Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

E' una vita che t'aspetto

Di

3.4
(6104)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback

Isbn-10: A000058704 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , Copertina morbida e spillati

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Humor

Ti piace E' una vita che t'aspetto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
SCHEDA DOPPIA da non aggiungere in libreria o, se lo si possiede, da eliminare.La scheda corretta è una delle seguenti:

http://www.anobii.com/books/01bd48220f8b383d0e/

http://www.anobii.com/books/01086e3dc69c941970/

http://www.anobii.com/books/01b5f054bb610643e7/

Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    il primo amore ..un po' in ritardo

    Comincio a capire perché Volo è letto da così tante persone, e soprattutto perché molti non lettori cominciano con lui e poi si appassionano alla lettura! Volo è il tipico tutto-e-niente, ha detto tan ...continua

    Comincio a capire perché Volo è letto da così tante persone, e soprattutto perché molti non lettori cominciano con lui e poi si appassionano alla lettura! Volo è il tipico tutto-e-niente, ha detto tante cose e ha detto nulla, una scrittura scorrevolissima, difficile da trovare. Ma la cosa più strabiliante è che racconta cose che chiunque, almeno una volta nella vita, ha vissuto, e nelle sue parole ci si rivede! Ti ritrovi a dire "è verooooo, anche a me è successo così!".
    Questo titolo, in particolare, racconta di una rinascita. Un uomo annoiato dal mondo, ipocondriaco e svogliato, un giorno decide di cominciare a vivere, e senza farlo apposta trova finalmente (all'alba dei 30 passati) il suo primo amore. Bello!

    ha scritto il 

  • 3

    e mezzo

    Leggero, terminato in un paio d’ore. Scrittura piacevole, autoironia con qualche freddura, situazioni con qualche luogo comune. L’argomento in sé non è per nulla leggero: l’essere felice, il sembrare/ ...continua

    Leggero, terminato in un paio d’ore. Scrittura piacevole, autoironia con qualche freddura, situazioni con qualche luogo comune. L’argomento in sé non è per nulla leggero: l’essere felice, il sembrare/apparire felice, e tutte le domande, le scelte e le considerazioni che scorrono tra queste due sponde non sono affatto discorsi leggeri, anzi sono di assoluto peso. Ma in questo libro, appunto, oltre alle battute e a qualche situazione deja-vu, la questione non viene sviscerata più di tanto: il racconto è gradevole rimanendo sempre comunque a un livello molto easy.

    ha scritto il 

  • 1

    Un libruncolo pessimo, privo di qualsiasi spessore psicologico perché, a mio avviso, incoerente: il protagonista viene descritto come insicuro ma poi fa l'amore con tutte. Senza capire come, il protag ...continua

    Un libruncolo pessimo, privo di qualsiasi spessore psicologico perché, a mio avviso, incoerente: il protagonista viene descritto come insicuro ma poi fa l'amore con tutte. Senza capire come, il protagonista riesce a passare da uno stadio pietoso (fuma ma poi dice di essere sensibile di stomaco e si mangia riso basmati con le verdurine)ad un equilibrio perfetto, dove trova anche l'amore perfetto. Odio quando Volo inserisce frasi come "rollo una canna" in ogni suo libro. Insomma di una banalità che sfocia nell'assurdo e di un'ironia che diventa freddura. Non aggiungo altro.

    ha scritto il 

  • 4

    Introspezione spiritosa

    Si tratta di un racconto introspettivo ricco di verve pur nel linguaggio semplice e diretto, le quattro stelle stanno al momento giusto in cui l'ho letto ovvero mi sono riconosciuta in più di un passa ...continua

    Si tratta di un racconto introspettivo ricco di verve pur nel linguaggio semplice e diretto, le quattro stelle stanno al momento giusto in cui l'ho letto ovvero mi sono riconosciuta in più di un passaggio di "rinascita" e d'incontro con l'io. Per imparare a camminare con le proprie gambe e ad assaporarsi la vita non c'è mai un'età giusta: succede e basta.

    ha scritto il 

Ordina per