Educazione siberiana

Voto medio di 4339
| 768 contributi totali di cui 716 recensioni , 51 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
La vita di un ragazzo siberiano educato da un'intera comunità criminale a diventare una contraddizione vivente, e cioè un «criminale onesto». Le avventure di strada, le giornate al fiume, gli scontri tra adolescenti guerrieri. E soprattutto il sapere ...Continua
Mary P_Stark75
Ha scritto il 30/04/18
Per ora non riesco a terminarlo. Sarebbe scritto anche bene, ma le parole "criminale" e "siberiana" sono ripetute così tante volte da renderle quasi fastidiose, dopo un po'. Spero di riuscire a riprenderlo più avanti, quando mi sarà passato questo "...Continua
Mimì
Ha scritto il 08/11/17
L'ho letto per motivi politici, in previsione di incontrare o presto o tardi l'autore senza fare una figuraccia, ed all'inizio credevo fosse un mattone o, peggio ancora, un altro Buscaroli (nel senso di una storia terribile, non che fosse scritta mal...Continua
Salemlot
Ha scritto il 18/08/17

Bellissimo! Non mi interessa cosa sia vero e cosa no...ma ti coinvolge dalla prima pagina. Sembra quasi una versione del Padrino ambientato in Russia

Winston Smith
Ha scritto il 12/08/17
Criminali "onesti"

Non so quanto di vero e quanto di inventato ci sia in questa storia, ma quello che è inventato lo è in maniera abbastanza verosimile.
A tratti rischia di essere un po' ripetitivo, ma ha comunque un suo fascino.

Selfoss
Ha scritto il 10/08/17

Questo è un bel libro. Non adatto a fino**hietti del c.zzo come tanti che ne parlano male. Si leggano cose adatte a loro e non rompano i cogli*ni.


Timoria...
Ha scritto il Dec 11, 2016, 15:43
Ma come mai vanno tutti in America dicendo che cercano la libertà? I nostri antenati si sono rifugiati nel bosco, in Siberia, mica sono andati in America. E poi perché fuggire dal regime sovietico per finire in quello americano? Sarebbe come se un u...Continua
Perlina
Ha scritto il Aug 27, 2016, 15:37
"Chi vuole troppo è un pazzo, perché un uomo non può possedere più di quello che il suo cuore riesce ad amare. Tutti vogliono fare affari, vedere le loro famiglie felici e far crescere i propri figli nel bene e nella pace: questo è giusto, solo così...Continua
Pag. 58
Mauro Bacaloni
Ha scritto il Sep 03, 2015, 09:06
«Che vita mi tocca fare, - un modo di dire ebraico, che loro attaccano dappertutto, - siete di nuovo qui a rompere i coglioni...» Quello era il suo modo di darci il benvenuto, in fondo ci voleva un casino di bene a tutti quanti.
Pag. 126
Mauro Bacaloni
Ha scritto il Sep 03, 2015, 09:05
Diceva sempre che la vera arma di ogni gentiluomo è la sua eleganza: con quella si poteva fare tutto - rapinare, uccidere, rubare, mentire - senza mai essere sospettati.
Pag. 125
Mauro Bacaloni
Ha scritto il Sep 03, 2015, 09:04
- Prendila, Kolima, e ricorda che le sole cose che contano sono quelle che hai dentro.
Pag. 72

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Apr 22, 2016, 13:52
853.92 LIL 17048 Letteratura Italiana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi