Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Drive

La sorprendente verità su ciò che ci motiva nel lavoro e nella vita

By Daniel H. Pink

(43)

| Paperback | 9788845316081

Like Drive ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Come motivate i vostri collaboratori? E come fate con i vostri figli/genitori/ vicini? Usate ricompense materiali, incentivi in denaro, premi di “produzione”?

Male. Siete sulla strada giusta per non ottenere risultati e peggiorare la performance di Continue

Come motivate i vostri collaboratori? E come fate con i vostri figli/genitori/ vicini? Usate ricompense materiali, incentivi in denaro, premi di “produzione”?

Male. Siete sulla strada giusta per non ottenere risultati e peggiorare la performance di chi lavora per voi o di chi volete spingere verso un obiettivo.

Dopo Daniel Goleman che ha cambiato per sempre la nostra idea di intelligenza, e Malcolm Gladwell che ha trasformato quella di conoscenza, Dan Pink rivoluziona tutte le nostre convinzioni sulla motivazione: non solo “il bastone e la carota” non funzionano, ma spesso possono addirittura essere controproducenti.

Con stile brillante, esempi concreti e osservazioni sorprendenti, il libro dimostra che le persone sono spinte al successo non da promesse monetarie ma dalla “motivazione intrinseca” – cioè dal profondo bisogno umano di dirigere la propria vita, di imparare e di creare nuove cose – e spiega con consigli concreti come agire su questa leva.

Uno di quei rari libri che può trasformarci la vita, a tutti i livelli: in famiglia e al lavoro, come singoli individui o membri di organizzazioni complesse.

6 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    INTERESSANTE MA NON TROPPO...

    Quando si tratta di motivazione, esiste una netta differenza tra ciò che la scienza sa e ciò che le aziende fanno. Il nostro attuale sistema operativo aziendale che si basa su motivatori esterni come l'esempio tra bastoni e carote non funziona e spes ...(continue)

    Quando si tratta di motivazione, esiste una netta differenza tra ciò che la scienza sa e ciò che le aziende fanno. Il nostro attuale sistema operativo aziendale che si basa su motivatori esterni come l'esempio tra bastoni e carote non funziona e spesso risulta dannoso. Abbiamo bisogno di un aggiornamento e la scienza mostra come fare.
    Questo nuovo approccio è determinato da tre fattori: Autonomia, Padronanza, Scopo. Questi tre elementi determinano veramente ciò che ci motiva nel lavoro e nella vita di tutti i giorni.

    Is this helpful?

    BooksBea said on Dec 20, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bellissimo libro, ma...

    Drive è un libro di psicologia che spiega come il metodo di ricompensa "se-allora" (se fai 1, allora ti pago 1) sia un concetto datato, sfruttato dalla generazione dei baby boomer, che oggi sta perdendo il suo "potere" per lasciar spazio a un'evoluzi ...(continue)

    Drive è un libro di psicologia che spiega come il metodo di ricompensa "se-allora" (se fai 1, allora ti pago 1) sia un concetto datato, sfruttato dalla generazione dei baby boomer, che oggi sta perdendo il suo "potere" per lasciar spazio a un'evoluzione molto più naturale, quasi biologica, che si basa oltre che sul denaro, su autonomia, padronanza e scopo. Dall'essere motivati in modo estrinseco attraverso i soldi, la tendenza sarà di preferire in primis l'essere motivati in modo intrinseco.
    Penso però che questi concetti non siano applicabili con la crisi che il mondo sta vivendo. Forse bisogna guardare oltre il lavoro per riuscire a farsi motivare da qualcosa di più significativo, per avere la felicità.

    Is this helpful?

    Banuva said on Mar 8, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Veramente molto interessante. Uno di quei libri che fanno riflettere, discutere e scoprire un nuovo modo di guardare alle cose. Assolutamente da leggere.

    Is this helpful?

    Cecilia Scolaro said on Oct 25, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Carino, ma si poteva far di più

    Il libro si basa sul concetto di motivazione 3.0 (la motivazione intrinseca)
    La parte teorica è valida, mentre - a mio avviso - la parte applicativa è piuttosto superficiale.
    Lettura consigliata a chi non ha mai letto niente sulla motivazione.

    Is this helpful?

    :// Barbara Bonaventura said on Sep 5, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Siete algoritmici od euristici?

    Siete algoritmici od euristici? La risposta è tutta qui. Per capire cosa vi motiva nella vita e nel lavoro; perché siete insoddisfatti da quello che state facendo dovete porvi questa domanda; algoritmici od euristici?

    Prima di rispondere, peró, do ...(continue)

    Siete algoritmici od euristici? La risposta è tutta qui. Per capire cosa vi motiva nella vita e nel lavoro; perché siete insoddisfatti da quello che state facendo dovete porvi questa domanda; algoritmici od euristici?

    Prima di rispondere, peró, dovrete leggere “Drive. La sorprendente verità su ciò che ci motiva nel lavoro e nella vita” di Daniel H.Pink.

