Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Doom Patrol vol. 01

Sopravvissuti al disastro

Di

Editore: Magic Press

4.3
(53)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8877590904 | Isbn-13: 9788877590909 | Data di pubblicazione: 

Genere: Art, Architecture & Photography , Comics & Graphic Novels , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Doom Patrol vol. 01?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    Strisciando dalle macerie

    La Doom Patrol è un gruppo di supereroi composto da sopravvissuti a traumi, svantaggi, incidenti di vario tipo, che, pur rendendoli dei fenomeni da baraccone, gli hanno conferito facoltà fuori dal comune, usate per combattere il male e riscattarsi agli occhi della società. La loro pubblicazione p ...continua

    La Doom Patrol è un gruppo di supereroi composto da sopravvissuti a traumi, svantaggi, incidenti di vario tipo, che, pur rendendoli dei fenomeni da baraccone, gli hanno conferito facoltà fuori dal comune, usate per combattere il male e riscattarsi agli occhi della società. La loro pubblicazione precedette di circa tre mesi quella di un altro celebre gruppo di reietti superpotenti, ovvero gli X-men. Le similitudini in effetti ci sono, basti pensare che entrambi i gruppi sono guidati da un leader scienziato e sulla sedia a rotelle, ma le varie incarnazioni della Doom Patrol ebbero meno notorietà e successo dei mutanti, perlomeno fino al folle cambio di rotta inaugurato dallo scozzese Grant Morrison, che li rese uno dei titoli più celebri del fumetto supereroistico alternativo. Lo scrittore scozzese fece tabula rasa dei precedenti del gruppo, rimescolò personaggi vecchi e nuovi, e usò gli stimoli artistici più disparati (citazioni da Calvino, Borges, Svankmajer, per citarne alcuni) per costruire un collage visionario di idee e ambientazioni oniriche. L'unico superstite della formazione originale, un uomo di cui è sopravvissuto solo il cervello, inserito in un freddo corpo robotico privo di stimoli si unisce a Jane, una ragazza affetta da personalità multiple, e Rebis, una creatura ermafrodita nata dalla fusione tra un vecchio membro del gruppo e una donna. Più tardi arrivò anche Dorothy, una dodicenne dai tratti scimmieschi.
    Fin da subito le atmosfere diventarono fantasiose e visionarie: giochi di parole alla Carroll, uomini forbice in grado di "tagliare via" gli umani dal mondo reale, che vivono in mondi ispirati a Borges e all'arredamento-ossario del cortometraggio di Svankmejer, l'incubo vittoriano di Jack lo squartatore che sopravvive ai secoli nutrendosi del dolore e arrivando ad auto-definirsi come Dio stesso. Scarpette rosse, incubi della sessualità nascente e traumi familiari rimossi.

    ha scritto il 

  • 5

    Avete presente cose tipo la JLA, i vari gruppi di super eroi palestrati, belli e perfetti in tutina multicolore? Allora dovete leggere la Doom Patrol: il supergruppo più folle e sfigato che si possa immaginare ma proprio per questo unico nel suo genere.

    ha scritto il 

  • 4

    Chi ha detto che i supereroi sono tutti belli, carismatici, popolari? ci sono supereroi diversi, supereroi schizofrenici, supereroi costretti nel corpo di un robot... questo è esattamente il tipo di supereoi che compone la Doom Patrol

    ha scritto il