Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Dove non si parla d'amore e altri racconti

Di

Editore: Adelphi (Biblioteca, 333)

3.8
(42)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 222 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8845912809 | Isbn-13: 9788845912801 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Margherita Crepax

Ti piace Dove non si parla d'amore e altri racconti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nei racconti che compongono questo volume non si parla d'amore, ma delle emozioni senza nome, senza etichetta, che vincolano il cuore di un'umanità spaesata, non connotata da ruoli o qualifiche, stupita dal fluire del tempo come dagli scarti improvvisi del destino, in cerca di sé nelle stanze di case non riconoscibili, in chiese abbandonate a una sacralità senza riti, in città sospinte dalla storia di altri mondi. Quel sommovimento di tutto, quel senso di perpetua precarietà che la Rivoluzione russa impose in una vasta parte del mondo diventano qui un clima e un fondale psicologico. L'esilio come condizione dello spirito, espressione dello smarrimento e della vulnerabilità dell'anima e nonostante tutto un'ostinata vitalità dei sentimenti.
Ordina per
  • 4

    "Adesso sapeva che alla fine di quella lunga e monotona strada viveva la sua felicità e, se non aveva idea di come fare, pensava di doverla proteggere e studiare"
    piccoli racconti gioiello, con sopra incastonato 'Una vita a parte', un diamante.

    ha scritto il 

  • 3

    Racconti molto belli, composti con insuperabile delicatezza- e finezza. Ma io, con il genere "racconto", ho problemi: non faccio in tempo a "conoscere" e ad affezionarmi ad un personaggio che subito lo vedo svanire...E' per questo che, di solito, le raccolte di racconti si prestano per me alla ri ...continua

    Racconti molto belli, composti con insuperabile delicatezza- e finezza. Ma io, con il genere "racconto", ho problemi: non faccio in tempo a "conoscere" e ad affezionarmi ad un personaggio che subito lo vedo svanire...E' per questo che, di solito, le raccolte di racconti si prestano per me alla rilettura- molto più dei romanzi. Perché solo rileggendoli entrano a far parte del mio mondo interiore, riesco a cogliere le sfumature, i dettagli, i sottintesi della scrittura che alla prima lettura- inevitabilmente- mi sfuggono.

    ha scritto il 

  • 4

    Alcuni bellissimi racconti lasciano il segno per la loro capacità di bisbigliare all'orecchio emotivo sensazioni indefinite, legate alla vulnerabilità di esseri umani, tesi a perseguire un equilibrio o a trovare un proprio posto nel mondo,dediti alla ricerca di rituali che distolgano dal senso di ...continua

    Alcuni bellissimi racconti lasciano il segno per la loro capacità di bisbigliare all'orecchio emotivo sensazioni indefinite, legate alla vulnerabilità di esseri umani, tesi a perseguire un equilibrio o a trovare un proprio posto nel mondo,dediti alla ricerca di rituali che distolgano dal senso di precarietà che ci perseguita.
    E la scrittura che li sostiene è un concentrato di raffinata e ariosa arte affabulatoria.

    ha scritto il 

  • 5

    Amore che vieni amore che vai

    non si parla d'amore carnale ma di tutti gli altri tipi di amore ma primo tra tutti, e presente in ogni pagina, l'amore per la terra lasciata alle spalle in uno stato di prostrazione e decadenza.

    ha scritto il 

Ordina per