Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Economia emotiva

Che cosa si nasconde dietro i nostri conti quotidiani

Di

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

3.6
(100)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 270 | Formato: Altri

Isbn-10: 8817022314 | Isbn-13: 9788817022316 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Business & Economics , Professional & Technical , Textbook

Ti piace Economia emotiva?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nella vita di tutti i giorni non siamo quei razionali, fulminei e infallibili calcolatori di "utilità" che popolano i modelli economici. Grazie a un campionario di esempi, test, paradossi e a un linguaggio semplice e accessibile il testo insegnerà a riconoscere (e a correggere) i comportamenti irrazionali; e allo stesso tempo a non contare troppo sulla razionalità e a diffidare dei modelli troppo astratti degli economisti.
Ordina per
  • 4

    Interessante e in alcuni punti sorprendente - sì, sì, sappiamo tutti che le scelte che facciamo in campo economico e non solo sono molto spesso dovute a emozioni e non a veri calcoli razionali - però spiegato per benino con aree del cervello attivate, cantonate con il loro perché specifico, è un' ...continua

    Interessante e in alcuni punti sorprendente - sì, sì, sappiamo tutti che le scelte che facciamo in campo economico e non solo sono molto spesso dovute a emozioni e non a veri calcoli razionali - però spiegato per benino con aree del cervello attivate, cantonate con il loro perché specifico, è un'altra cosa - però spiacevole per me nei punti in cui si descrivono gli esperimenti sui ratti. Poveri piccoli tesori... e comunque dalle descrizioni di altri esperimenti sugli umani di quelli sui ratti mi sfugge la ragione se non quella... economica.

    ha scritto il 

  • 0

    Grazie a un ricchissimo campionario di esempi, test, paradossi e a un linguaggio semplice e accessibile, questo libro ci insegnerà a riconoscere e a correggere i nostri comportamenti irrazionali; e allo stesso tempo ci aiuterà a non contare troppo sulla razionalità dei nostri simili e a diffidare ...continua

    Grazie a un ricchissimo campionario di esempi, test, paradossi e a un linguaggio semplice e accessibile, questo libro ci insegnerà a riconoscere e a correggere i nostri comportamenti irrazionali; e allo stesso tempo ci aiuterà a non contare troppo sulla razionalità dei nostri simili e a diffidare un po’ degli economisti.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello, interessante, stimolante! Affascinante il legame tra psicologia e neuroscienze da una parte, ed il comportamento economico dall'altra, il libro riesce a dare una dimensione reale ed umana alla "scienza triste" degli economisti! Ricco di esempi, spinge alla riflessione con un impatto pratic ...continua

    Bello, interessante, stimolante! Affascinante il legame tra psicologia e neuroscienze da una parte, ed il comportamento economico dall'altra, il libro riesce a dare una dimensione reale ed umana alla "scienza triste" degli economisti! Ricco di esempi, spinge alla riflessione con un impatto pratico e coinvolgente sui nostri comportamenti quotidiani. Da rileggere!

    ha scritto il 

  • 5

    Bello, istruttivo. Non torppo lungo, tanti esempi pratici di come le scelte finanzairie e non vengono condizionate, manipolate, sfruttate da chi riesce a far prorpi i meccanismi della pnl e della finanza comportamentale. Non sempre si mettono in pratica o si riesce a riconoscerli, ma a libro appe ...continua

    Bello, istruttivo. Non torppo lungo, tanti esempi pratici di come le scelte finanzairie e non vengono condizionate, manipolate, sfruttate da chi riesce a far prorpi i meccanismi della pnl e della finanza comportamentale. Non sempre si mettono in pratica o si riesce a riconoscerli, ma a libro appena ultimato, con ricordi e pensieri ancora ben vivi, è facile scoprire come nella vita questi sistemi siano usati in ogni campo. Scritto bene, lettura veloce, qualche sorriso.

    ha scritto il 

  • 4

    A scuola!!!

    Fa il paio con l'altro di Motterlini ("Trappole mentali"): non scopre nulla, svela. Come quando il famoso bambino disse: "il re è nudo". E' un secchio d'acqua fresca in faccia, necessario, poichè contiene verità. E può aiutare nella vita di tutti i giorni, se certe volte ci si sente come presi in ...continua

    Fa il paio con l'altro di Motterlini ("Trappole mentali"): non scopre nulla, svela. Come quando il famoso bambino disse: "il re è nudo". E' un secchio d'acqua fresca in faccia, necessario, poichè contiene verità. E può aiutare nella vita di tutti i giorni, se certe volte ci si sente come presi in giro...(eufemismo). DA LEGGERE e tenere a portata di mano, come un manuale (questo è).

    ha scritto il 

  • 3

    Interessante l'analisi delle dinamiche psicologiche e ancor più la esemplificazione dei fenomeni che ci spingono incosapevolmente a scegliere in modo spesso illogico gli acquisti e gli investimenti, anche quando crediamo di essere logici.

    ha scritto il 

  • 4

    Due e mezzo però...

    Un libro divulgativo sui meccanismi cognitivi ed emotivi che sottostanno alle nostre decisioni, in particolare con riferimento a quelle economiche. È proprio vero che quando facciamo delle scelte in campo economico-finanziario siamo sempre degli esseri perfettamente razionali? L'autore dimostra c ...continua

    Un libro divulgativo sui meccanismi cognitivi ed emotivi che sottostanno alle nostre decisioni, in particolare con riferimento a quelle economiche. È proprio vero che quando facciamo delle scelte in campo economico-finanziario siamo sempre degli esseri perfettamente razionali? L'autore dimostra che non sempre è così, anzi quasi mai, soprattutto se siamo "uomini della strada". Risultiamo piuttosto soggetti ad una serie di processi cognitivi inconsci ed automatici, le euristiche, che se da una parte sono scorciatoie che accelerano il processo di elaborazione dell'informazione, dall'altra ci conducono spesso in errore.
    L'argomento è molto interessante, il modo in cui è trattato un po' meno. Il matrimonio tra scienza e divulgazione non è proprio ben riuscito, per cui resta un po' di osticità su alcuni argomenti e nel contempo a volte gira intorno al tema senza centrarlo e chiarificarlo adeguatamente. L'impressione è che ci siano troppe informazioni stipate insieme - psicologiche, neurobiologiche, economiche - senza che a ciascuna sia dato appropriato spazio per una comprensione più fluida (peraltro nell'edizione economica manca una pagina a colori che dovrebbe fungere da test). Il rischio della divulgazione scientifica è che non sempre quello che è chiaro nella mente dello specialista risulta poi completamente fruibile... Peccato!

    ha scritto il