Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Dracula

By

4.2
(12325)

Language:Español | Number of Pages: | Format: Library Binding | In other languages: (other languages) English , German , Portuguese , Japanese , Chi traditional , French , Italian , Korean , Russian , Chi simplified , Swedish , Catalan , Finnish , Greek , Czech , Galego , Polish , Danish , Basque , Hungarian , Dutch , Indian (Hindi) , Croatian , Indonesian , Farsi , Romanian , Turkish , Thai

Isbn-10: A000043095 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Paperback , Mass Market Paperback , Others , Softcover and Stapled

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like Dracula ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    Questo è uno dei pochi libri di cui ho preferito la pellicola cinematografica.
    Ho faticato moltissimo a finirlo, i personaggi li ho trovati estremamente inverosimili, non mi è piaciuto affatto che i dialoghi di Van Helsing siano per monosillabi.
    Invece ho amato il fatto che i fatti siano document ...continue

    Questo è uno dei pochi libri di cui ho preferito la pellicola cinematografica. Ho faticato moltissimo a finirlo, i personaggi li ho trovati estremamente inverosimili, non mi è piaciuto affatto che i dialoghi di Van Helsing siano per monosillabi. Invece ho amato il fatto che i fatti siano documentati tramite i diari. Ho faticato tremendamente a terminarlo. Pensavo meglio...peccato

    said on 

  • 5

    Bello e coinvolgente grazie alla struttura in lettere che conferisce senso di veridicità a tutto il racconto. A tratti un pò lento, effetto forse voluto dall'autore per suscitare maggiore enfasi nei momenti clou. In generale un must per gli amanti del romanzo gotico.

    said on 

  • 2

    Forse l'unico caso in cui ho preferito il film al libro.
    A tratti noioso, qualche volta confuso nell'esposizione. Mi dispiace tornare sempre sugli stessi punti che caratterizzano le ultime recensioni (evidentemente nei classici faceva tendenza): anche qui foltissima la presenza dei "come posso d ...continue

    Forse l'unico caso in cui ho preferito il film al libro. A tratti noioso, qualche volta confuso nell'esposizione. Mi dispiace tornare sempre sugli stessi punti che caratterizzano le ultime recensioni (evidentemente nei classici faceva tendenza): anche qui foltissima la presenza dei "come posso descrivere" e, tanto per cambiare, di Dio. È nominato più volte di Dracula, rendetevi conto. Tutto sommato, storia poco convincente. Voglio dire, se non avessi visto un paio di volte il film, molte cose resterebbero oscure.

    said on 

  • 5

    Uno dei primi libri che ho letto sui vampiri,ne sono innamorata e affascinata grazie a stocker mi si è aperto un modo che ho voluto approfondire con altri autori e libri.

    said on 

  • 4

    Ci sono dei libri che non si possono non leggere. Io non sono molto "classici", ma dopo aver visto il film muto "Nosferatu" del 1922 ho deciso che era il caso di leggere anche il libro da cui è stato tratto. Mi è piaciuta molto di più la prima parte della seconda, ma è stato interessante perché s ...continue

    Ci sono dei libri che non si possono non leggere. Io non sono molto "classici", ma dopo aver visto il film muto "Nosferatu" del 1922 ho deciso che era il caso di leggere anche il libro da cui è stato tratto. Mi è piaciuta molto di più la prima parte della seconda, ma è stato interessante perché si nota davvero quanto scienza e religione fossero legate un paio di secoli fa. Le credenze popolari e le conoscenze scientifiche dell'epoca sono affascinanti. Le bizzarre idee sulla fisiognomica per esempio sono tipiche dell'epoca in cui sono state scritte, e nonostante il libro sia incredibilmente sessista l'unica figura femminile degna di nota non ne esce poi così male.

    said on 

  • 5

    Stupendo

    Letto e riletto, pur non essendo una appassionata del genere horror; inutile scappare, ti prende e non lo lasci più.
    La prima lettura, fatta durante la notte, agghiacciante.
    Un libro semplice eppur complesso, magari per certi versi si nota che è datato (soprattutto nel linguaggio) ma il tema non ...continue

