Dreams

(Unabridged Classics)

By

Publisher: Tantor Media

3.9
(2554)

Language: English | Number of Pages: | Format: Audio CD | In other languages: (other languages) Chi traditional , Chi simplified , German , Italian , Spanish , French , Russian

Isbn-10: 1400101662 | Isbn-13: 9781400101665 | Publish date:  | Edition Unabridged

Also available as: Paperback , Mass Market Paperback , Hardcover , Library Binding , Audio Cassette , Others , eBook

Category: Health, Mind & Body , Philosophy , Social Science

Do you like Dreams ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
One hundred years ago Sigmund Freud published The Interpretations of Dreams, a book that, like Darwin's The Origin of Species, revolutionized our understanding of human nature. Now this groundbreaking new translation--the first to be based on the original text published in November
1899--brings us a more readable, more accurate, and more coherent picture of Freud's masterpiece.
The first edition of The Interpretation of Dreams is much shorter than its subsequent editions; each time the text was reissued, from 1909 onwards, Freud added to it. The most significant, and in many ways the most unfortunate addition, is a 50-page section devoted to the kind of mechanical reading
of dream symbolism--long objects equal male genitalia, etc.--that has gained popular currency and partially obscured Freud's more profound insights into dreams. In the original version presented here, Freud's emphasis falls more clearly on the use of words in dreams and on the difficulty of
deciphering them. Without the strata of later additions, readers will find here a clearer development of Freud's central ideas--of dream as wish-fulfillment, of the dream's manifest and latent content, of the retelling of dreams as a continuation of the dreamwork, and much more. Joyce Crick's
translation is lighter and faster-moving than previous versions, enhancing the sense of dialogue with the reader, one of Freud's stylistic strengths, and allowing us to follow Freud's theory as it evolved through difficult cases, apparently intractable counter-examples, and fascinating analyses of
Freud's own dreams.
The restoration of Freud's classic is a major event, giving us in a sense a new work by one of this century' most startling, original, and influential thinkers.
Sorting by
  • 4

    Interessante

    E' sicuramente una lettura che non dovrebbe mai mancare all'interno di una libreria, ma questo libro se pur interessante risulta impegnativo da leggere, non per il contenuto ma per il modo in cui è st ...continue

    E' sicuramente una lettura che non dovrebbe mai mancare all'interno di una libreria, ma questo libro se pur interessante risulta impegnativo da leggere, non per il contenuto ma per il modo in cui è stato scritto (ovviamente ha le caratteristiche tipiche dei saggi di consultazione) in quanto può risultare a tratti anche noioso soprattutto se si sceglie questo libro come una lettura "narrativa"

    said on 

  • 4

    Interessante

    Bello ma decisamente impegnativo... Per buona parte sono descritti sogni dello stesso autore. Il lessico è tecnico e anche quello comune resta comunque quello utilizzato ai primi del '900. Forte, seco ...continue

    Bello ma decisamente impegnativo... Per buona parte sono descritti sogni dello stesso autore. Il lessico è tecnico e anche quello comune resta comunque quello utilizzato ai primi del '900. Forte, secondo l'autore, il coinvolgimento del sesso nei sogni. Da leggere...ma poi va necessariamente intervallato con qualche lettura (quanto meno linguisticamente) semplice. Ora mi tocca "la solitudine dei numeri primi" di P. Giordano.

    said on 

  • 3

    Ottimo saggio

    Ho scoperto il potenziale di questo libro, rimasto per lungo tempo inespresso sulla libreria insieme alla polvere, solo di recente. Un saggio complesso, di cui bisogna indagare anche la parte storica ...continue

