquanto stranito: un poco si adegua, e prende vigore, ma in realtà è un pesce fuor d'acqua che rimpiange il passato...
    Il romanzo di Brancati (1940-'41), pregevole per certe atmosfere e per la vena ironica diffusa, è scritto in una lingua antica che sente oggi il peso degli anni.

    ha scritto il 

  • 4

    Perchè rileggere i nostri scrittori del '900....

    I grandi scrittori sono capaci di un umorismo e di un'ironia graffiante anche in opere in apparenza semplici. La trama è il pretesto per dipingere uno spaccato d'Italia che esiste ancora! Finale meraviglioso!!

    ha scritto il 

  • 4

    Una voce fuori dal coro

    Si tratta di un romanzo dalla trama semplice e poco articolata, ma raccontata con uno stile fluido e brioso. È un romanzo brillante, ironico, assai diverso da ciò che ci si aspetterebbe se si pensa che è stato scritto e pubblicato in piena guerra mondiale.
    Una voce fuori dal coro. Consiglia ...continua

    Si tratta di un romanzo dalla trama semplice e poco articolata, ma raccontata con uno stile fluido e brioso. È un romanzo brillante, ironico, assai diverso da ciò che ci si aspetterebbe se si pensa che è stato scritto e pubblicato in piena guerra mondiale.
    Una voce fuori dal coro. Consigliatissimo a chi ha intenzione di avvicinarsi alla letteratura italiana novecentesca.

    ha scritto il