Ejercicios de estilo

By

Publisher: Cátedra

4.2
(4384)

Language: Español | Number of Pages: 168 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , English , Italian , German , Hungarian , Dutch , Czech , Portuguese

Isbn-10: 8437606756 | Isbn-13: 9788437606750 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Antonio Fernández Ferrer

Category: Fiction & Literature , Humor , Professional & Technical

Do you like Ejercicios de estilo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Un testo da leggere a piccole dosi

    Non è un testo da sbranare, non è un testo forse neanche da leggere nel suo ordine scritto, ma un testo da digerire e assaporare a piccole dosi. Da un episodio ne nascono 99, 99 sfumature diverse, 99 ...continue

    Non è un testo da sbranare, non è un testo forse neanche da leggere nel suo ordine scritto, ma un testo da digerire e assaporare a piccole dosi. Da un episodio ne nascono 99, 99 sfumature diverse, 99 punti di vista diversi per dar vita a nuove storie, per lasciare al lettore il desiderio di scrivere la sua.

    said on 

  • 5

    "Esercizi di stile". Da equilibristi.

    Da un banale episodio di vita quotidiana, Queneau trae novantanove variazioni giocando con la retorica, con la sintassi, divertendosi a fare la parodia di generi letterari o a sbeffeggiare alcuni dei ...continue

    Da un banale episodio di vita quotidiana, Queneau trae novantanove variazioni giocando con la retorica, con la sintassi, divertendosi a fare la parodia di generi letterari o a sbeffeggiare alcuni dei nostri modi quotidiani di esprimerci. Un gioco, a volte anche molto tecnico, di cui Queneau non ci spiega le regole.
    La recensione (di questo libro e di altri) continua sul canale youtube LaprospettivadellaRana a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=pHgbVuPLRRc

    said on 

  • 5

    Esperimento geniale.

    Da godere appieno in lettura a voce alta in compagnia, per non perdersi nessuna sfumatura. In questo modo, la recitazione assicura risate con le lacrime :D

    said on 

  • 4

    Esercizi di Stile - Raymond Queneau

    È come un quadro astratto: la sua fortuna nasce forse solo dalla genialità e originalità dell'idea. Potrebbe essere scambiato per un libro di aforismi, forse anche da sfogliare in bagno; lo trovo in ...continue

    È come un quadro astratto: la sua fortuna nasce forse solo dalla genialità e originalità dell'idea. Potrebbe essere scambiato per un libro di aforismi, forse anche da sfogliare in bagno; lo trovo indicato per insegnare le figure retoriche. Quasi un laboratorio di scrittura creativa. Da non sottovalutare.

    said on 

  • 1

    "Esercizi di Umberto Eco"

    Idea geniale ma davvero mal realizzata: altro che "esercizi", l'unico intento qui è far ridere. Non riesce nemmeno in quello e la terribile traduzione di Eco di certo non aiuta.
    Ottima lettura da wate ...continue

    Idea geniale ma davvero mal realizzata: altro che "esercizi", l'unico intento qui è far ridere. Non riesce nemmeno in quello e la terribile traduzione di Eco di certo non aiuta.
    Ottima lettura da water.

    said on 

  • 4

    http://wip-lit.blogspot.it/2015/05/esercizi-di-stile-raymond-queneau.html

    Una sola storia raccontata in 99 modi diversi. Questa è l’idea concepita da Raymond Queneau, scrittore francese, dopo aver ascoltato delle variazioni sinfoniche. Un libro che parla di linguaggio in mo ...continue

    Una sola storia raccontata in 99 modi diversi. Questa è l’idea concepita da Raymond Queneau, scrittore francese, dopo aver ascoltato delle variazioni sinfoniche. Un libro che parla di linguaggio in modo originale e dimostra quanto lo stile di un testo sia intimamente legato al suo contenuto. Queneau si domanda se sia possibile sottomettere un testo base a tutte le variazioni pensabili, purché ciascuna segua delle regole. La risposta è contenuta in un libro formato da 99 esercizi, disposti secondo… continua sul mio blog: http://wip-lit.blogspot.it/2015/05/esercizi-di-stile-raymond-queneau.html

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    L'idea geniale di Queneau è quella di mostrare al suo lettore come sia possibile scrivere una storia in 95 modi differenti divertendo il lettore con molte delle varianti scritte. Esempi...
    Ampolloso:
    ...continue

    L'idea geniale di Queneau è quella di mostrare al suo lettore come sia possibile scrivere una storia in 95 modi differenti divertendo il lettore con molte delle varianti scritte. Esempi...
    Ampolloso:
    «Quando l’aurora dalle dita di rosa imparte i suoi colori al giorno che nasce, sul rapidissimo dardo che per le sinuose correnti dell’Esse falcatamente incede, grande d’aspetto e dagli occhi tondi come toro di Bisanto, lo sguardo mio di falco rapace, quale Indo feroce che con l’inconscia zagaglia barbara per ripido sentiero alla pugna s’induce,
    mirò l’uman dal collo astato, giraffa pié veloce, e dall’elmo di feltro incoronato di una bionda treccia.
    La Discordia funesta, invisa anco agli dèi, dalla bocca nefasta di odiosi dentifrici, la Discordia venne a soffiare i miasmi suoi maligni tra la giraffa dalla bionda treccia e un passeggere impudente, subdola prole di Tersite. Disse l’audace figlio di giraffa: «O tu, tu non caro agli Olimpi, perché poni le ugne tue impudiche sulle mie alate uose?» Disse, e alla pugna si sottrasse, e sedde.
    La sera ormai morente, presso la Corte candida di marmi, il giraffato pié veloce ancora vidi, accompagnato da un sulfureo messo d’eleganze, e ad altissima voce, che colpí l’acutissimo mio orecchio, questi vaticinò sul peplo, di cui l’audiente s’avvolgeva: «Tu dovrai disse quello avvolgere ai tuoi lombi la tua toga, un diamante aggiungendo a quella schiera, che la rinserra!»

    Volgare:

    «Aho! Annavo a magnà e te monto su quer bidone de la Esse e ‘an vedi? nun me vado a incoccià con ‘no stronzo con un collo cche pareva un cacciavite, e ‘na trippa sur cappello? E quello un se mette a baccaglià con st’artro burino perché dice jé acciacca er ditone? Te possino! Ma cche voi, ma cchi spinge? e certo che spinge! chi, io? ma va a magnà er sapone!
    Nzomma, meno male che poi se va a sede.
    E bastasse! Sarà du’ ore dopo, chi s’arrivede? Lo stronzo, ar Colosseo, che sta a complottà con st’artro qua che se crede d’esse er Christian Dior, er Missoni, che so, er Mister Facis, li mortacci sui! E metti un bottone de quà, e sposta un bottone de là, a acchittate cosí alla vitina, e ancora un po’ ce faceva lo spacchetto, che era tutta ‘na froceria che nun te dico. Ma vaffanculo!»

    Nonostante tutto lo ritengo un libro leggero, facile da leggere e da apprezzare.

    said on 

Sorting by
Sorting by