Dopo la Russia

Un secolo di poesia, 9

Voto medio di 66
| 28 contributi totali di cui 9 recensioni , 19 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
L'etica del rigore e della rinuncia (... forse, la vittoria vera / su tempo e gravita': passare / senza lasciare tracce, senza / proiettae ombra ...) e' costitutiva della scrittura cvetaeviana nella sua splendida maturita', quando raggiunge la ... Continua
Ha scritto il 08/10/13
Non l'ho ancora finito, ma non posso negare cinque stelle a questa sublime raccolta. Marina è incarnazione del fervore estatico della Sibilla ai massimi livelli e chi non la comprende non ha semplicemente compiuto il viaggio iniziatico che si ..." Continua...
Ha scritto il 16/11/12
Il troppo...
Troppe maiuscole, troppe parole ricercate, troppe ---, troppa punteggiatura, troppa “poesia”, troppa infelicità; insomma troppa...Comunque qualche verso è bellissimo:"E, forse, la vittoria vera su tempo e gravità: passare senza lasciare ..." Continua...
Ha scritto il 01/03/12
Non so dire se la sua poesia mi piace. Molti suoi versi sono frasi secche. Niente metafore, qui i suoni sono forti, decisi, quasi risuonano come schiaffi. Ho trovato la sua poesia molto diversa - a mio modo di sentire - da quella della Achmatova. ..." Continua...
  • 9 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 21/02/12
«Amore è gettare ogni dono nel rogo! E – invano!»
O dell’amazzone implacabile. Marina Cvetaeva è quel genere di donna che ti irrompe nell’anima infrangendo tutti i vetri, strappando i veli nel tempio, bruciando le cartoline attaccate ai muri, svuotando i cassetti da conchiglie, fogli ..." Continua...
  • 19 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 28/03/10
Marina, Marina Marina
(nonostante i tuoi gusti)
ti voglio al più presto sposar
  • 2 mi piace

Ha scritto il Jan 13, 2013, 15:17
VERSI PER L'ORFANO3.(LA CAVERNA)Ti prenderei, se potessi,nel grembo della caverna:spelonca di drago,tana di pantera.In zampe vellutate di panterati prenderei - se potessi.Nel seno della natura. Nel pieno.Sfilerei la mia pelle di pantera..Ti ... Continua...
Ha scritto il Jan 12, 2013, 23:15
Distanze: verste, miglia..(a B. Pasternak)Distanze: verste, miglia..Ci hanno divisi, dispersi, costrettia vivere dimessi, muti, buoni,ai confini opposti della terra.Distacco: strada, versta..Mani scollate e disgiuntehanno mandato al supplizio dei ... Continua...
Ha scritto il Jan 12, 2013, 23:08
E allora, Musa? Sei ancora viva?E allora, Musa? Sei ancora viva?Così bussa alla parete della cella,sul muro scavato dalle dita-Ehi, Musa, come va? Quanto manca?-la carcerata alla vicina..Linguaggio-colpi oscuri- di prigionia.Musa, che fai? Respiri ... Continua...
Ha scritto il Jan 12, 2013, 22:51
E ancora si muove.E ancora si muoveil demone in me.Nel corpo – prigione,nel corpo – corvéè.Uscita – la bara -dal mondo-galera-“Il mondo è una scena”balbetta l’attore.Faceva sul seriolo zoppo buffone:nel corpo-museo,nel ... Continua...
Ha scritto il Jan 12, 2013, 22:41
Sibilla.IIILA SIBILLA AL BAMBINOVieni vicino al mio petto,più stretto:nascere, piccolo, è cadere nel tempo.Dal non-dove, non terra,così rovinosadiscesa!Da spirito in - polvere!Piangi, bambino, per te, per tutti:nascere - è cadere nel ... Continua...

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi