Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Een keukenmeidenroman

By Kathryn Stockett

(0)

| 9789049951818

Like Een keukenmeidenroman ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

709 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    "Neanche i confini tra neri e bianchi esistono: certa gente se li è inventati molto tempo fa."

    BELLISSIMO. Uno dei miei libri preferiti in assoluto.

    Is this helpful?

    Eugenia said on Jul 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mi è rimasto nel cuore. È estremamente coinvolgente, i personaggi sono indimenticabili e senza dubbio fa riflettere. Consigliatissimo!

    Is this helpful?

    MimiChan said on Jul 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Siamo semplicemente due persone,e non sono molte le cose che ci separano. Molte meno di quanto si pensi."

    The help è un bellissimo romanzo.
    Ho trovato sensazionale la storia e il fatto che i capitoli stessi prendono in considerazione il punto di vista delle protagoniste che, a mio avviso, sono tre: Aibileen, Skeeter e Minny..tutte caratterizzate nei min ...(continue)

    The help è un bellissimo romanzo.
    Ho trovato sensazionale la storia e il fatto che i capitoli stessi prendono in considerazione il punto di vista delle protagoniste che, a mio avviso, sono tre: Aibileen, Skeeter e Minny..tutte caratterizzate nei minimi dettagli.
    Siamo nel 1962 nel Mississipi, Eugenia Skeeter è una giovane scapola il cui sogno è quello di diventare scrittrice. Aibileen e Minny sono invece due donne di colore che svolgono la professione di domestiche presso tutte case di signore bianche. Aibileen ubbidiente, dolce e comprensiva mentre Minny del tutto ribelle, impulsiva e cuoca eccellente. Entrambe verranno coinvolte in un progetto ideato da Skeeter ovvero la creazione di un libro che risulta essere un insieme di testimonianze delle loro esperienze in campo lavorativo per poter finalmente una ventata di novità e libertà dove invece regnava il razzismo e l'assoluta ignoranza.

    Is this helpful?

    Miry97 said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Grazie Miss Skeeter, Aibileen e Minny e tutte le donne come loro.

    "(...)Lunedì il bridge, domani sera la riunione della Lega e la consegna del bollettino. Poi, venerdì, la cena fuori con Stuart e il rientro a casa tardi, per cui sabato mattina sei troppo stanca per la partita di tennis. Stanca, contenta...e frustra ...(continue)

    "(...)Lunedì il bridge, domani sera la riunione della Lega e la consegna del bollettino. Poi, venerdì, la cena fuori con Stuart e il rientro a casa tardi, per cui sabato mattina sei troppo stanca per la partita di tennis. Stanca, contenta...e frustrata.
    Frustrata perché Hilly quel pomeriggio avrebbe dato della ladra alla sua cameriera, e io sarei rimasta seduta là senza dire niente. Elizabeth avrebbe strattonato malamente la figlia per un braccio e io avrei distolto lo sguardo(...)non avrei preso in considerazione l'idea di fare qualcosa di rischioso (...) per timore che lui disapprovasse. E anche se non mi racconto la bugia di aver cambiato la testa a persone come Hilly ed Elizabeth, quantomeno non devo più fingere di essere d'accordo con loro."

    Is this helpful?

    Elucy said on Jul 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Verità

    C'e una parola che si scatena in questo libro, ed è verità. Il punto di vista dei neri è verità. Quella verità sempre taciuta dai bianchi che li sfruttano e trattano come se fossero cani da tenere al guinzaglio. Bianchi egoisti che pensano solo a se ...(continue)

    C'e una parola che si scatena in questo libro, ed è verità. Il punto di vista dei neri è verità. Quella verità sempre taciuta dai bianchi che li sfruttano e trattano come se fossero cani da tenere al guinzaglio. Bianchi egoisti che pensano solo a se stessi. Sconvolgente come i figli dei bianchi ricevano amore e crescano più con la servitù che non con le loro famiglie. Sconvolgente che questi stessi bambini bianchi una volta cresciuti diventino proprio come i loro genitori: irriconoscenti ed arroganti. La storia ripercorre, attraverso il coraggio di Skeeter (aspirante scrittrice bianca da cuore e mente aperti), Aibileen e Minny (domestiche nere), la vita vissuta dai neri del Missisipi. L'obiettivo: pubblicare un libro con le loro storie, belle e brutte. Ambizione rischiosa ma tutte e tre decidono di correre il rischio. I personaggi sono tutti così nitidi e definiti da poterli giudicare assolutamente completi. La nota finale dell'autrice, totalmente personale ma soprattutto reale, chiude il cerchio di un libro che mi ha scosso l'anima portandomi a sfruttare ogni secondo per leggere questa storia che si lascia divorare. è quel libro che cerchi perché inevitabilmente ti lascia il segno. E finalmente l'ho trovato.

    Is this helpful?

    Zucca said on Jun 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    consigliatissimo.. l'amicizia di tre donne bianche ai tempi del Ku Klux Klan... una delle tre prende coraggio e si assume la responsabilità di raccontare in un libro la storia delle donne di servizio nere... un libro contro il razzismo

    Is this helpful?

    Simona said on Jun 21, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book