Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Donne innamorate

By David Herbert Lawrence

(43)

| Paperback | 9788854134980

Like Donne innamorate ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Nota: Edizione integrale

In questo romanzo, pubblicato nel 1920 e concepito idealmente come seguito de "L'arcobaleno" (1915), Lawrence esplora, avvalendosi di una trama esile e pretestuosa ma anche di un'estrema dilatazione e intensificazione dei di Continue

Nota: Edizione integrale

In questo romanzo, pubblicato nel 1920 e concepito idealmente come seguito de "L'arcobaleno" (1915), Lawrence esplora, avvalendosi di una trama esile e pretestuosa ma anche di un'estrema dilatazione e intensificazione dei dialoghi, le più diverse implicazioni dei rapporti tra i due sessi, l'assurdità delle convenzioni sociali che vorrebbero delimitarne le possibilità e i modi, il tormento dell'eterno conflitto tra istinto e intelletto, tra sensualità e ragione, sullo sfondo della società industriale inglese del primo Novecento. L'abbandono della tradizione narrativa ottocentesca, del romanzo "ben costruito" in virtù di uno sviluppo regolare della storia e dell'aderenza realistica ai fatti, è definitivo: la struttura di "Donne innamorate" è accidentata, spezzata, apparentemente incoerente e segna l'inizio di una significazione espressionistica e simbolica tipicamente novecentesca.

28 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Donne innamorate è il romanzo novecentesco di Lawrence, diverso per questo dai più tipicamente ottocenteschi L'amante di Lady Chatterley e Figli e amanti e, secondo me, di ben più difficile lettura.
    E non mi riferisco allo stile, alla struttura accid ...(continue)

    Donne innamorate è il romanzo novecentesco di Lawrence, diverso per questo dai più tipicamente ottocenteschi L'amante di Lady Chatterley e Figli e amanti e, secondo me, di ben più difficile lettura.
    E non mi riferisco allo stile, alla struttura accidentata del romanzo o alla trama esile, ma ai personaggi. Personaggi che si perdono dietro le loro infinite elucubrazioni, che speculano -a mio parere presuntuosamente- sulla vita e sull'amore, che odiano l'umanità di cui comunque fanno parte, che sono ossessionati dalla morte e vivono sentimenti estremi. Personaggi che ad un certo punto si fanno letteralmente detestare e che spingono a chiudere il libro.
    E' proprio lo stile di Lawrence e la sua immensa bravura nel raccontare che fa andare avanti, un capitolo dopo l'altro.
    Il background della storia è quello incontrato nei due romanzi già citati, l'Inghilterra delle miniere di carbone, a causa delle quali tutto è polveroso, squallido e nero e l'atmosfera è opprimente; uno dei protagonisti, Gerald, è il figlio del padrone di una miniera e gli altri, le donne del titolo, cioè le sorelle Gudrun e Ursula, e Birkin, l'altro uomo del quartetto, insegnanti, si considerano superiori alla massa di operai, visti solo come qualcosa di amorfo e sudicio.
    Diversamente da quel che potrebbe far pensare il titolo, il romanzo non parla d'amore, o, almeno, non racconta storie d'amore, bensì del rapporto tra uomini e donne, ma in modo troppo ampolloso. Ho trovato interessante solo la lite tra Ursula e Birkin sul ciglio della strada, mentre mi è sembrato terribilmente attuale il gesto esasperato che Gerald compie nei confronti di Gudrun (il cui abbigliamento non convenzionale sembra l'unica pennellata di colore in un quadro grigio).
    I personaggi sono ben costruiti, sebbene, secondo me, troppo estremizzati. Quello meglio riuscito è un personaggio secondario, Hermione, ossessionata dalla conoscenza, dal possesso e dal controllo, figura terribile e ricca di innumerevoli sfumature.
    Molto bella la prima parte del XVII capitolo, dedicata al vecchio signor Crich.

    http://iltesorodicarta.blogspot.it/

    Is this helpful?