    Letto e riletto, pur non essendo una appassionata del genere horror; inutile scappare, ti prende e non lo lasci più. La prima lettura, fatta durante la notte, agghiacciante. Un libro semplice eppur complesso, magari per certi versi si nota che è datato (soprattutto nel linguaggio) ma il tema non ha perso niente del suo fascino con il passare del secolo. Mai banale, truculento ma con stile. Il padre assoluto del genere, immancabile nelle migliori librerie.

    said on 

  • 5

    Capolavoro

    Non ha niente di eclatante in sè, non ci sono grandi passioni, non abbiamo una storia incalzante, lo svolgersi dei fatti è scandito in modo preciso ma Stoker è riuscito a creare una perfetta combinazione di fascino paura e curiosità per il conte più conosciuto al mondo.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Londra, 1890: il giovane avvocato Johnatan Harker riceve l’incarico di raggiungere Castel Dracula, sui Carpazi, per concludere dei contratti immobiliari con il nobil uomo e la ditta per cui lavora. Parte immediatamente, salutando la sua promessa sposa Mina Murray e percorrendo così l’arduo tragit ...continue

    Londra, 1890: il giovane avvocato Johnatan Harker riceve l’incarico di raggiungere Castel Dracula, sui Carpazi, per concludere dei contratti immobiliari con il nobil uomo e la ditta per cui lavora. Parte immediatamente, salutando la sua promessa sposa Mina Murray e percorrendo così l’arduo tragitto sino nel cuore della Transilvania. Qui, mano a mano che le tappe del viaggio si susseguono, inizia ad avvertire come sia strana la popolazione del posto che si dimostra molto superstiziosa, tant’è vero che riceve ammonizioni, benedizioni e regali molto particolari. Inizialmente è convinto siano solo creduloni, ma l’atmosfera del posto lo fa rinsavire in breve tempo: la zona è particolare, la natura incontaminata, nebia, freddo, ululati notturni e tanta oscurità non fanno che alimentare quanto avvertito dalla gente del luogo.. che siano solo coincidenze? Castel Dracula è situato su un enorme crepaccio, alto almeno un miglio, sprofondante nel terreno.. è un castello arroccato, circondato da monti, boschi.. peccato che giungendo di notte sia solo visibile il suo isolamento dal resto della civiltà. La carrozza si ferma nel cortile della dimora, un uomo vecchio lo accoglie, presentandosi come Conte Dracula: Egli rivela, nel corso della permanenza del giovane, strane abitudini.. non mangia mai con Harker, giustificandosi in diversi modi, è molto forte per la sua età, molto veloce nei movimenti, la sua immagine non si riflette nello specchio e di giorno non lo si vede mai passeggiare per i castello. Questi, uniti a diversi altri eventi, non fanno che impaurire oltremodo l’ospite che, in diversi modi, cercherà di allontanarsi da quella che scopre essere diventata una sua prigione. Sì, poiché il Conte prende tempo – si scoprirà poi per fare cosa – trattendendo l’ospite che avrà modo pure di incontrare le Spose del vampiro, finché il Conte stesso non libererà Harker che, sconvolto dall’esperienza, avrà bisogno di riprendersi soggiornando in un convento non distante tra le premurose cure delle Suore. La corrispondenza tra Harker e la sposa va avanti durante tutto il suo soggiorno a Castel Dracula, peccato che le lettere ch’Egli spedisce sono monitorate e controllate dal Conte che, liberato l’ospite, caricate diverse casse su appositi carri grazie a zingari che lavorano per Lui, parte. Destinazione? Inghilterra.

    Il lettore, convinto così che l’avventura di Harker si conclude con la follia ed un segreto custodito tra le amorevole cure delle suore, si ha modo, invece, di affrontare un’altra particolare situazione: Mina Murrey e Lucy Westenra, grandi amiche, trascorreranno insieme l’intero periodo di Harker all’estero giacché Mina sarà ospite di Lucy. In questo contesto avremo modo di conoscere gl’altri personaggi del romanzo: il dottor John Seward – medico impegnato nel manicomio locale – il texano Quincey Morris e lord Arthur Holmwood.. i tre si riveleranno inizialmente spasimanti di Lucy, solo il terzo si fidanzerà poi con Lei.

