Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Doppio sogno

By Arthur Schnitzler

(28)

| Others

Like Doppio sogno ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

585 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Eccessivamente legato al suo tempo

    Non è possibile scindere questo libro dal periodo storico in cui è stato scritto, dalla nascita della psicologia, da Freud, eccetera.
    E per me è stato un limite, perché frutto di teorie ormai superate, non sono riuscita a rivederci neppure un'indagi ...(continue)

    Non è possibile scindere questo libro dal periodo storico in cui è stato scritto, dalla nascita della psicologia, da Freud, eccetera.
    E per me è stato un limite, perché frutto di teorie ormai superate, non sono riuscita a rivederci neppure un'indagine sull'animo umano che potesse essere generalizzata e superare i tempi (come fanno di solito i capolavori). Schnitzler non ha neppure uno stile elegante, o magari è colpa della traduzione; su questo non posso pronunciarmi.

    Is this helpful?

    Barbussi said on Aug 26, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Ricordo ancora quando si sposò mia sorella: sarà stato dieci anni fa; corso prematrimoniale e opuscoletti. Non le ho mai chiesto cosa avesse imparato da quella roba, ero troppo piccolo, e nel frattempo non ho mai avuto motivo di chiederglielo.
    Pochi ...(continue)

    Ricordo ancora quando si sposò mia sorella: sarà stato dieci anni fa; corso prematrimoniale e opuscoletti. Non le ho mai chiesto cosa avesse imparato da quella roba, ero troppo piccolo, e nel frattempo non ho mai avuto motivo di chiederglielo.
    Pochi giorni fa ho ritrovato Doppio sogno. Cioè, la voglia di rileggerlo.
    Sarebbe un ottimo libro di testo per corsi prematrimoniali.
    Anche il prete, ponendo Quella domanda, dovrebbe chiedere: «Siete pronti ad affrontare le notti, e i sogni, e gli incubi, le fobie e desideri di fuga e di vendetta? Queste cento pagine, prendetele e moltiplicatele per cent'anni: ci vuole troppa comprensione per affrontare tanta problematicità».

    Is this helpful?

    Woyzeck said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Apoteosi del matrimonio

    "Il percorso iniziato con il disgusto per la donna adulta (Marianne), proseguito con la 'terapeutica' frequentazione delle donne bambine (Mizzi e la Pierrette), ha portato il protagonista Fridolin di nuovo alla donna adulta, ma nel pieno della sua se ...(continue)

    "Il percorso iniziato con il disgusto per la donna adulta (Marianne), proseguito con la 'terapeutica' frequentazione delle donne bambine (Mizzi e la Pierrette), ha portato il protagonista Fridolin di nuovo alla donna adulta, ma nel pieno della sua sensualità, della sua femminilità. Lo ha riportato alla moglie Albertine viva, di nuovo parte dell’archetipo, ma un archetipo che sta nel mondo. Col che si chiude lo spazio del medioconscio, non per caso Fridolin si chiede se «tutto quello che aveva creduto di aver vissuto fino a quel momento non era altro che frutto del suo delirio», e conclude con la constatazione che ormai «era del tutto sveglio». È del tutto tornato nella realtà, vede il mondo intorno a lui che si sveglia, e pensa che fra poche ore avrebbe ripreso la propria vita normale, «si sarebbe aggirato fra i letti dei suoi pazienti, paludato nel suo camice di lino bianco». Il resto della novella non è altro che il compimento narrativo di questo percorso, compreso il sogno sognato di Albertine, che è molto meno importante del sogno ad occhi aperti vissuto da Fridolin al bordo estremo del medioconscio, là dove si confonde con la realtà."

    Is this helpful?

    Kris Kelvin said on Jun 26, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    La risonanza del cupo splendore del sogno anche nella veglia

    La risonanza del cupo splendore del sogno anche nella veglia.
    Attimi di luce accecanti, balenanti in uno scuro torpore dall'indefinibile sapore. I più indicibili desideri scappano dal controllo ed incontrano immagini e suoni di spaventose dimensioni. ...(continue)

    La risonanza del cupo splendore del sogno anche nella veglia.
    Attimi di luce accecanti, balenanti in uno scuro torpore dall'indefinibile sapore. I più indicibili desideri scappano dal controllo ed incontrano immagini e suoni di spaventose dimensioni.

    {Il chiodo fiorisce}

    Is this helpful?

    Nla Nuovo Liceo Artistico said on May 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    - E nessun sogno, – aggiunse lui con lieve sospiro, – è soltanto un sogno-

    Is this helpful?

    Andùril said on Apr 17, 2014 | 2 feedbacks

  • 4 people find this helpful

    Questo lungo racconto ci racconta le vicissitudini, vissute o solo sognate, di una coppia della borghesia viennese, Albertine e Fridolin.
    L'uno e l'altra sono i due rovesci della stessa medaglia; esprimono l'ambiguità in cui la coppia si muove, la c ...(continue)

    Questo lungo racconto ci racconta le vicissitudini, vissute o solo sognate, di una coppia della borghesia viennese, Albertine e Fridolin.
    L'uno e l'altra sono i due rovesci della stessa medaglia; esprimono l'ambiguità in cui la coppia si muove, la crisi d'identità di ciascuno dei due, l'allontanamento che avviene un po’ alla volta fra loro, quasi come un senso di estraneità che per potersi esprimere, si maschera per provare nuove emozioni.
    E così Albertine da una parte vive un sogno che sembra molto reale e ci svela un mondo interiore ricco di contraddizioni; dall’altra Fridolin vive un’esperienza reale con i contorni sfumati di un sogno.
    Alla coppia occorrerà uno sforzo reciproco per riequilibrare il rapporto compromesso dalle vicende della notte passata, occorreranno parole, tante parole…Ma il nuovo giorno li troverà sdraiati l’uno accanto all’altra, nella consapevolezza di non poter ipotecare il futuro e nell’incertezza che ne deriva, di poter essere di nuovo “vittime” dei propri tormenti interiori ma con la speranza di poterlo affrontare insieme.

    Is this helpful?

    Aspa said on Mar 25, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book