Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Dona Flor et ses deux maris

(Histoire morale, histoire d'amour)

By ,

Editeur: Stock

4.3
(3435)

Language:Français | Number of pages: 708 | Format: Others | En langues différentes: (langues différentes) English , Italian , German , Spanish , Portuguese , Hungarian , Chi simplified

Isbn-10: 2234058112 | Isbn-13: 9782234058118 | Publish date: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Humor

Aimez-vous Dona Flor et ses deux maris ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 0

    Lezioso ecc.

    Lezioso, ripetitivo, noioso, bozzettistico, prolisso, lento, sciocco. Una buona intuizione sprecata nella descrizione della monotona sequela delle gesta del gaudente e rimpianto Vadinho. Personaggi di contorno talmente stereotipati da essere facilmente confondibili tra loro.

    dit le 

  • 4

    un caravanserraglio di situazioni, personaggi, misticismo, macumbe , sesso, pettegolezzo di paese, sale da gioco, meretricio, dissoluzione, ; è grottesco, surreale, licenzioso, fasullo, uno sberleffo continuo al moralismo, al bigottismo delle classi abbienti del Brasile anni 60, un Brasile che r ...continuer

    un caravanserraglio di situazioni, personaggi, misticismo, macumbe , sesso, pettegolezzo di paese, sale da gioco, meretricio, dissoluzione, ; è grottesco, surreale, licenzioso, fasullo, uno sberleffo continuo al moralismo, al bigottismo delle classi abbienti del Brasile anni 60, un Brasile che ritrova la sua magia caraibica e la sua anima africana in ogni pagina....il coprotagonista muore alla quindicesima riga della prima pagina...ma non abbandonerà mai il libro ....anzi ne assume direi la conduzione della trama in collaborazione con l'autore che vuoi di più ...e Dona Flor?? ognuno la può immaginare come vuole , comare integerrima nella sua moralità interiore a cui basta una scintilla per trasformarsi nella dissoluzione più sfrenata ..un acqua cheta pronta ad uscire dagli argini se guidata da mano esperta , comunque combattuta nel suo intimo dalle molteplici situazioni che travagliano la sua personalità , la sua pace interiore e che alla fine si risolvono come sempre nei due antagonisti principi della vita il bene ed il male....ma cosa sono per lei in fondo queste due parole....??.

    per me troppo lungo, come al solito, a volte ripetitivo un bel taglio nella parte centrale sarebbe servito...ma i sudamericani sono così...esuberanti di parole.......potrebbe sembrare un libro facile , forse frivolo, io l'ho letto come fosse una grande farsa teatrale, una sceneggiatura ( ed infatti ne hanno tratto un film) divertente e misteriosa... ma io sono un entusiasta....non faccio molto testo!!

    dit le 

  • 3

    Mancato decollo

    Storia carina, personaggi simpatici, tutto risplende nei colori e nel folklore di Bahia, lasciando il lettore in perenne attesa di pagine migliori. Ma il romanzo scorre e non decolla mai e, pure la trovata del finale fantastico, conferma la capacità affabulatoria dei sudamericani ma non redime le ...continuer

    Storia carina, personaggi simpatici, tutto risplende nei colori e nel folklore di Bahia, lasciando il lettore in perenne attesa di pagine migliori. Ma il romanzo scorre e non decolla mai e, pure la trovata del finale fantastico, conferma la capacità affabulatoria dei sudamericani ma non redime le attese nè la ridondanza delle troppe pagine. Rimane un senso di incompiutezza, pur attenuato dall'allegria di Vadinho e dalla "generosità" di Dona Flor.

    dit le 

  • 5

    Il romanzo ruota attorno alla vedovanza di dona Flor e al suo lutto stretto, vissuto nel ricordo di Vadinho, delle loro ambizioni, del fidanzamento e dello sposalizio. Coglie l'intimità della giovane vedova, il suo riserbo, le sue notti insonni e la sua insoddisfazione. Racconta di come arrivò on ...continuer

    Il romanzo ruota attorno alla vedovanza di dona Flor e al suo lutto stretto, vissuto nel ricordo di Vadinho, delle loro ambizioni, del fidanzamento e dello sposalizio. Coglie l'intimità della giovane vedova, il suo riserbo, le sue notti insonni e la sua insoddisfazione. Racconta di come arrivò onorata al suo secondo matrimonio, quando il fardello del defunto cominciava a pesare sulle sue spalle, e di come visse in pace e armonia, senza dispiaceri né soprassalti, con suo bravo secondo marito, nel mondo della farmacologia e della musica. E mentre lei brilla nei salotti e il coro dei vicini le ricorda la sua felicità, Vadinho, nel suo corpo astrale, la visita, la corteggia, le elargisce gioie eccezionali e consigli formidabili

    dit le 

  • 3

    finito da poco e...no, non me ne sono innamorata :o(

    Già dalla prime pagine ho sofferto un eccesso di descrizioni, una ripetitività degli stessi concetti che mi ha, si, lo ammetto, annoiata!


    mi sono affezionata ai personaggi, sono raccontati bene e interessanti, alcuni eccessivi e pittoreschi, ma sempre credibili
    Però...ho saltato a piè paro ...continuer

    Già dalla prime pagine ho sofferto un eccesso di descrizioni, una ripetitività degli stessi concetti che mi ha, si, lo ammetto, annoiata!

    mi sono affezionata ai personaggi, sono raccontati bene e interessanti, alcuni eccessivi e pittoreschi, ma sempre credibili Però...ho saltato a piè paro alcune pagine in più punti Questo rende l'idea dell'effetto.. Peccato perchè la storia è carinissima, e speravo di amarlo! Sarà per il prossimo! (spero)

    dit le 

  • 4

    un romanzo obiettivamente straordinario, ricco e generoso di colori e sensazioni... ma che non mi ha convinto del tutto nel suo scioglimento, purtroppo. Per questo non mi sento di dare 5 stelle complete.

    dit le 

  • 5

    Quando c’è di mezzo del realismo magico mi riesce difficile mantenermi obiettiva. È un genere con uno stile che non posso fare a meno di amare. E anche Amado, di cui non avevo letto alcunché, non mi ha deluso.


    Nella sua straordinarietà, Dona Flor è una donna come tante. Oppressa da una mad ...continuer

    Quando c’è di mezzo del realismo magico mi riesce difficile mantenermi obiettiva. È un genere con uno stile che non posso fare a meno di amare. E anche Amado, di cui non avevo letto alcunché, non mi ha deluso.

    Nella sua straordinarietà, Dona Flor è una donna come tante. Oppressa da una madre dispotica (dona Rozilda è un personaggio imperdibile!), finisce per lasciarsi andare a qualche “peccato di gioventù”, trovandosi così sposata con l’inaffidabile Vadinho. Uomo di sfrenata allegria, costantemente in bolletta, dedito al gioco d’azzardo e alle “mondane”, Vadinho è il peggiore marito che le donne di Bahia possano immaginare. Tanto che quando muore nel bel mezzo del Carnevale, vestito da donna, le pettegole del quartiere tirano un sospiro di sollievo per Flor, liberata prima di quanto fosse lecito sperare da un tale giogo. Eppure Flor aveva trovato in Vadinho qualcosa che la completa.

    Ma forse non siamo le mezze mele che ci piace pensare. Forse siamo fatti di frammenti, troppi e troppo diversi fra loro per potere trovare davvero qualcuno che ci completi. «Perché si deve sempre aver bisogno di due amori, perché uno non basta a riempire il cuore?» si chiede quindi dona Flor.

    dit le 

Sorting by