Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

E adesso?

Di

3.6
(50)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 100 | Formato: Altri

Isbn-10: 8860881811 | Isbn-13: 9788860881816 | Data di pubblicazione: 

Ti piace E adesso??
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    L'autrice riesce nell'epica impresa di toccare argomenti dolorosi (la morte improvvisa, la vedovanza, la paura del futuro) senza stimolare la minima empatia. Sto forse affrancandomi dalla tirannia del patetismo?

    ha scritto il 

  • 5

    Perchè non ci si abbraccia come se fosse l'ultima volta?

    Ci si chiede perchè, perchè non ci ha aspettato, per un'ultima parola e un ultimo abbraccio.
    Ci si domanda che fine faranno tutte le parole che non le abbiamo detto, come le inghiottiremo, in cosa le trasformeremo.
    Ci si guarda indietro e si contano sulle dita di una mano le persone che ...continua

    Ci si chiede perchè, perchè non ci ha aspettato, per un'ultima parola e un ultimo abbraccio.
    Ci si domanda che fine faranno tutte le parole che non le abbiamo detto, come le inghiottiremo, in cosa le trasformeremo.
    Ci si guarda indietro e si contano sulle dita di una mano le persone che ci sono rimaste accanto, da allora, mentre gli altri sono tornati alle proprie vite.
    Ci si rende conto che c'è qualcosa "di cui non riparleremo più"... ma "che ci accompagnerà per tutta la vita".

    Ci si arrende di fronte alla morte.

    ha scritto il 

  • 3

    che dire? : l'ho preso per sbaglio e normalmente non mi piace leggere libri dichiaratamente tristi. la giraud è brava, scrive bene, ma a parte alcune espressioni illuminanti, mi sembra un libro un po' banale, così come è vero che la morte e il dolore lo possono essere.

    ha scritto il 

  • 5

    Un tema così doloroso, come la morte del compagno, viene affrontato con toni realistici ma delicati. Può aiutare veramente una riflessione ed essere d'aiuto!

    ha scritto il