Easter Parade

Voto medio di 1.060
| 246 contributi totali di cui 234 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Easter Parade, uscito originariamente nel 1976 e ora pubblicato per la prima volta in Italia, è un romanzo esemplare della sensibilità di Yates: una saga familiare senza concessioni al romanticismo, un limpido ritratto di esistenze borghesi in ... Continua
Ha scritto il 26/06/17
Il risvolto inquieto ed inquietante dei rapporti familiari.
  • 2 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 26/04/17
Sarah probabilmente crede che la sua vita sia ancora ferma lì, a quella Parata di Pasqua in cui lei e Tony erano belli, giovani, felici e innamorati. Ma la foto che li ha immortalati si è ormai sbiadita e la realtà dei fatti, i loro venticinque ..." Continua...
Ha scritto il 10/03/17
Né l'una né l'altra delle sorelle Grimes avrebbe avuto vita felice; e a ripensarci si aveva sempre l'impressione che i guai fossero cominciati con il divorzio dei loro genitori.
Ha scritto il 13/07/16
La Parata di Pasqua
Perché Yates non sembra provare un minimo di pietà per i suoi personaggi?E' probabile che non ne avesse neanche per se stesso, perpetuamente assetato di alcol, sistematicamente preso a pugni da una vita difficile, fondamentalmente solo.C'è molto ..." Continua...
  • 9 mi piace
  • 4 commenti
Ha scritto il 21/05/16
EASTER PARADE - RICHARD YATES Un libro bello, ma tremendo...
Ho tolto l'avviso spoiler, su suggerimento di Evi*. Non rivelerei mai il finale (Yates, d'altronde, ne accenna nelle prime righe). L'avevo messo perché parlerò di alcuni argomenti che "violano" il segreto della famiglia... Di questa precisa ..." Continua...
  • 11 mi piace
  • 8 commenti

Ha scritto il Mar 19, 2014, 14:21
Per un anno provò una sofferenza squisita - vicinissima al piacere - nell'affrontare il mondo come se non le importasse nulla.
Pag. 262
Ha scritto il Oct 26, 2013, 18:20
"Avete figli?"
"Ne ho solo due,dal mio primo matrimonio; roba di tanto tempo fa. Due maschi. Adesso sono grandi."
Pag. 209
Ha scritto il Oct 26, 2013, 15:18
"Ho capito", rispose lei. E quando avrebbe imparato a smetterla di dire "ho capito" a proposito di cose che non capiva affatto?
Pag. 101
Ha scritto il Oct 26, 2010, 18:07
"Non si tratta di te; perchè pensi sempre che tutto dipenda da te? E' so...è solo che questa è la mia prima notte in un paese straniero e mi sento così...vulnerabile". Il che era vero, decise mentre si alzava dal letto per soffiarsi il naso e ... Continua...
Pag. 154
Ha scritto il Dec 27, 2009, 00:04
Per tutto il viaggio fino a St. Charles, mentre fissava la periferia che scorreva lentamente fuori dal finestrino sudicio, Emily si dedicò a ricordare la sorella. Sarah a vent'anni, elegantemente abbigliata con abiti presi a prestito, intenta a ... Continua...
Pag. 236
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi