Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Ehi, prof!

By Frank McCourt

(951)

| Paperback | 9788845921186

Like Ehi, prof! ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Negli anni Cinquanta, i cieli delle città americane (e anche gli schermi dei relativi cinema) pullulavano di oggetti volanti non identificati. L'oggetto che il primo giorno di scuola attraversa il cielo della classe, sotto gli occhi attoniti del prof Continue

Negli anni Cinquanta, i cieli delle città americane (e anche gli schermi dei relativi cinema) pullulavano di oggetti volanti non identificati. L'oggetto che il primo giorno di scuola attraversa il cielo della classe, sotto gli occhi attoniti del professor Frank McCourt, è invece identificabilissimo: un panino che l'immancabile mamma italiana ha farcito, a beneficio del suo pupo, con peperoni, cipolla, formaggio fuso e mortadella. Se la prima inquadratura del libro risulta quantomeno inattesa, l'epilogo della sequenza, con il professore che raccoglie il panino e lo mangia lentamente davanti alla scolaresca annichilita, è destinato a restare. E a farci vivere il clima delle trentamila ore di lezione (cifra dell'autore) che McCourt terrà, nei tre decenni successivi, in varie scuole - tecniche e non - sparse tra Brooklyn, Manhattan e Staten Island.

190 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    capacità-entusiasmo-fortuna

    Teacher Man

    <Che sia paura? Risposta esatta, Francis. Il piccolo pezzente ha ancora paura di perdere il lavoro. Ha ancora paura di ritrovarsi al buio, assordato dai pianti, dai gemiti, dal digrignar di denti. Insegnante inventivo e ardito ...(continue)

    Teacher Man

    <Che sia paura? Risposta esatta, Francis. Il piccolo pezzente ha ancora paura di perdere il lavoro. Ha ancora paura di ritrovarsi al buio, assordato dai pianti, dai gemiti, dal digrignar di denti. Insegnante inventivo e ardito incoraggia adolescenti a cantare ricette ma si chiede quando calerà la scure, quando i severi ospiti giapponesi lo denunceranno alle autorità di Washington. Gli ospiti giapponesi coglieranno subito nella mia classe i segni della degenerazione americana e si domanderanno come hanno fatto a perdere la guerra.
    E se cala la scure?
    In malora lei e il boia.>

    <Sto imparando. Dentro di me il mick dei vicoli di Limerick lascia debordare l'invidia. Ho a che fare con immigrati di prima e seconda generazione come me, ma anche coi ceti privilegiati, e grondo sarcasmo. Non vorrei, ma le vecchie abitudini sono dure a morire. E' il rancore. Neanche la rabbia; solo il rancore. Mi spazientisce sentire i loro problemi: che caldo che fa, che freddo che fa, il mio dentifricio è quello là. Discorsi da privilegiati. Io dopo trent'anni vissuti in America ancora mi rallegro di avere la luce elettrica o di prendere un asciugamano dopo aver fatto la doccia.>

    Is this helpful?

    Thalita said on May 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    forse solo ai prof piace

    Deludente! dopo aver letto "le ceneri di Angela" mi aspettavo di leggere un bel libro, invece l'ho trovato proprio deludente. Inoltre si piace troppo questo "prof", che nel denunciare i suoi limiti di insegnate in realtà si autoincensa. Ci dice che h ...(continue)

    Deludente! dopo aver letto "le ceneri di Angela" mi aspettavo di leggere un bel libro, invece l'ho trovato proprio deludente. Inoltre si piace troppo questo "prof", che nel denunciare i suoi limiti di insegnate in realtà si autoincensa. Ci dice che ha compensato i propri limiti e la sua incapacità di essere uomo con il rispetto per gli alunni e con un filosofia del "vivi e lascia vivere". Ovviamente dando la colpa di tutte le sue incapacità e dei suoi limiti all'educazione cattolica ricevuta, e con questo si autoassolve e se ne esce da vincitore. Forse solo ai prof può piacere questo libro, peraltro piuttosto noioso.

    Is this helpful?

    Conti Sergio said on Mar 17, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Lettura frizzante, un’ottima compagnia. Sicuramente non un capolavoro, ma si può essere contenti di averlo letto.

    Is this helpful?

    Lore said on Feb 17, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    This book represents a kind of memoir which describes the teaching experiences of Frank McCourt.

    What I've enjoyed/appreciated is:

    - His idea of "learning process" based on students own responsability.

    - The modest style of McCourt which comes to ...(continue)

    This book represents a kind of memoir which describes the teaching experiences of Frank McCourt.

    What I've enjoyed/appreciated is:

    - His idea of "learning process" based on students own responsability.

    - The modest style of McCourt which comes to light through his shyness, his lack of self-esteem, his negative description of his physical appearance, his puzzling relationships with women. All these failures are balanced by the success with his students and his teaching career.

    Is this helpful?

    Margot Tenembaum said on Nov 21, 2013 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Carino, divertente, ironico e ben scritto. Ha un grande difetto però, che gli toglie ben due stelline: troppo autoconpiacimento!

    Is this helpful?

    carol said on Oct 15, 2013 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Frank Mc Court ha davvero fatto l'insegnante per tanti anni e ci racconta la sua storia di professore. Magari averne incontrati di così ammalianti! Divertente e molto ben scritto.

    Is this helpful?

    psicopompo said on Sep 12, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book