    L’autore vi spiegherà che siete algoritmici se prediligete lavori routinari, stabiliti tramite procedura, dove l’obiettivo da raggiungere e’ predefinito cosi come lo sono le modalità operative per raggiungerlo.

    Siete invece euristici se vi sentite attratti da lavori creativi, dove le opzioni sono aperte, dove l’obiettivo può anche essere predefinito ma vi lascia ampi spazi di autonomia nell’adottare le azioni per raggiungerlo.

    Se siete algoritmici vi sentirete stimolati da forme di retribuzione legate al raggiungimento dell’obiettivo entro i tempi prestabiliti e secondo le procedure indicate, sarete pagati sulla base della vostra performance e niente di più. Sarete puniti se gli obiettivi non li raggiungerete nel modo indicato. Carota e bastone.

    Se invece siete euristici vi sentirete stimolati non solo da una retribuzione adeguata, quella ovviamente è una pre-condizione, ma dall’autonomia e dalla possibilità di applicare la vostra creatività, senza vincoli al raggiungimento dell’obiettivo probabilmente superandolo.

    E fin qui tutto chiaro, perché andare oltre nella lettura? Perché se è vero che ognuno di noi in certe parti del proprio lavoro, più o meno vaste, e’ algoritmico; è anche vero che diventare più euristici fa bene.

    Fa bene prima di tutto alle vostre prospettive occupazionali, lavori ad alto contenuto creativo, imprenditoriale, relazionale e di conoscenza sono quelli con minore possibilità di essere esternalizzati all’estero in quanto difficilmente schematizzabili, replicabili sulla base di procedure da applicare.

    Poi fa bene anche a voi, alle vostre ambizioni, a far diventare, quello che desiderate davvero fare, il vostro nuovo lavoro. Perché qui non si parla solo di mantenere o no il proprio lavoro, aspetto non del tutto trascurabile, ma di avere vero successo.

    Successo vero è quello che ci permette di applicare i nostri desideri, le nostre ambizioni, la nostra volontà di autonomia, al nostro lavoro quotidiano, non dovendolo più subire ma facendolo diventare uno stato di flow, di immedesimazione continua.

    Attenzione peró, quello che vi sto dicendo non vi sarà raccontato nel libro utilizzando le solite e ritrite tecniche di automotivazione di scuola americana. Non ci saranno slogan da ripetervi in macchina mentre siete prigionieri della solita coda quotidiana per andare al lavoro.

    L’autore di “Drive” vi guiderà in un percorso a tratti fastidioso ma illuminate; fastidioso perché, facendo riferimento anche a solide evidenze ottenute da esperimenti di psicologia in ambito motivazionale, vi obbligherà a mettere in dubbio i luoghi comuni di cui tutti noi siamo intrisi.

    Sarà molto difficile ammettere che non sara’ il tanto agognato aumento di stipendio a darci quella spinta motivazionale che ci manca; sì certo, inizialmente potremo anche essere soddisfatti, migliorare la nostra performance e ritrovare lo slancio ma, presto o tardi, avremo bisogno di ulteriori nuovi stimoli, nuovi aumenti di stipendio, nuovi benefit per rialzare il nostro livello di soddisfazione. Una specie di corsa infinita sul tapis roulant (sempre che ci sia qualcuno disposto a concedervi aumenti di stipendio continui, ne dubito).

    Perché leggerlo:

    Questo libro ha due piani di lettura.

    Il primo è quello della critica al pensiero manageriale inteso come tecnologia di gestione delle persone. Ci ricorda come sia necessario ripensare alle forme di governo dell’impresa adattandosi ad un nuovo pubblico, tutti noi, che trova nell’attività’ lavorativa anche una forma di espressione del proprio essere in un’ottica di miglioramento continuo. Una motivazione che abbandoni la logica “bastone e carota” non più adatta al moderno scenario competitivo dove ognuno di noi e’ tenuto ad essere imprenditore di sé stesso.

    Il secondo ad uso dei manager, di sé stessi o di altri, fornisce una chiara visione delle forze motivazionali che dobbiamo coltivare e rafforzare nelle nostre attività quotidiane e durante la gestione di quelle altrui. Perché, sia che siate un CEO od un nuovo stagista, e’ un nostro obbligo migliorare la qualità della nostra vita lavorativa e di quella dell’ambiente in cui operiamo.

    Is this helpful?

    Marco Lucarelli said on Oct 25, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Piacevole da leggere ...

    ... ma vi assicuro che autonomia, padronanza etc etc non funzionano con tutti, un etto di 'bastone e carota' ci vogliono...

    Is this helpful?

    Gianluigi Alberici said on Sep 4, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (43)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Paperback 250 Pages
  • ISBN-10: 8845316084
  • ISBN-13: 9788845316081
  • Publisher: Etas
  • Publish date: 2010-06-30
Improve_data of this book

Groups with this in collection