    Carmen said on Aug 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Devo dire che, soprattutto all' inizio, l' ho trovato noioso e opprimente come il profumo di un fiore notturno; ma poi in seguito si sono dischiuse pagine di scrittura meravigliosa e algida, quella del Lawrence che amo.
    Ho amato molto Figli e ama ...(continue)

    Devo dire che, soprattutto all' inizio, l' ho trovato noioso e opprimente come il profumo di un fiore notturno; ma poi in seguito si sono dischiuse pagine di scrittura meravigliosa e algida, quella del Lawrence che amo.
    Ho amato molto Figli e amanti, per questo invece il mio piacere è stato altalenante, ma resta comunque un buon libro, anche se a tratti difficile.

    Is this helpful?

    Ermione said on Apr 24, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Premettendo d'averlo letto solo per curiosità posso dire che è stata una pessima scelta.
    Non è il promo classico che leggo, ma questo l'ho trovato alquanto complesso e pesante.

    Is this helpful?

    Lea.g said on Nov 27, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    «Invece di farti a pezzi per adattarti al mondo, fa' a pezzi il mondo per adattarlo a te.»

    Ci ho messo molto a finire il romanzo, ma nonostante ciò il tutto è stato ripagato dal cinismo+pessimismo di Birkin, che ho adorato. Quell'uomo mi ha lasciato qualcosa. Invece ho detestato la coppia Gudrun-Gerald.
    Finale inaspettatamente tragico.

    Is this helpful?

    Josephine.March. said on Nov 1, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non c’è cosa più irritante, io credo, che sentirsi troppo stupidi per capire un romanzo. Non c’è cosa più irritante che sentire che la distanza che ti separa dallo scrittore, in termini di complessità ideologica, di esperienze di vita e di abilità li ...(continue)

    Non c’è cosa più irritante, io credo, che sentirsi troppo stupidi per capire un romanzo. Non c’è cosa più irritante che sentire che la distanza che ti separa dallo scrittore, in termini di complessità ideologica, di esperienze di vita e di abilità linguistica, non è una piccola crepa, ma un crepaccio.È uno di quei libri, rari a trovarsi, il cui contenuto in termini di trama si può sintetizzare in mezza riga. Due donne, due uomini, due storie d’amore, anzi tre. Picnic all’aperto, gite in macchina, crudeltà sui conigli, una scazzottata, un contorno di affascinanti personaggi bohemien, l’industria del carbone, tanta tanta voglia di libertà. I due personaggi femminili, Gudrun e Ursula, sono due sorelle, estremamente diverse l’una dall’altra. I due personaggi maschili, Birkin e Gerald, sono altrettanto estremamente diversi. Le tre coppie, Birkin-Ursula, Gudrun-Gerald, Birkin-Gerald, sono ancora più diverse ed estreme.
    Le coppie si formano al capitolo due. Benissimo, perché andare avanti allora? Un romanzo di Jane Austen si sarebbe fermato qui. Che problema c’è? Sarebbe un romanzo estremamente carino di 12 pagine. Ma... Perché il mio romanzo ha 435 pagine? Cos’altro deve accadere? Ecco, in realtà non accade nulla. Si riflette. Questo è tutto, si riflette. Ma su cosa? Già, questa è un’altra bella domanda.Donne innamorate è un romanzo che investe tutto sui personaggi e quasi nulla sull’azione. Il dialogo, il gesto, è su questi elementi che l’attenzione del lettore si deve concentrare. Su questi e su una serie di simboli ripetuti, di scene chiave per capire in che modo i personaggi interagiscono e quali sono le molle del loro pensiero. Questa barriera linguistica è stata anche il motivo principale, io credo, per cui le vicende dei personaggi mi sono sostanzialmente scivolate addosso. Li ho guardati con molta freddezza, con molta scientificità. C’è stata da parte mia davvero poca partecipazione.
    È stato come guardare da fuori un ballo in una sala da tè. Dentro ci sono tutte le signore agghindate, ci sono le tende, c’è la musica, c’è profumo, dentro c’è tutta la tua idea di bellezza orchestrata soltanto per farti piacere. Ma nessuno ti apre la porta. Grazie tante, tu dici.

    Is this helpful?

    Addy S said on Jul 27, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection

Margin notes of this book