Dove abitano le emozioni

La felicità e i luoghi in cui viviamo.

Voto medio di 51
| 13 contributi totali di cui 5 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Da quando esiste l'uomo, esiste la necessità di un rifugio: la storia della casa e degli spazi in cui le persone si muovono, lavorano, si divertono è anche la storia dell'umanità. Lo psicologo Paolo Crepet e l'architetto Mario Botta, rispondendo ...Continua
Ha scritto il 19/01/14
Quando una cosa non esiste più...
Se oggi mi dicessero che la casa dei miei nonni è stata distrutta, potrei provare un dolore perfino maggiore di quello vissuto per la loro morte fisica, perchè quel luogo ha preservato il loro ricordo. Diventa terribile l'idea che non ce ne sia ...Continua
Ha scritto il 26/12/11
un acquisto risparmiato, menomale
Grazie al mio fratello, non ho dovuto comprare questo libro, che non offre troppi spunti di riflessione. Si salva solo la parte relativa ai luoghi dell'educare, ma è una lettura leggera se proprio non avete null'altro da fare...
Ha scritto il 26/11/11
Stimolante, senza dubbio interessante. Crepet è padrone indiscusso del libro, nonostante i numerosi interventi di Botta (quanto meno nella prima parte).
  • 1 mi piace
Ha scritto il 29/11/08
Dialoghi tra lo scrittore e giornalista Giuseppe Zois con il sociologo e psichiatra Crepet e l'architetto Botta.Un'analisi fedele soprattutto dal punto di vista sociologico riguardo i luoghi del vivere, dell'abitare, dell'apprendere, del lavorare, ...Continua
  • 6 mi piace
Ha scritto il 02/07/08
La felicità e i luoghi in cui viviamo. Di fronte al caos e alla fatica del nostro vivere, ripensare la città come luogo dove poter essere felici può sembrare un'utopia: Crepet e Botta dimostrano invece che è possibile. Questo libro contiene ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Jun 14, 2009, 21:19
Il dolore è individuale, come tale deve avere risposte personalizzate.
Pag. 155
Ha scritto il Jun 14, 2009, 21:18
"solo la bellezza potrà salvare il mondo"
Pag. 153
Ha scritto il Jun 14, 2009, 21:16
Veniamo da lontano e andiamo lontano. Abbiamo, possiamo avere solo risposte del cuore, non certezze razionali........

Possiamo diventare più fragili, ma non siamo meno veri nè meno coerenti con noi stessi se a un certo punto voltiamo pagina.

Pag. 149
Ha scritto il Jun 14, 2009, 21:14
Quando a un bambino dai tutto, questi non si abitua a desiderare e quindi non può produrre emozioni.
Pag. 119
Ha scritto il Jun 14, 2009, 21:12
Oggi.......ci esaltiamo al pensiero di avere in tasca un telefonino con un numero immenso di comandi e funzioni (di cui per altro non ci serviremo, perchè non le conosciamo), ma non ci interessiamo più a cosa sarà dell'uomo.
Pag. 32

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il May 03, 2016, 16:11
155.94 BOT 14821 Filosofia e Psicologia

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi