Educazione europea

Voto medio di 296
| 79 contributi totali di cui 63 recensioni , 16 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il personaggio centrale di questo romanzo è Janek, un ragazzo che, nella spietata durezza del combattimento clandestino, conosce il freddo e la fame, il tradimento, l'orrore e la morte senza che l'odio afferri, anche per un solo istante, il suo ... Continua
Ha scritto il 08/10/17
Un romanzo di formazione nel vero senso del termine. L'educazione europea non è quella che ci aspetteremmo, dello studio, dell'Università e delle arti, ma è l'educazione dovuta alla guerra e all'occupazione. Parlare di seconda guerra mondiale e ...Continua
  • 2 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 07/10/16
L’autore ci racconta la vita dei partigiani polacchi durante la resistenza nella seconda guerra mondiale, in particolare ci parla di Janek un ragazzo che entra a far parte del gruppo, quel ragazzo “troppo giovane per tutto, fuorché per la fame, ...Continua
  • 3 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 07/08/16
SPOILER ALERT
Degli usignoli, degli uomini e delle formiche. L'educazione Europea è quella che porta ad uccidere gli altri senza provare emozione, perché va fatto e perchè sarà sempre così, come le formiche continuano a portare il loro fardello anche se un ...Continua
Ha scritto il 15/01/16
Non so bene chi ringraziare per l’esistenza dei nonni, comunque meno male che ci sono e che regalano libri antichi che, a differenza di quelli postmoderni, sono sani e robusti. In questo si impara l’educazione europea dei popoli, che è diversa ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 18/12/15
educazione al massacro
L'altra faccia dell'educazione europea. Perché l'Europa delle migliori università del mondo e dei migliori concetti del mondo (libertà, dignità, fratellanza...) è anche quella della guerra, dell'odio e della distruzione meticolosamente ...Continua
  • 16 mi piace
  • 4 commenti

Ha scritto il Oct 02, 2011, 10:44
E a Janek parve che il mondo degli uomini non fosse altro che un sacco immenso, dentro al quale si dibatteva una massa informe di patate cieche e sognanti: l'umanità.
Pag. 252
Ha scritto il Oct 02, 2011, 10:27
Ma lei sapeva già che questo non era vero, che gli uomini non combattono mai per un'idea, ma semplicemente contro altri uomini, che la forza del soldato non è lo sdegno ma l'indifferenza, e che le vestigia della civiltà sono e saranno sempre le ...Continua
Pag. 182
Ha scritto il Oct 02, 2011, 10:10
L'Europa ha sempre avuto le migliori e più belle università del mondo. E' là che sono nate le idee più alte, quelle che hanno ispirato le nostre opere più grandi: i concetti di libertà, di dignità umana, di fraternità. Ma esiste anche ...Continua
Pag. 82
Ha scritto il Oct 02, 2011, 10:04
La verità è che ci sono momenti nella storia, momenti come quello che stiamo vivendo, in cui tutto quello che impedisce all'uomo di abbandonarsi alla disperazione, tutto ciò che gli permette di avere una fede e continuare a vivere ha bisogno di ...Continua
Pag. 70
Ha scritto il Oct 02, 2011, 10:01
Gli uomini si raccontano delle belle storie e poi si fanno ammazzare per esse, e si figurano che in questo modo il mito divenga realtà.
Pag. 67

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi