Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Due uomini e un furgone (per non parlar dei libri)

Di

Editore: TEA

3.4
(178)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 290 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8850220871 | Isbn-13: 9788850220878 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Claudio Carcano

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Due uomini e un furgone (per non parlar dei libri)?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Anche quest'anno, come sempre, a Londra si celebra il Mobile Meet, il raduno di tutte le biblioteche itineranti del Paese. E Tundrum non intende mancare a un simile appuntamento. Così, Israel si ritrova a bordo di un traghetto per Liverpool con l'ormai inseparabile compagno di avventure Ted, e il suo cane, alla guida del vecchio Bibliobus alla volta della capitale. Ma l'entusiasmo di Israel, che non vede l'ora, finalmente, di riabbracciare Gloria e di bere un caffè come si deve, è destinato a durare ben poco. Appena arrivati a Londra, infatti, il furgone scompare. Rubato. Ma chi può mai avere interesse a trafugare un Bedford arrugginito, vecchio di trent'anni, pieno di libri? E perché Gloria non si fa sentire né risponde alle sue telefonate? Ma, soprattutto, chi li aiuterà nelle indagini? Ha inizio, così, un paradossale viaggio nella campagna inglese alla ricerca del Bibliobus scomparso, durante il quale Israel incontrerà parenti e amici, colleghi e luoghi di un tempo Gloria invece è proprio sparita - ma solo per scoprire che tutto è cambiato, che Israel Armstrong non ha più un suo posto dove stare, lì a Londra, e che forse è giunto il momento di tornare a casa... a Tundrum.
Ordina per
  • 0

    Israel e il bibliobus di Tundrum in quel di Londra

    dopo un promettente avvio in Il caso dei libri scomparsi e una pessima seconda prova in Cosa è successo a Mr Dixon? (noiosa, priva di humour e soprattutto in cui non succede nulla di eclatante, anzi direi proprio nulla!), ho preso in biblioteca questa terza avventura e finalmente siamo tornati ai ...continua

    dopo un promettente avvio in Il caso dei libri scomparsi e una pessima seconda prova in Cosa è successo a Mr Dixon? (noiosa, priva di humour e soprattutto in cui non succede nulla di eclatante, anzi direi proprio nulla!), ho preso in biblioteca questa terza avventura e finalmente siamo tornati ai vecchi splendori... si ride, parecchio, soprattutto nei spassosissimi dialoghi tra Israel, Ted e la madre di Israel, e si cerca il bibliobus scomparso a Londra, accompagnati da Muhammad, il cane di Ted, che, errore degli errori, nel secondo volume era chiamato Signora Muhammad e partoriva i cuccioli (grazie a Israel che li faceva nascere!), mentre qui è semplicemente Muhammad ed è trattato come se fosse un maschio, traduttori mettetevi d'accordo!!!

    ha scritto il 

  • 3

    Due uomini e un furgone (per non parlar dei libri)

    Una nuova avventura del bibliotecario itinerante sempre più goffo, sempre più imbranato e sempre più sfigato.
    Una avventura decisamente rocambolesca per il buon Israel Armstrong che questa volta gioca in casa nella sua cara vecchia Inghilterra, mai ahi lui, subisce dalla vita una sconfitta ...continua

    Una nuova avventura del bibliotecario itinerante sempre più goffo, sempre più imbranato e sempre più sfigato.
    Una avventura decisamente rocambolesca per il buon Israel Armstrong che questa volta gioca in casa nella sua cara vecchia Inghilterra, mai ahi lui, subisce dalla vita una sconfitta schiacciante.
    A tratti fa provare tenerezza ma altre volte rabbia vista la sua incapacità e passività nell'opporsi alle avversità.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto più divertente dei precedenti forse anche perchè viene introdotto la mamma di Israel che è davvero spassosa quando lo lascia in disparte per interagire con Ted.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Continua la saga di Israel Armstrong, ma questa volta nella sua Inghilterra, dove approda lo sgangherato bibliobus per partecipare ad un grosso meeting di biblioteche itineranti. Ed è proprio il bibliobus il protagonista di questo terzo episodio: una volta arrivati a Londra, Ted e Israel scoprono ...continua

    Continua la saga di Israel Armstrong, ma questa volta nella sua Inghilterra, dove approda lo sgangherato bibliobus per partecipare ad un grosso meeting di biblioteche itineranti. Ed è proprio il bibliobus il protagonista di questo terzo episodio: una volta arrivati a Londra, Ted e Israel scoprono che il bibliobus è stato rubato. Da lì, con la complicità della svampita madre di Israel, si innesca la caccia al ladro attraverso le solite peripezie goffe dei due bibliotecari di Tundrum.
    Il pezzo forte di tutti i libri di Ian Sansom sono i dialoghi, che occupano la maggior parte della narrazione. Nonsense funambolici, a volte anche un pò prevedibili ma con un pregio che va riconosciuto: lo stile. Il modo in cui i due personaggi principali interagiscono nei dialoghi è naturale, immediato; è come se stessimo seduti al tavolino di un bar ad ascoltare una strampalata conversazione in presa diretta. Per il resto, chi è avvezzo alla scrittura di Sansom sa che non deve aspettarsi finali scoppiettanti perchè molto probabilmente lo scopo dei suoi libri non è il colpo di scena finale, ma l'intrattenimento in itinere. Chi ha letto i due episodi precedenti a questo sa di doversi aspettare una conclusione che tanto conclusione non è, ma è disposto a perdonargli "la perdita di tempo" per l'umanità e la concretezza con cui dipinge i suoi personaggi, mai belle statuine da vetrinetta.

    ha scritto il 

  • 4

    All'altezza...

    ...dei due precedenti il terzo volume di Israel Armstrong, improbabile biliotecario itinerante catapultato da Londra all'Irlanda del Nord: divertente, malinconico, un omaggio ai libri e alla mania di leggere.

    ha scritto il 

  • 4

    praticamente nella quarta di copertina viene già raccontato tutto il libro ... compreso il finale
    però devo dire che questo mi è piaciuto più del secondo, qui si ritrovano più ironia e più situazioni paradossali, cose che avevano fatto la fortuna del primo libro della saga
    a far da pa ...continua

    praticamente nella quarta di copertina viene già raccontato tutto il libro ... compreso il finale
    però devo dire che questo mi è piaciuto più del secondo, qui si ritrovano più ironia e più situazioni paradossali, cose che avevano fatto la fortuna del primo libro della saga
    a far da padroni in ogni caso sono come sempre i personaggi, i più strani (ma forse anche i più normali) che uno possa pensare
    e le roccambolesche avventure per recuperare il furgone sono sempre più esilaranti
    si dai ... la saga continua e a me continua a piacere

    ha scritto il 

Ordina per