Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

EL METODO

By

Publisher: Editorial Planeta, S.A.

3.7
(446)

Language:Español | Number of Pages: 672 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , Italian , Swedish , Chi simplified

Isbn-10: 8408075748 | Isbn-13: 9788408075745 | Publish date: 

Also available as: Paperback

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Social Science

Do you like EL METODO ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Este libro nos detalla la increíble historia de Neil Strauss, periodista de prestigio y hombre vulgar, que pasó de ser un desgarbado escritor a ser el genial e infalible Style, un tipo irresistible para las mujeres. Strauss se infiltró en un grupo que se autodefinen como maestros de la seducción, una comunidad de hombres que se ponen en contacto a través de internet, siguen a un gurú que imparte cursos presenciales y dedican su tiempo a perfeccionar la técnica de conquistar a las mujeres.

Sorting by
  • 5

    Testo conosciuto grazie al libro “Uomini” di Isabel Losada, la quale purtroppo si è limitata a metterlo in bibliografia, sarebbe stato interessante leggere cosa ne pensasse; e che si ricollega diretta ...continue

    Testo conosciuto grazie al libro “Uomini” di Isabel Losada, la quale purtroppo si è limitata a metterlo in bibliografia, sarebbe stato interessante leggere cosa ne pensasse; e che si ricollega direttamente a quell’altro che ho letto di recente, “Il metodo Mystery”, le istruzioni per sedurre ragazze bellissime.

    Questo grosso libro è stato scritto da Style (Neil Strauss), un amico intimo di Mystery, nonché uno dei suoi primissimi allievi. Pensavo si trattasse di un’estensione del precedente, un “metodo di seduzione” rivisto in chiave di racconto autobiografico, anche considerata la presentazione dell’editore italiano, “La bibbia dell’artista del rimorchio”, a conti fatti del tutto fuorviante. Invece all’atto pratico questo libro mi ha inizialmente divertito, poi avvilito, infine angosciato. Infatti la doppia vicenda di vita vissuta che racconta, quella dell’autore e quella di Mystery, è a dir poco allucinante.

    Tanto Mystery che Style, infatti, iniziano la loro storia da SOF, come si dice nel gergo del rimorchio (sta per Sfigato Ordinario Frustrato): del tutto incapaci di rimorchiare e di sedurre le ragazze, costretti a restare nell’angolo guardando quelli migliori di loro che fanno meglio di loro. Poi, la metamorfosi: la scoperta che spesso la seduzione non è altro che un meccanismo pavloviano che risponde a leggi ben precise di applicabilità quasi universale, almeno nel loro campo d’azione (quello dei locali notturni, come si diceva a proposito del precedente libro che ho già recensito), la codificazione di quelle leggi, la trasformazione e il seguito di trionfali successi.

    Se la storia fosse finita qui, sarebbe stato perfetto: contenti loro, contente le ragazze sedotte e sessualmente soddisfatte, contenti gli allievi diretti e indiretti a cui è stata consegnata la formula magica per trasformarsi da SOF a ADR (Artista del Rimorchio)... ma la storia, purtroppo, va avanti.

    Mystery - che comincia tra l’altro la sua carriera, prima di diventare ADR, come prestigiatore illusionista, e la cosa non è priva di significato - mette in piedi una vera e propria scuola, convocando e organizzando seminari nelle principali città americane ed anche europee, a cui gli aspiranti ADR accorrono come api al miele. Gli ADR agiscono di solito in équipe, mettendo insieme le loro energie e le loro capacità, motivandosi a vicenda, e i risultati sono sempre migliori. Poco per volta, nella mente di Mystery e di altri, comincia a farsi strada l’idea che gli stessi metodi potrebbero essere applicati anche ad altre dinamiche sociali oltre a quella della seduzione, per diventare sempre migliori e sempre più vincenti; e se alcuni di loro decidono di agire in questo senso in buona fede (sicuramente Mystery e Style) per altri il tutto sembra mutarsi in una strategia per “TIFENTARE PATRONI TI MONTO!!! HA, HA, HA!” E quindi cominciano concorrenzialità, divisioni, rivalità e quant’altro.