    Gli eventi nello scenario inglese rivelano davvero situazioni curiose: sul diario di Mina vengono riportati, in ordine cronologico, non solo gli strani comportamenti dell’amica, ma anche gli eventi che coinvolgono la comunità, tra cui il rocambolesco arrivo a Withby di una nave il cui capitano è stato ritrovato morto e legato al timone. Sempre nel diario si troverà in allegato la cronaca redatta dal giornalista locale che specifica come i testimoni di quella notte abbiano visto un grosso cane inferocito uscire dalla nave e fuggire nella boscaglia vicina. Dal suo arrivo in poi Renfield – paziente del dottor Seward – inizia a peggiorare visibilmente delirando addirittura di un fantomatico Signore e Padrone.. tutto questo mentre Lucy inizia a mostrare segni sul collo, come di morso di bestia.

    Mentre Mina raggiunge il fidanzato a Budapest dalle suore, lo accudisce ed infine lo sposa, le condizioni di Lucy peggiorano giorno dopo giorno e il dottor Seward prende l’ardua decisione di convocare da Amsterdam un suo illlustre insegnante e collega: il dottor Abraham Van Helsing che lo si conosce quale esperto in situazioni misteriose: Egli comincia così una terapia a base di trasfusioni – tutti i personaggi maschili si sottopongono alla donazione di sangue – che si rivelano però inutili giacchè Dracula sferra l’attacco finale portando Lucy e la madre alla morte. La minaccia però non è che all’inizio: Van Helsing sa che Lucy non è morta e gli eventi che si susseguono indicheranno come vi sia qualche mostro che si nutre di sangue giovane, bambino. Sarà necessario, però, informare i compagni di ventura di quel che dovranno fare: il corpo di Lucy viene rinchiuso nella tomba e, con determinazione da parte di tutti, distrutto definitivamente.

    Grazie all’analisi delle carte e dei diari di Lucy, Van Helsing riesce a mettersi in contatto con madam Mina, riuscendo quindi a raggiungere il diario di Johnatan Harker e scoprire così, per filo e per segno, quanto è successo al giovane durante il soggiorno a Castel Dracula. Le rivelazioni del diario non fanno altro che confermare quei sospetti e quegli studi che tanto tempo Egli effettua. Inizia da qui, quindi, quella che diverrà la caccia al mostro.. caccia che li porterà in giro per Londra, alla ricerca di informazioni importanti per poter così porre fine ad un demonio senza precedenti.

    Commento:

    Consapevole della trama che avrei affrontato, giacché compiaciuta nell’aver visto la versione cinematografica, ho potuto apprezzare come le differenze tra le due versioni siano, in realtà, solo alcune e capaci di non attaccare troppo la trama della storia. Il libro è particolare, la forma dei diari, delle lettere, che si intrecciano tra loro e consentono così di comprendere l’intero filo del discorso e del romanzo, consentono al lettore di farsi davvero l’idea sul profilo psicologico e caratteristico dei personaggi: chi scrive il diario inserisce emozioni, sensazioni, paure, sentimenti, e rende così la possibilità al lettore di avere un quadro non descritto della tipologia di personaggio che si trova davanti. Un’altra nota particolare riguarda i dialoghi e i diari di Van Helsing: Egli, essendo straniero rispetto agli altri personaggi inglesi, scrive e parla con un accento diverso e formula le frasi con una sinossi quasi ‘scorretta'; l’autore ha voluto che si potesse notare, che il lettore potesse meglio comprendere e sentire la differenza di nazionalità dei personaggi e come l’intercultura sia comunque utile in diversi casi. Le sensazioni di terrore, timore, paura, ansia.. rendono l’atmosfera particolare, percepibile, arricchita poi dai dettagli delle scene che vengono descritte dai personaggi stessi, a rotazione, nei loro scritti. Avvincente e coinvolgente, seppur particolare proprio grazie a come è stato scritto, mi ha saputo tenere con il fiato sospeso e con la curiosità di sapere fino alla fine.

    said on 

Sorting by