Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ebraismo

Di

Editore: Laterza

3.8
(23)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 250 | Formato: Altri

Isbn-10: 8842059153 | Isbn-13: 9788842059158 | Data di pubblicazione:  | Edizione 3

Genere: History

Ti piace Ebraismo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Un ottimo manuale per conoscere l'evoluzione storica, dalla storia antica a spunti di storia contemporanea, dei popoli ebraici. Una pecca: è molto più scarno per quanto riguarda la riflessione filosofica.

    ha scritto il 

  • 4

    Tutto sommato è un buon compendio, breve e conciso, forse troppo per quanto concerne gli sviluppi dell'ebraismo in età contemporanea. Meritevoli di attenzione sono il primo capitolo di Grottanelli sull'ebraismo arcaico, scevro da qualsiasi preconcetto confessionale (ad es. interessante rilevare i ...continua

    Tutto sommato è un buon compendio, breve e conciso, forse troppo per quanto concerne gli sviluppi dell'ebraismo in età contemporanea. Meritevoli di attenzione sono il primo capitolo di Grottanelli sull'ebraismo arcaico, scevro da qualsiasi preconcetto confessionale (ad es. interessante rilevare il politesimo del popolo di Israele antico), e il capitolo chiaro e conciso sul giudaismo del Secondo Tempio redatto da P. Sacchi (curatore per altro dell'edizione UTET dei più importanti apocrifi dell'A.T.).

    Vista l'endemica ignoranza nel campo della storia delle religioni che pervade l'attuale società, questo libretto può essere d'aiuto.

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libriccino approccia in modo filologico e storicamente corretto il problema dell'ebraismo. Mi ha "sconvolto" soprattutto il denso saggio iniziale di Grottanelli, dal quale tra l'altro ho appreso: che le vocali della Bibbia masoretica (cioè quella canonica) furono aggiunte solo nel IX sec. ...continua

    Questo libriccino approccia in modo filologico e storicamente corretto il problema dell'ebraismo. Mi ha "sconvolto" soprattutto il denso saggio iniziale di Grottanelli, dal quale tra l'altro ho appreso: che le vocali della Bibbia masoretica (cioè quella canonica) furono aggiunte solo nel IX sec. d.C., cioè assai tardi rispetto all'epoca di stesura dei testi; che la definizione del canone dei libri biblici canonici risale ai primi secoli dell'era cristiana; che è praticamente impossibile datare molti dei libri biblici, e che molti di essi sono molto più recenti del periodo cui si riferiscono; che la storicità dei Patriarchi (Abramo, Mosè, ecc.) va negata; che non c'è stata nessuna prigionia in Egitto, nessun Esodo e nessuna Terra Promessa; che l'impostazione anti-monarchica dei profeti porta a costruire una primigenia età tribale di Israele che in realtà non c'è mai stata; che il quadro religioso di Israele era molto più variegato rispetto alla fede nel Dio unico (molti Ebrei credevano p.es. nel Baal fenicio); che il libro del Genesi contiene numerose contraddizioni; che ai tempi biblici si praticavano sacrifici umani; e numerose altre cose... Un approccio laico, lucido, "scientifico" ai misteri della religione ebraica: che non per questo risultano meno profondi o affascinanti o meno "misteriosi"...

    ha scritto il