    Inoltre, si sviluppano altri due aspetti piuttosto critici. Per prima cosa il Gioco diventa più importante degli stessi risultati; molti dei partecipanti non riescono a parlare e pensare ad altro, arrivano anche a lasciare il lavoro e qualsiasi attività sociale che non sia finalizzata al rimorchio per dedicarsi solo a quello; in breve, diventa una vera e propria dipendenza, non diversa da quella, per dire, che affligge molte persone nei confronti del gioco d’azzardo o dell’alimentazione. Un’altra questione è la sindrome dell’impostura; impostori, beninteso, non nei confronti delle ragazze che si portano a letto (in fin dei conti se loro, in maniera sistematica, te la fanno tanto desiderare, se fanno tanto le difficili e le preziose senza alcun rispetto per le tue legittime sensibilità e desideri, se lo meritano di essere considerate solo bersagli di un gioco, punteggi da raggiungere) ma di fronte a sé stessi e al mondo. Alcuni ADR, periodicamente, si scontrano con violente crisi di identità e di autosvalutazione: nonostante le decine e decine di ragazze che si portano a letto, in loro affiora la consapevolezza che i trucchetti sociali imparati ed applicati non li abbiano affatto resi uguali o migliori dei veri maschi Alfa, quelli che al liceo mietevano successi femminili uno dietro l’altro mentre loro stavano a guardarli seduti in panchina. E’ come se tutto fosse un’illusione, un fingere slealmente di essere qualcosa di diverso da quello che si è, e gli altissimi “punteggi” raggiunti non significano in realtà proprio niente. Per nessuno queste crisi sono più rovinose che per lo stesso Mystery, del suo già duramente segnato con un rapporto fortemente conflittuale col padre, che periodicamente deve sottoporsi a trattamenti psichiatrici. Style, invece, viene “salvato” dal suo lavoro come giornalista per Rolling Stone, che lo porta ad incontrare vari personaggi - tra cui quello che considera un vero “maschio Alfa”, Tom Cruise, e anche Britney Spears e Courtney Love - e quindi ad avere interazioni sociali e stimoli esterni all’ambiente del rimorchio che lo portano a farsi qualche domanda in più.

    La catastrofe viene quando Mystery decide di riunire in una grande villa di Hollywood, presa in affitto, le migliori menti del rimorchio, per organizzare seminari e avere attorno a sé una riserva di caccia pressoché illimitata; una specie di comune hippy rivisitata per gli anni Duemila, il tutto nell’illusione che le potenzialità del gruppo avrebbero potuto portare a risultati sociali inimmaginabili nel momento che gli ADR avessero potuto vivere gli uni vicino agli altri, motivandosi e caricandosi a vicenda. E infatti è quello che succede, ma purtroppo non nel senso sperato da Mystery e da Style. In breve, esplode alla grande il conflitto tra il partito dei “manipolatori sociali” e il loro, con un armamentario di giochini psicologici e di dinamiche sociali che porta all’esplosione di tutto, compresa la stessa villa; sono pagine che meriterebbero uno studio approfondito da parte di professionisti della psicologia e della sociologia. Una dopo l’altra, le menti migliori del rimorchio abbandonano e se ne vanno, lasciando Project Hollywood nelle mani dei peggiori, che peraltro hanno completamente saturato l’ambiente (quasi comico il momento in cui Style, per tirarsi su da un momento di depressione, va a fare un giro di rimorchio - un po’ come un drogato che pensa che un’altra pera risolverà tutti i suoi problemi - e tutte le ragazze in cui incoccia gli ridono dietro perché ormai quei giochini li conoscono a memoria avendoli già subiti un sacco di volte). Peraltro, al “salvataggio” di Style contribuisce non poco anche l’incontro con Lisa, una musicista del gruppo di Courtney Love, che trasforma sistematicamente il “cacciatore” in “cacciato” facendo beneficamente a pezzi tutte le sue strategie.

    Le ultime pagine del libro aprono uno sprazzo di serenità, la speranza di un equilibrio raggiunto e che le persone coinvolte abbiano potuto prendere del buono da quest’esperienza per continuare a vivere. La soluzione offerta, nello specifico da Eric Weber, un antesignano del rimorchio sistematico intervistato da Style (aveva pubblicato un libro sull’argomento già nel 1970), è sconcertante nella sua banalità, ma acquista significato proprio grazie alle centinaia di pagine di dolore e sofferenza che le hanno precedute: migliorare la propria personalità, risolvere i propri conflitti non significa diventare altro da quello che si è. La prima cosa è accettarsi, anche se non ci si piace.

