Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Dove il silenzio muore

Di

Editore: Edizioni Cento Autori

3.7
(9)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8895241444 | Isbn-13: 9788895241449 | Data di pubblicazione: 

Genere: Mystery & Thrillers

Ti piace Dove il silenzio muore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Il romanzo che l'ha consacrata come consacra come “lo Stephen King napoletano”.

    La Silenziosa è una villa su cui incombe una terribile maledizione risalente agli antichi misteri egizi. Quando Sara decide di riaprire quella casa, che era appartenuta ai suoi genitori, si ritrova a piombare in un incubo senza via d’uscita. La maledizione torna a colpire attraverso il suo terrib ...continua

    La Silenziosa è una villa su cui incombe una terribile maledizione risalente agli antichi misteri egizi. Quando Sara decide di riaprire quella casa, che era appartenuta ai suoi genitori, si ritrova a piombare in un incubo senza via d’uscita. La maledizione torna a colpire attraverso il suo terribile emissario, l’Ouroboros, il serpente del diavolo.

    "Il mese dei morti. Non c’è mese peggiore per morire. Tutto effonde morte, i giorni, le notti, l’aria stessa, il tempo. La gente si abbandona mesta ai ricordi; non pensa, commemora nel silenzio delle proprie angosce. Tutto è terribilmente triste. Il tempo non sempre è terapeutico. A volte incarognisce le sensazioni."

    ha scritto il 

  • 3

    Horror partenopeo

    Quando un horror comincia nell'Egitto del primo secolo dopo Cristo e continua nella Napoli dei giorni nostri con puntate all'inizio degli anni '60... beh, o è un gran pasticcio, oppure è un colpaccio di genio. La seconda che ho detto per questo libro d Simonetta Santamaria da leggere tutto d'un f ...continua

    Quando un horror comincia nell'Egitto del primo secolo dopo Cristo e continua nella Napoli dei giorni nostri con puntate all'inizio degli anni '60... beh, o è un gran pasticcio, oppure è un colpaccio di genio. La seconda che ho detto per questo libro d Simonetta Santamaria da leggere tutto d'un fiato, come un bicchierone di tè freddo al limone in una giornata di arsura napoletana. Ve lo consiglio caldamente!

    ha scritto il 

  • 4

    Molti storcono il naso davanti all'horror italiano pensando che possa essere una "caricatura" di quello alla Stephen King.
    Simonetta Santamaria è brava e coraggiosa. Il suo horror (che non è solo horror) è ambientato a Napoli, tra napoletani anziani e giovani. Insomma si respira uno scorcio ...continua

    Molti storcono il naso davanti all'horror italiano pensando che possa essere una "caricatura" di quello alla Stephen King.
    Simonetta Santamaria è brava e coraggiosa. Il suo horror (che non è solo horror) è ambientato a Napoli, tra napoletani anziani e giovani. Insomma si respira uno scorcio affascinante e magico di Italia. Da provare, senza dubbio.

    ha scritto il