Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Dublineses

By James Joyce

(57)

| Hardcover | 9788489669543

Like Dublineses ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Dicen que si Dublin desapareciera podría ser reconstruida a partir de los libros de Joyce. Pero los personajes desesperados, desafiantes o resignados que pueblan estos relatos se parecen a los habitantes de cualquier ciudad. Cada una de las historias Continue

Dicen que si Dublin desapareciera podría ser reconstruida a partir de los libros de Joyce. Pero los personajes desesperados, desafiantes o resignados que pueblan estos relatos se parecen a los habitantes de cualquier ciudad. Cada una de las historias, intensas e intemporales como toda obra maestra, adquiere nueva vida con cada lectura.

629 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Dispiace sempre criticare i classici, ma questo romanzo non mi ha trasmesso nulla. Se lo stile di Joyce è piacevole, la trama (o dovrei dire l'assenza di trama?) non lo è per nulla per il semplice motivo che non c'è una trama. I luoghi sono "anonimi" ...(continue)

    Dispiace sempre criticare i classici, ma questo romanzo non mi ha trasmesso nulla. Se lo stile di Joyce è piacevole, la trama (o dovrei dire l'assenza di trama?) non lo è per nulla per il semplice motivo che non c'è una trama. I luoghi sono "anonimi": non riuscivo proprio a figurarmeli. Le immagini che mi evocava erano sfocate, non nitide come mi accade solitamente. I personaggi che più piatti e senza senso non si può, i personaggi (che devono essere la parte più importante di un libro) non emergono, non si distinguono. Di solito leggo 208 pagine in meno di un giorno, tranne in questo caso. Ho impiegato due settimane a smaltire le pagine e l'ho terminato con un sospiro di sollievo.

    Is this helpful?

    myricae said on Sep 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Quan el vaig llegir per primera vegada no sabia si no m'havia agradat perquè no l'havia entès. Aquesta segona vegada puc dir que l'he entès i que no m'ha agradat, excepte pel conte final "the Dead". La resta d'històries m'han semblat molt semblants, ...(continue)

    Quan el vaig llegir per primera vegada no sabia si no m'havia agradat perquè no l'havia entès. Aquesta segona vegada puc dir que l'he entès i que no m'ha agradat, excepte pel conte final "the Dead". La resta d'històries m'han semblat molt semblants, tot i les diferències: sempre hi ha un dublinès frustrat.

    Is this helpful?

    Musica said on Sep 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    prima di iniziare a leggerlo: joyce sarà peso per una mente sempliciotta come la mia? Proviamo dai, in fondo sono racconti brevi ce la posso fare.Ulisse no, è troppo, facciamo gente di Dublino va!
    durante la lettura: non me li sarei mai aspettati cos ...(continue)

    prima di iniziare a leggerlo: joyce sarà peso per una mente sempliciotta come la mia? Proviamo dai, in fondo sono racconti brevi ce la posso fare.Ulisse no, è troppo, facciamo gente di Dublino va!
    durante la lettura: non me li sarei mai aspettati così belli questi racconti, si leggono che è un piacere sono profondi e malinconici proprio come piace a me! eppure non dovrei essere così stupito visto il successo che ha avuto nel mondo questo signore.
    più avanti durante la lettura: eppure c'è un qualcosa, che io ho già provato leggendo racconti del genere. Ma non è che Richard Ford e soprattutto Carver hanno un forte debito con james(ormai siamo amici)?
    Girata l'ultima pagina ho pensato: questo è uno dei libri più belli che io abbia mai letto.

    Is this helpful?

    Antonsped said on Sep 7, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Frammenti di una quotidianità in penombra, dove si mescolano animi sensibili e inquieti, macchiati di rimpianti, paure, costrizioni e frustrazioni.

    Siamo schiavi della nostra realtà. Avanziamo smarriti, mancando miseramente ogni possibilità di salve ...(continue)

    Frammenti di una quotidianità in penombra, dove si mescolano animi sensibili e inquieti, macchiati di rimpianti, paure, costrizioni e frustrazioni.

    Siamo schiavi della nostra realtà. Avanziamo smarriti, mancando miseramente ogni possibilità di salvezza, di libertà, scegliendo di aggrapparci, ancora e ancora, alla certezza della nostra infelicità.
    E la nave salpa, senza di noi.

    Is this helpful?

    Manuel Gugole said on Aug 31, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Forse, come dice Italo Svevo, per quei tempi queste novelle erano all'avanguardia. Io le ho trovate noiose e a volte scontate. No, Joyce non riesce ad interessarmi.

    Is this helpful?

    Roxanne said on Aug 14, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection