Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Dopo la Russia

e altri versi

By Marina Cvetaeva

(51)

| Paperback | 9788804431244

Like Dopo la Russia ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Raccoglie un'ampia scelta delle liriche tratte dall'omonima raccolta (l'ultima pubblicata in vita) insieme al "Poema della montagna" e al "Poema della fine" e altre liriche.

7 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Non l'ho ancora finito, ma non posso negare cinque stelle a questa sublime raccolta.
    Marina è incarnazione del fervore estatico della Sibilla ai massimi livelli e chi non la comprende non ha semplicemente compiuto il viaggio iniziatico che si richie ...(continue)

    Non l'ho ancora finito, ma non posso negare cinque stelle a questa sublime raccolta.
    Marina è incarnazione del fervore estatico della Sibilla ai massimi livelli e chi non la comprende non ha semplicemente compiuto il viaggio iniziatico che si richiede ad ogni poeta. Sibilla, Fedra, Euridice e Ofelia si intrecciano, si spingono, si tirano i capelli in pagine sofferte e intrise di passione femminile e veleni di serpe.
    Chi vuole sapere come nasce, vive e rimane eterna la poesia legga Marina, preferibilmente in questa edizione che nonostante la difficile reperibilità gode della bellissima traduzione di Serena Vitale (e dei suoi immensi saggi).
    Consigliato alle anime ma attenti: brucia!

    Is this helpful?

    Serezha Krainij (Сережа Крайний) said on Oct 8, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Marina, Marina Marina
    (nonostante i tuoi gusti)
    ti voglio al più presto sposar

    Is this helpful?

    Fedka said on Mar 28, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La poeta.
    Da leggere tutto quanto è stato tradotto.

    Is this helpful?

    timet said on Mar 20, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Perchè tu non mi veda-/in vita- di spinosa invi/sibile siepe mi circondo.//Di rovi mi cingo/ in brina- scendo.// Perchè tu non mi senta-/in notte- nella senile scienza/ del riserbo mi cimento.// In mormorio- mi stringo,/di sussurri mi bendo.// Perch ...(continue)

    "Perchè tu non mi veda-/in vita- di spinosa invi/sibile siepe mi circondo.//Di rovi mi cingo/ in brina- scendo.// Perchè tu non mi senta-/in notte- nella senile scienza/ del riserbo mi cimento.// In mormorio- mi stringo,/di sussurri mi bendo.// Perchè tu troppo non fiorisca/ in me- tra libri: tra boscaglie-/ vivo- ti affondo.// Di fantasie ti cingo/fantasma- ti sricordo."

    Is this helpful?

    Semola said on Feb 20, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    " Da lontano - il poeta prende la parola,
    Le parole lo portano - lontano.

    Per pianeti, sogni, segni...Per le traverse vie
    dell'allusione. Tra il sì e il no il poeta,
    anche spiccando il volo da un balcone
    trova un appiglio. G ...(continue)

    " Da lontano - il poeta prende la parola,
    Le parole lo portano - lontano.

    Per pianeti, sogni, segni...Per le traverse vie
    dell'allusione. Tra il sì e il no il poeta,
    anche spiccando il volo da un balcone
    trova un appiglio. Giacchè il suo

    è passo di cometa. E negli sparsi anelli
    della causalità è il suo nesso. Disperate -
    voi che guardate il cielo! L'eclisse del poeta
    non c'è sui calendari. Il poeta è quello

    che imbroglia in tavola le carte,
    che inganna i conti e ruba il peso.
    Quello che interroga dal banco,
    che sbaraglia Kant,

    che sta nella bara di Bastiglie
    come un albero nella sua bellezza...
    è quello che non lascia tracce,
    il treno a cui non uno arriva
    in tempo...
    Giacchè il suo
    è passo di cometa: brucia e non scalda,
    cuoce e non matura - furto! scasso! -
    tortuoso sentiero chiomato
    ignoto a tutti i calendari....(p.93-95

    Is this helpful?

    passionfruit said on Sep 11, 2009 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    E fino a quando il deserto della gloria
    non avrà insabbiato le mie labbra,
    canterò ponti e barriere -
    i più semplici luoghi.

    (incipit del "poema della periferia")

    Is this helpful?

    Lugh Pascoletti said on Jul 2, 2008 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (51)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Paperback 324 Pages
  • ISBN-10: 8804431245
  • ISBN-13: 9788804431244
  • Publisher: Mondadori (Oscar poesia del novecento, 01)
  • Publish date: 1997-06-xx
  • Also available as: Mass Market Paperback , Others
Improve_data of this book

Margin notes of this book