    Un libro notevole, che merita di essere letto d’un fiato, che apre uno squarcio su un mondo di cui ben pochi, io per primo, sospetterebbero l’esistenza, che fa molto pensare e che per alcuni aspetti ricorda da vicino gli ambienti e le dinamiche descritte da Houellebecq, Con la differenza che questo non è un romanzo. Peccato che venga spacciato ingannevolmente come “la bibbia dell’artista del rimorchio” quando è tutt’altro; non so se il fine sia questo, ma se uno comincia a leggerlo pensando che il rimorchio sistematico potrà risolvere tutti i suoi problemi, alla fine si sarà fatto passare definitivamente la voglia.

    said on 

  • 5

    Un libro che si è tramutato in azione.

    I libri che ti porti nella vita, capaci di modificare le tua azioni nel mondo reale hanno senz'altro un altro peso specifico. E nonostante tutto questo libro fa parte di questi, per quanto mi riguard ...continue

    I libri che ti porti nella vita, capaci di modificare le tua azioni nel mondo reale hanno senz'altro un altro peso specifico. E nonostante tutto questo libro fa parte di questi, per quanto mi riguarda. Anche se, purtroppo, nono sono stat un buon allievo o forse non mi sono applicato a sufficienza.

    said on 

  • 5

    Incompreso

    In molti non hanno saputo apprezzare questo libro che invece mi ha colpito molto proprio perché è un'autobiografia scritta in maniera superba dal genio di Neil Strauss. Indimenticabile.

    said on 

  • 2

    Divertente ma....

    La lettura è nella maggior parte dei casi abbastanza divertente. Resta sempre di una superficialità e faciloneria terribile - ad esempio quando parla della pnl - ma ho letto sicuramente di peggio. Mi ...continue

    La lettura è nella maggior parte dei casi abbastanza divertente. Resta sempre di una superficialità e faciloneria terribile - ad esempio quando parla della pnl - ma ho letto sicuramente di peggio. Mi domando come abbia fatto a fare successo con questo libretto, meglio per lui.
    Niente di che, se avete qualche ora da buttare leggetelo.

    said on 

  • 5

    El arte de seducir.

    El periodista y escritor Neil Strauss nos narra su experiencia en una comunidad secreta de seducción en internet. Maestros de la seducción como Mistery o Ross Jeffries, entre otros, le ayudan a ofrece ...continue

    El periodista y escritor Neil Strauss nos narra su experiencia en una comunidad secreta de seducción en internet. Maestros de la seducción como Mistery o Ross Jeffries, entre otros, le ayudan a ofrecer la mejor versión de sí mismo, convirtiéndose en "Style", un popular gurú irresistible para las mujeres, y el cual es seguido con admiración por los mentores y alumnos de los foros de seducción.

    Es un libro escrito para chicos. Es el "Diario de Bridget Jones" o "Sexo en Nueva York" versión masculina. En esta historia participan personajes famosos como Tom Cruise, Britney Spears y Paris Hilton, entre otros.

    Lo realmente interesante del libro yo creo que son las conclusiones que sacas cuando lo terminas de leer. Os las dejo a vuestro criterio. Creo que vale la pena que lo leamos todos los hombres que estamos solteros y aspiramos a encontrar la mujer de nuestra vida.

    EDITO: aquí os enseño una entrevista que le hicieron a Neil Strauss sobre Proyecto Hollywood.

    http://www.youtube.com/watch?v=VwcT_NZzZm8

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    這是小說。不要以為是教你怎麼把妹

    不過如果真要說學到了什麼
    任何事想要成功,都要付出代價,努力學習──即使是把妹也是一樣
    而且,不要把人生跟遊戲混為一談

    ○關係等於信賴加上安心
    ○男人無法選擇女人,只能給她一個機會選擇他

    said on 

  • 4

    Very funny and easy to read.
    Throughout the book -mixed with a lot of drama and jokes- there are some interesting considerations about relationships, love and human behaviour.
    I'm still not sure about ...continue

    Very funny and easy to read.
    Throughout the book -mixed with a lot of drama and jokes- there are some interesting considerations about relationships, love and human behaviour.
    I'm still not sure about the effectiveness of the strategies described to successfully pick up women, but apparently it's all true.
    Men: give it a try, I might not hurt (too much).
    Women: beware from men who dress in an extremely flashy way.

    said on 

  • 2

    算是回憶文,不是工具書
    如果想知道裡面有教什麼,查網路就行了
    如果想知道裡面在講什麼,有時間或速讀能力才去翻看看

    <<不值得花時間去讀這五百多頁>>

    看完的心得:

    不要捨棄學業、工作等等去沉迷在把妹這件事上,人生還有太多事等著去做

    said on 

Sorting by