    Ho scoperto il potenziale di questo libro, rimasto per lungo tempo inespresso sulla libreria insieme alla polvere, solo di recente. Un saggio complesso, di cui bisogna indagare anche la parte storica e sociale, oltre che scientifica. Contiene riferimenti a malattie ormai archiviate (vedi: isteria), ma costituisce, nonostante sia ormai datato su alcuni aspetti, un'importante punto di vista su quello che è il complesso tema dell'interpretazione dei sogni. Indagare sul proprio subconscio non è un'operazione semplice, per i meccanismi di rifiuto e censura che operiamo sui nostri desideri inespressi e sulle nostre paure. Questi sono però malcelati alla nostra più intima natura; sotto forma di più o meno intuibili manifestazioni oniriche possiamo indagare su ciò che non abbiamo mai avuto il coraggio di confessare a noi stessi o agli altri. I sogni sono ciò che c'è di più personale della natura umana; per tale motivo, secondo il mio parere, non dovrebbero mai essere raccontati, se non dopo averli analizzati a fondo e aver compreso che hanno una base innocente, un reale desiderio anche ben intuibile dal soggetto e dalle persone ad esso vicine. Freud, attraverso questo interessante saggio, da leggere con decisione, concentrazione, dedizione, è riuscito brillantemente a introdurre il lettore nell'indagine e nell'interpretazione del proprio Io, su cui non ci si dovrebbe soffermare in modo superficiale. A tratti potrebbe risultare noioso, soprattutto nei capitoli in cui si addentra nell'interpretazione dei propri ed altrui sogni, utilizzandoli come esempi per esplicare le proprie teorie. Consigliato a chi non vuole soffermarsi sui contenuti manifesti prodotti dal proprio lavorio mentale durante la fase REM.

    said on 

  • 3

    Onirico

    Anche se a tratti può risultare noioso resta comunque un ottimo lavoro. Una volta letto si cercherà di interpretare i propri sogni.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Se non avessi conosciuto di fama Freud leggendo questo libro avrei di certo pensato che si trattasse di un sessuomane, ma per fortuna lo avevo studiato alle superiori e l'ho portato come argomento di ...continue

    Se non avessi conosciuto di fama Freud leggendo questo libro avrei di certo pensato che si trattasse di un sessuomane, ma per fortuna lo avevo studiato alle superiori e l'ho portato come argomento di filosofia all'esame di maturità.
    Prima di leggere quesbto libro interpretavo i sogni in questa maniera: andavo su intenet e cercavo "coltello significato sogni" su Google. Da quando ho cominciato la lettura invece non faccio che domandarmi quale interazione possano avere i miei sogni con i discorsi uditi, le conversazioni avute o magari soltanto con le paure inespresse e soffocate.

    Di certo questo non è uno di quei romanzi che puoi leggere in una giornata con tutta facilità. Va un po' ragionato, riflettuto, un po' come in genere si fa con ogni saggio storico (che va indagato anche dal punto di vista politico e del pensiero dell'autore) o filosofico.
    In poche parole non è adatto a tutti. Se ci si ritiene dei "lettori forti" e si ha una predilezione per le scienze sociali allora si potrebbe azzardare una sbirciatina sperando poi di prenderci gusto.

    said on 

  • 4

    Da leggere, anche solo per cultura

    La prima parte è piuttosto complessa e pesante, benchè necessaria per introdurre l'argomento. Ma, man mano che si procede, il lucido genio di Freud viene fuori. Egli stesso, parlando di questo libro, ...continue

    La prima parte è piuttosto complessa e pesante, benchè necessaria per introdurre l'argomento. Ma, man mano che si procede, il lucido genio di Freud viene fuori. Egli stesso, parlando di questo libro, disse che alla base c'è una "di quelle intuizioni che vengono solo una volta nella vita".

    said on 

  • 3

    Non è proprio una lettura "da treno" perché comunque un libro complesso e non sempre ci da le risposte che vorremmo però dopo averlo letto è completamente cambiata l'idea che avevo dei sogni... l'inte ...continue

    Non è proprio una lettura "da treno" perché comunque un libro complesso e non sempre ci da le risposte che vorremmo però dopo averlo letto è completamente cambiata l'idea che avevo dei sogni... l'interpretazione è spesso un lavoro molto personale...
    Davvero molto interessante, superata la parte in cui sembra tutto riferito al sesso, apre proprio la mente a nuovi stimoli spingendoti a cercare a fondo

    said on 

  • 2

    Non condivido la visione dualistica dell'uomo che ha Freud.
    Trovo assai discutibile la sua pratica di partire da postulati piuttosto che da osservazioni e prove empiriche. Non condivido il suo veder t ...continue

    Non condivido la visione dualistica dell'uomo che ha Freud.
    Trovo assai discutibile la sua pratica di partire da postulati piuttosto che da osservazioni e prove empiriche. Non condivido il suo veder tutto o quasi sotto la pulsione sessuale più o meno "trasgressiva". Non condivido proprio la sua visione della psiche divisa in fette come una torta.
    Già Jung era un'altra cosa.

    said on 

Sorting by